Città di Castello: tifosi da numeri uno

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 26, 2012 17:30

Città di Castello: tifosi da numeri uno

Gherardi Svi Citta di Castello (uniti)

gli uomini della Gherardi Svi Citta di Castello di serie A2 maschile

Avevano la gioia dipinta in volto i giocatori della Gherardi Svi Città di Castello al termine della partita di Ortona. La squadra tifernate ha battuto a domicilio la formazione che li stava appaiando in classifica, dando un’impressionante dimostrazione di forza. Dopo aver lasciato sfogare i padroni di casa nelle prime fasi del match,i biancorossi hanno recuperato il break subito e preso in mano le redini della gara. Dal 9-9 del primo set Rosalba e compagni hanno messo il turbo e non hanno mai dato la sensazione di poter subire parziali importanti. Gli abruzzesi riuscivano a stare a contatto con i tifernati più o meno fino al secondo time-out tecnico, poi l’allungo finale era sempre targato Città di Castello. Le cifre fotografano perfettamente la superiorità della squadra di un raggiante presidente Joan: 59% totale in attacco, con punte dell’83% di Piano (oggi e domani a Roma per il ‘Progetto Rio 2016’), del 75% di un meraviglioso Rosalba e 60% di Fromm, 72% di ricezione positiva, 8 muri e solo 5 errori. E le cifre delle classifiche di rendimento del campionato confermano la leadership tifernate: Fromm e Rosalba sono al primo e terzo posto della classifica di efficienza degli schiacciatori con Van Walle ottavo, Piano è il miglior centrale e il miglior muro della serie A2 maschile (30 a segno), Tosi capeggia quella delle ricezioni perfette. Insomma un gran collettivo, guidato da Andrea Radici, aiutato da uno staff efficace ed efficiente, che può contare su una società seria e preparata e su un pubblico che non ha eguali, come dimostrato anche ieri. E la gioia del presidente a fine partita era anche e soprattutto per loro, per gli appassionati tifernati che in gran numero hanno raggiunto Ortona e festeggiato il primato assieme a tutta la squadra. Arveno Ioan pone l’accento sul clima respirato in tribuna e sull’accoglienza della società abruzzese: «Ringraziamo la società di Ortona per l’accoglienza ricevuta e per lo spettacolo offerto dalle due tifoserie sugli spalti. Ortona ha definito il nostro pubblico il miglior pubblico d’Italia perché raramente in serie A2 si vedono almeno 100 persone fare più di 600 chilometri tra andata e ritorno per incitare i nostri ragazzi. Questi avvenimenti ci fanno capire che la pallavolo può insegnare a tante altre realtà sportive». C’è grande gioia e soddisfazione nelle parole di Andrea Radici: «Siamo stati bravi, abbiamo giocato benone. E’ stato piacevole essere in campo, c’erano tutte le componenti al top, un grande pubblico e due compagini che avevano tutte le carte in regola per giocare una partita di alto livello. Possiamo essere contenti della nostra prestazione, non solo per il risultato ottenuto ma soprattutto per come è maturato, dopo un avvio difficile, nel quale i ragazzi sembravano un po’ nervosi. Siamo stati bravi a ricucire subito lo strappo e poi ad andare in vantaggio dopo il secondo time-out tecnico sia del primo che negli altri set; in quei frangenti abbiamo sfoderato determinazione e continuità tali da non offrire all’avversario la possibilità di giocare palla su palla nei finali di gara». Una grande prova è stata offerta anche da Alessandro Franceschiniche sta sostituendo egregiamente Braga: «Siamo scesi in campo forse un po’ troppo tesi, con la consapevolezza di quanto questa prestazione volesse dire per questo girone di andata. Dopo essere andati sotto 8-2, siamo riusciti in poco tempo a riagganciare gli avversari per merito di un gran turno in battuta di Matteo Piano. Sicuramente è stato fondamentale non cedere ad un avversario sulle ali dell’entusiasmo per quella grande partenza e sorretto da un pubblico numeroso. Numeroso ma non così partecipe come il nostro che ci ha sorretto dal primo all’ultimo punto della gara! Personalmente proprio da loro ho ottenuto forse per la prima volta in carriera un coro a mio nome e sentire il mio cognome nel terzo set è stato emozionante e li ringrazio tutti! Poi mi ricordo perfettamente il momento di un muro sul centrale avversario e l’esultanza e appoggio di tutti i miei compagni. Ora abbiamo quattro partite importanti per chiudere l’andata e ce la metteremo tutta non sottovalutando l’avversario che avremo di fronte ogni domenica,forse è questa concentrazione e l’amicizia che ci sta aiutando nei momenti difficili che anche grandi campioni devono affrontare nel corso della gara». La partita tra Ortona e Città di Castello sarà trasmessa domani sera alle ore 19 da Rai Sport 1. In considerazione di ciò la differita su Trg slitta a mercoledì 28 novembre alle ore 21,15 sul canale 11.
(fonte Città di Castello Pallavolo)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 26, 2012 17:30