Sitting Volley pronto al lancio

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 2, 2012 10:12

Sitting Volley pronto al lancio

SittingVolley (London 2012)

scambio in una partita di Sitting Volley alle Paralimpiadi di Londra 2012

Per iniziativa del Comitato Paralimpico dell’Umbria, si è insediato un comitato per promuovere il Sitting Volley (pallavolo da seduti) e diffonderlo finalmente anche in Italia. Oltre al presidente Francesco Emanuele, erano presenti Benito Montesi in rappresentanza della Fipav nazionale, Giuseppe Lomurno, presidente della Fipav Umbria, Luigi Bertini, docente all’Università di Perugia, nonché docente nazionale Fipav, Paolo Taddei ex vice presidente del Coni Perugia, Sergio Peluso, laureato in Scienze Motorie e tecnico specialista dello sport dei disabili e Cristina Pascolini, segretaria del comitato regionale del Cip. Dopo anni di tentativi, gare dimostrative, attività non agonistica in varie parti della penisola, ma non ancora consacrate sotto l’egida delle istituzioni sportive, questa sembra essere la volta buona, anche perché le recenti Paralimpiadi di Londra hanno dato visibilità televisiva anche a questa disciplina, nata nel 1956 in Olanda e introdotta nel programma della Paralimpiadi fin dal lontano 1980, ma che in Italia, stranamente, nonostante i successi delle nazionali e la grande diffusione della pallavolo dei ‘più fortunati’ non ha avuto ancora la necessaria attenzione. Il Sitting Volley ha un suo regolamento, abbastanza simile a quello della pallavolo, una sua struttura europea (Ecvd) e una struttura mondiale (Wovd) entrambi aderenti all’International Paralympic Committee, e sta crescendo in tutto il continente. Il Comitato promotore intende farsi carico di tutte le iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica, ad organizzare eventi sul territorio e corsi di formazione per insegnanti ed allenatori perché proprio nella scuola e nei sodalizi sportivi possa trovare il suo ambito, come sport ‘integrato’, cioè come autentico momento di socializzazione e inclusione per chi ha avuto meno opportunità. Anche su questo l’Umbria è stata all’avanguardia perché ha ospitato nel recente passato due iniziative che si sono rivelati ottimi spunti di riflessione sul tema della disabilità in genere e su questa disciplina in particolare. La prima, organizzata il 26 novembre 2010 al Pala-Evangelisti dall’Università per Stranieri di Perugia sul tema: “Supera la rete della diversità – giornata di sensibilizzazione e di integrazione incentrata sul Sitting Volley”. E’ stata questa una interessante tavola rotonda con la presenza di autorità ed esperti, culminata poi in un’esibizione di tutti presenti seduti sul parquet a provare il gioco con addosso la maglietta con il logo preparata per l’occasione. La seconda è stato un corso di formazione e aggiornamento per insegnanti di educazione fisica e di sostegno dal titolo: “Dallo sport segregato allo sport integrato: il Sitting Volley” organizzato dall’ufficio Educazione Fisica dell’ufficio Scolastico Regionale dell’Umbria in collaborazione con il comitato regionale pallavolo, ha coinvolto il 24 e 25 gennaio 2011 una quarantina di persone e ha previsto lezioni teoriche tenute dal prof. Luigi Bertini e una lezione pratica tenuta da Giulio Ciuferri, tecnico di una delle società pilota (Aprilia) di questa disciplina. L’obiettivo quindi del comitato promotore è fare inserire in tempi brevi il Sitting Volley tra le discipline della Fipav, accanto alla pallavolo stessa e al beach volley, entrando quindi a pieno titolo a far parte della famiglia del Cip (Comitato Italiano Paralimpico).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 2, 2012 10:12