Kovac: «Voglio vedere un Perugia più cattivo»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 8, 2012 17:30

Kovac: «Voglio vedere un Perugia più cattivo»

Kovac Slobodan (stimola)

Slobodan Kovac

È tornata a mani vuote la Sir Safety Perugia dalla temuta trasferta di Latina. I block-devils del presidente Sirci sono usciti seccamente sconfitti dal Pala-Bianchini sotto i colpi del sestetto di coach Prandi al termine di un match nel quale Perugia ha soprattutto faticato nella proposizione del proprio gioco, al cospetto di un avversario sicuramente di alto tasso tecnico. I bianconeri, ieri in maglia rossa, non sono riusciti a mantenere un livello accettabile nella fase di primo attacco, finendo spesso preda del muro avversario, ed anche in fase break è mancata in certi frangenti una adeguata organizzazione di squadra. Nella terza frazione si sono viste alcune buone cose, in particolare dal serbo Petric, ma la serie A1 non consente errori e distrazioni (come i due servizi sbagliati dagli umbri nelle fasi conclusive del parziale) e certamente il rovescio di Latina va preso come monito per il proseguo della stagione. Con il rinvio del match del secondo turno con Trento, da domani per capitan Vujevic e compagni si aprono due settimane di lavoro al Pala-Evangelisti in vista della trasferta di Castellana Grotte in programma domenica 21 ottobre, in diretta su Rai Sport 1. Due settimane dove Slobodan Kovac cercherà le adeguate correzioni agli errori commessi a Latina. È il tecnico della Sir a tornare sulla sconfitta di ieri: «È giusto iniziare facendo i complimenti a Latina, che è una bella squadra e che ha fatto una bella gara. Devo però purtroppo dire che Perugia ieri non c’era e che sicuramente avremmo potuto e dovuto metterli più in difficoltà. Credo che abbiamo pagato a caro prezzo l’emozione dell’esordio, specialmente nei ragazzi alla loro prima esperienza in serie A1. È difficile parlare di aspetti tecnici, perché non è andato bene nessun fondamentale e non siamo riusciti ad esprimere quasi niente del gioco che voglio e che abbiamo le capacità di proporre». La sosta forzata, come detto, consentirà a Perugia di poter lavorare due settimane di fila con il gruppo. «In queste due settimane lavoreremo tanto e su diversi aspetti. In particolare cercheremo di concentrarci sulla fase break. In quelle situazioni bisogna essere più ordinati perché a Latina quasi mai siamo riusciti a mettere in difficoltà i nostri avversari. Sinceramente preferivo giocare domenica prossima. Era molto meglio per noi per prendere subito il ritmo di match settimanale, ma ovviamente non è possibile. Vorrà dire che approfitterò per provare soluzioni di gioco». La chiusura è un segnale chiaro. «Adesso la cosa importante è cercare un gioco migliore e farlo nostro. E soprattutto trovare il giusto modo di stare in campo. Voglio vedere più cattiveria ed una squadra di guerrieri».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 8, 2012 17:30