Al Pala-Evangelisti di Perugia è tornata la volley mania

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 8, 2012 16:00

Al Pala-Evangelisti di Perugia è tornata la volley mania

Sir Safety Perugia (pubblico)

esultanza della Sir Safety Perugia davanti al grande pubblico del Pala-Evangelisti

È stata quella di ieri sera un’altra grande serata per la pallavolo perugina. Il recupero della seconda giornata del campionato di serie A1 maschile tra la Sir Safety Perugia ed il dream-team del Trento ha visto la corazzata di Stoytchev imporsi con il risultato di tre a zero, ma i block-devils non hanno affatto sfigurato, giocando per larghi tratti alla pari contro i quattro volte campioni del mondo per club. Gli umbri hanno dimostrato buone qualità ed un discreto gioco di squadra, ovviamente pagando dazio contro la classe e l’esuberanza fisica dei vari Stokr, Juantorena e Kaziyski, ma facendo vedere belle giocate. Si è distinto ancora una volta ‘Drago’ Petric, l’unico dei suoi a chiudere in doppia cifra con 14 punti. Il martello serbo, pur di fronte ad un muro granitico come quello trentino, è stato efficace da posto quattro, reggendo il peso dell’attacco bianconero. Nel complesso la squadra si è ben comportata al servizio (sei gli ace) ed ha retto l’urto in ricezione, limitando per quanto possibile i battitori in salto avversari (59% di positività) con ‘Belva’ Giovi che spesso si è immolato in difesa per tirare su le bordate dei frombolieri trentini. La Sir ha alternato spesso gli uomini in zona due, inserendo a più riprese Van Harskamp in regia (buona la sua prova) ed il giovane australiano Edgar come opposto. L’ago della bilancia dell’incontro, che ha portato il piatto nella metà campo trentina, è stato certamente il muro (13 quelli ospiti contro i 5 bianconeri) unito ad una evidente differenza nell’efficacia offensiva (Trento ha chiuso con il 52% in attacco contro il 33% di Perugia). Slobodan Kovac a fine partita ha spiegato: «A tratti si è visto il gioco che vogliamo fare nel nostro futuro. Abbiamo giocato con buona qualità e difeso parecchio, ma Trento ha dei campioni in campo capaci di trovare sempre il colpo risolutore. Credo che ci è mancata un po’ di fiducia in alcuni frangenti. Cono loro devi sempre giocare al 100%, ma chiaramente ci dobbiamo ancora abituare a giocare a questi livelli». Il tecnico serbo comunque ha apprezzato l’impegno dei suoi ragazzi che hanno lottato con grinta e carattere e che sono usciti dal campo con l’applauso convinto del pubblico del Pala-Evangelisti. Proprio la massiccia presenza di spettatori è una delle note più positive per la società bianconera in questo inizio di stagione. A Pian di Massiano è tornata la grande pallavolo e, come conseguenza, è tornato anche l’entusiasmo degli sportivi perugini. Già contro Verona, match giocato di sabato pomeriggio, si era vista una discreta presenza sulle gradinate. Poi nelle successive due uscite, il derby con San Giustino e appunto l’incontro di ieri sera contro Trento, l’impianto sportivo presentava un colpo d’occhio invidiabile. Grazie naturalmente all’importanza degli eventi, ma grazie anche alla crescita ed al bel gioco della formazione bianconera che ha saputo entrare con il lavoro, l’impegno e l’abnegazione nei cuori dei tifosi di pallavolo. Al loro primo anno di A1, da vivere intensamente, per i block-devils poter contare sull’appoggio ed il tifo di tante gente è indispensabile e bellissimo. La pensa così anche il direttore sportivo Benedetto Rizzuto: «È chiaro che l’ottimo campionato della passata stagione, la serie A1 e le buone partite disputate finora dai ragazzi stanno facendo aumentare l’affluenza di pubblico al palazzetto. Soprattutto nelle ultime due partite ho rivisto il Pala-Evangelisti pieno di gente ed è una cosa che ci rende contenti e ci fa immensamente piacere. Vuol dire che il pubblico si sta nuovamente appassionando alla pallavolo e che trova nella squadra un motivo di appartenenza. Mi auguro che questo trend positivo continui, a partire dai risultati dei ragazzi perché siano da traino per aumentare ancora il numero dei tifosi sulle gradinate di Pian di Massiano». Tornando al campionato, sono giorni di fuoco per i ragazzi del presidente Sirci che già nel pomeriggio di oggi sono tornati in palestra in vista del prossimo turno, pure questo sulla carta estremamente difficile. Domenica si va infatti al Fontescodella di Macerata per calcare il taraflex tricolori dei campioni d’Italia. Dopo Trento, altro cliente ‘niente male’, ma sicuramente altro passaggio importante nella crescita tecnica e di esperienza della Sir. Che vuole riaccendere definitivamente la passione per il volley di Perugia!
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 8, 2012 16:00