Fabio Mechini vuole uno Spoleto agonista

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 5, 2012 08:00
Quaglia-Mechini

Alessio Quaglia e Fabio Mechini

Gli esami di coppa si susseguono e la Monini Spoleto è cosciente dell’importanza di affrontarli con lo spirito di che sa che sono utili a crescere. Il passaggio del turno non è il primo obiettivo ma le partite disputate sono senza dubbio state indispensabili per fornire indicazioni nel rodaggio della squadra che si è abbastanza rinnovata per essere competitiva anche in serie B2 maschile. Non vuole sbilanciarsi troppo coach Fabio Mechini: «Siamo una neo-promossa, con molti ragazzi che sono alla loro prima esperienza in un torneo nazionale, e le incognite non mancano. Stiamo ancora ricercando la miglior intesa fra giocatori nuovi e vecchi, cercando di puntare sull’agonismo che è stato il nostro punto di forza nella scorsa stagione. Credo che sia possibile giocarsela con tutti, ma è l’atteggiamento con cui si va in campo a fare la differenza». Non c’è dubbio che il salto di qualità degli oleari passa attraverso la miglior integrazione dei nuovi, Lattanzi, Vigilante e Servettini, atleti da cui ci si aspetta molto. «Senza dubbio bisogna dire che l’organico della squadra è cresciuto, con cinque innesti, uno per ogni ruolo. Il girone di campionato però è senza dubbio uno dei più equilibrati, con tante pretendenti al vertice come Grosseto, Grottazzolina, Forlì, Forlimpolpoli, San Marino e Castelfranco e la stessa Orvieto che saranno rivali molto dure».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 5, 2012 08:00