Va veloce la Sir Perugia, prossima fermata il derby

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 28, 2012 16:05

Va veloce la Sir Perugia, prossima fermata il derby

Sir Safety Perugia (festeggiamenti)

i festeggiamenti della Sir Safety Perugia per la vittoria nell’esordio casalingo su Verona

Una stazione alla volta, prosegue il viaggio della Sir Safety Perugia in serie A1 maschile. Il successo di domenica in rimonta contro Verona, nell’anticipo della quarta giornata di campionato, ha sancito la prima vittoria da tre punti del sestetto del presidente Sirci. Vittoria bagnata dalla presenza di un buon pubblico, uscito più che soddisfatto dal palazzetto al termine della gara, e dalla presenza del sindaco di Perugia Wladimiro Boccali che ha premiato prima dell’incontro il presidente della Banca di Mantignana e di Perugia, il cavaliere Antonio Marinelli. Avrà certamente esultato il numero uno bianconero, assente da Perugia per motivi di lavoro. Sul campo i block-devils hanno saputo soffrire, patendo inizialmente il gioco di Verona. Ma il gruppo capitanato da Goran Vujevic, mostrando carattere e grande compattezza, è risalito pian piano, modificando alcune situazioni tattiche e trovando continuità in fondamentali come la battuta e la ricezione determinanti per raggiungere il risultato positivo. Proprio il servizio della Sir, e di conseguenza la fase break, va un po’ preso come ago della bilancia della partita. Molti meno errori per i bianconeri dai nove metri (10 contro i 24 scaligeri) e molta più incisività (quattro ace contro due) che ha consentito al muro perugino di contrapporsi al meglio al gioco veloce di Meoni (quattordici i muri contro gli otto, di cui sei nel primo set, di Verona). E come ogni complesso che fa bella musica, i vari solisti si sono esaltati. Vujevic è stato eccezionale nel trascinare i compagni con i suoi colpi di classe cristallina, Semenzato ha dato un contributo decisivo con i suoi break al servizio (nella memoria rimane quello del quarto set) e con i suoi muri (anche ieri tre ‘block’ vincenti). Per non parlare di Tamburo e Petric, terminali offensivi imprescindibili per il gioco di ‘Lupin’ Daldello, ancora regista concreto e tatticamente perfetto. E che dire di ‘Belva’ Giovi, libero che, quando decide di non far cadere una palla dalle sue parti, diventa un problema per gli attaccanti avversari? Ma Kovac, prodigo di consigli per i suoi a bordo campo, può contare sempre sulle lunghe leve di Alletti, ieri meno sfruttato rispetto a Castellana, ma comunque positivo, e sulla qualità di una rosa dalla quale di volta in volta pescare risorse preziose. Ieri, con Schwarz non utilizzabile per un piccolo problema alla caviglia, sono risultati importantissimi Van Harskamp ed Edgar, in campo nella fase finale della quarta frazione. L’australiano, tanto per dire, ha dato sfoggio di colpi alti e potenti sia da prima che da seconda linea e suo è stato il punto finale. Insomma, il risveglio domenicale è stato davvero bello per Perugia. La squadra sta migliorando, ma in tutti c’è la convinzione che tantissimo è il lavoro ancora da fare e che la serie A1 non permette il minimo errore e rilassamento. Cosa oltretutto parecchio difficile quando in palestra, a dirigere gli allenamenti, c’è un tipo come Kovac che vuole dai suoi ragazzi sempre il massimo su ogni pallone. Archiviata Verona, da martedì mattina tutti di nuovo ad allenarsi perché si apre la settimana che porta ad una nuova fermata per il treno della Sir: il derby umbro di serie A1 contro San Giustino. Kovac dovrebbe recuperare a pieno regime Schwarz, mentre Van Rekom ancora né avrà per qualche giorno. Per i perugini, che si esibiranno ancora davanti al proprio pubblico, in vista un altro match delicato e molto importante, considerando che San Giustino dell’ex libero Cesarini è, come Verona, una delle compagini della fascia della Sir. L’ambiente al Pala-Evangelisti sarà bellissimo e coinvolgente e Perugia cercherà di conquistare altri punti di grande valore.

(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 28, 2012 16:05