Fabrizio Raspa: «Bastia Umbra meglio delle previsioni»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 22, 2012 09:00

Fabrizio Raspa: «Bastia Umbra meglio delle previsioni»

Raspa Fabrizio

Fabrizio Raspa

Il secondo posto nella classifica di serie D femminile assegna alla One Investigazioni Bastia momentaneamente il titolo di rivelazione del campionato. Da una squadra neopromossa nessuno si sarebbe aspettato risultati così convincenti ma le sei vittorie su sette giornate disputate autorizzano ad essere più che ottimisti. A parlare del momento è l’allenatore Fabrizio Raspa: «E’ stata una partenza positiva contro ogni pronostico. Rispetto allo scorso anno il gruppo non è praticamente cambiato, si è ringiovanito con l’innesto di tre ragazze under 16 e due ragazze (Fastellini e Mariucci) che sono andate a sostituire le uscenti Di Matteo e Mancinelli. Quindi si può dire che il gruppo è lo stesso che ha conquistato la promozione. Le ragazze comunque stanno lavorando duramente sin dal primo giorno di allenamento, sono sempre presenti e costanti nel loro impegno. Il gruppo che si è creato consente di lasciare qualche spazio anche al divertimento, necessario per le motivazioni personali delle giovani». Un programma che il tecnico bastiolo porta avanti con un valido sostegno. «Per questi risultati devo anche ringraziare il mio amico Fabio Berrettoni con il quale riusciamo ad organizzare al meglio il lavoro in palestra, insieme possiamo puntare su vari aspetti, quello delle correzioni tecniche individuali e quello del lavoro di gruppo. D’altra parte la giovane età delle ragazze ce lo consente. L’organico ha belle potenzialità che devono essere messe a frutto e fatte maturare. Le due atlete più esperte sono Ilaria Ercolani e Veronica Fastellini (classe 1990) che rappresentano un punto di riferimento per le altre, il resto sono under 18 ed under 16. Siamo felici per l’inizio di stagione ma non guardiamo la classifica, perché sappiamo bene che dovremo affrontare squadre molto attrezzate ed esperte come Acquasparta, Nocera Umbra, Petrignano e Todi. Dunque per una squadra giovane come la nostra non conta solo il risultato del campo ma il perseguimento dei propri obiettivi per la crescita delle ragazze da un punto di vista individuale e soprattutto di squadra. Sicuramente le vittorie aiutano a crescere con più stimoli, ma questo è merito delle ragazze che stanno capendo l’importanza del ruolo attraverso la loro dedizione».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 22, 2012 09:00