Il derby è di Perugia, San Giustino cede il passo

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 4, 2012 21:13

Il derby è di Perugia, San Giustino cede il passo

Petric Nemanja (schiaccia)

attacco di Nemanja Petric e muro di Markus Bohme

Derby maschile avvincente in serie A1. Come nel migliore dei copioni la battaglia è aspra e termina dopo cinque set. Vince la Sir Safety Perugia che davanti al suo pubblico (per la verità erano tanti anche i supporters ospiti, ndr) riesce a dominare una irruenta Vivi Altotevere San Giustino dimostrando di essere più risoluta e con un numero maggiore di frecce nel proprio arco. Un duello tra compagini dagli obiettivi differenti che ha dato luogo ad un match più agonistico che tecnico. Pubblico delle grandi occasioni al palasport Giuseppe Evangelisti per uno scontro che è più di un derby. Lo spettacolo non è mancato, evidenziando un certo livellamento dei valori in campo, ma quando le palle hanno cominciato a scottare è emersa la maggior sicurezza dei padroni di casa. Grande battaglia sotto rete ma sempre corretta e leale, con i fischietti Santi e Saltalippi che non hanno sbagliato una decisione ed hanno tenuto in pugno la gara con grande mestiere. In avvio a rompere gli indugi è subito la battuta altotiberina (cinque gli ace nel set d’apertura di cui tre per De Togni) che porta a +3 gli ospiti ma poi Vujevic lo imita e con una serie ancor più proficua ribalta (5-3). La carica emotiva è altissima in campo e si traduce in difese spettacolari con la palla che non ne vuole sapere di cadere a terra tenendo vivo il confronto (8-8). Dopo la sospensione tecnica ci provano i padroni di casa a rompere gli indugi e scavano un piccolo solco con Tamburo (sette palle a terra) che attacca e mura nella catena di montaggio (16-11). Il ritardo è annullato con l’ingresso di Mc Kibbin in regia e da una serie micidiale di Van Den Dries (70% in attacco – risulterà poi tra le bocche da fuoco più prolifiche della serata, che trascinano all’aggancio (17-17). I perugini ripartono tramite un nuovo guizzo dalla banda con Vujevic che castiga a ripetizione ed acquisisce tre punti di vantaggio, poi è proprio lui a sigillare il punteggio con un pallonetto di fino in attacco che sorprende gli avversari. San Giustino riparte con coraggio e prende di forza il comando alla ripresa con Cesarini impenetrabile in seconda linea ed un ritrovato Cebulj di banda (6-9). Nonostante un buon Petric (sette palloni vincenti nel set) Perugia perde ulteriormente contatto e Kovac è costretto ad interrompere con un time-out discrezionale (8-12). La pausa non porta benefici al gioco bianconero e così Edgar entra per rilevare Tamburo, il cambio però non spaventa gli azzurri che con l’ottima correlazione muro-difesa non permettono recuperi di alcun genere (15-20). Cebulj si mantiene su un ottimo 86% in ricezione e Van Den Dries infligge punizioni dalla sua zona preferita (18-23). Il finale non ha sussulti ed è Bohme (75% offensivo) che firma il pareggio inchiodando in successione due primi tempi. Invertiti ancora i campi la Vivi Altotevere aggredisce con la battuta e mostra di non avere timori reverenziali (5-7). Cebulj fa la voce grossa sulla banda e De Togni è un cecchino infallibile in veloce ma Perugia sa cosa deve fare e Daldello stimola i suoi centrali mettendoli in condizione di far male, prima Alletti e poi Semenzato rimettono in asse (10-10 e 14-14). Il momento è catartico, per riprendere un famoso motto, e sotto rete un disinibito Giorgio De Togni (83% e 5 punti nella frazione) unisce alla tecnica un po’ di sana cattiveria agonistica scavando il solco (16-20). Dalla parte opposta si evidenziano diversi problemi in ricezione e Kovac cambia qualcosa gettando nella mischia Tomassetti e l’ex Schwarz; l’impassibile Mc Kibbin guida con grande abilità la sua squadra che mantiene il margine senza problemi (17-22). Il finale è la fotocopia del set precedente con Cebulj indemoniato che sigla il sorpasso ospite. Nella quarta frazione si lotta gomito a gomito con un’intensità elevatissima (7-7). I perugini fanno più fatica a costruire il gioco perché la ricezione soffre e l’attacco viene spesso neutralizzato dalla difesa degli azzurri. Malgrado ciò la Sir Safety riesce a tenere il pallino del gioco in mano e con Petric mette un paio di break (14-11). Kovac cambia regia ed inserisce Van Harskamp ma è sempre un Petric tutta sostanza a scavare il solco, stavolta da fondo campo (16-12). Da parte sue Fenoglio gioca la carta Mattioli ma il servizio del neo entrato regista olandese porta nel punteggio ancora più divario (20-14), mentre Nemanja Petric(dieci sigilli nel set) continua a mostrare il suo immenso repertorio ed allora non resta che attendere il quinto set. Il tie-break è il coronamento di un match straordinario e vede la gestione di Perugia più lucida con il muro che trova consistenza e propizia il primo strappo (6-3). Nonostante la grande grinta messa in campo dai sangiustinesi il trend non cambierà più e non resta che attendere il fischio finale che arriva dopo l’uno-due di Alletti in primo tempo. Vittoria che da morale e classifica a Perugia, un punto che fa rabbia ma da anche fiducia a San Giustino. Ottima la direzione arbitrale, e non poteva essere altrimenti, della coppia umbra più rappresentativa del momento, nonché migliore del panorama italiano.
SIR SAFETY PERUGIA – VIVI ALTOTEVERE SAN GIUSTINO = 3-2
(25-20, 19-25, 21-25, 25-17, 15-12)
PERUGIA
: Petric 28, Tamburo 14, Vujevic 12, Alletti 11, Semenzato 8, Daldello 2, Giovi (L1), Edgar 1, Van Harskamp 1, Schwarz, Tomassetti. N.E. – Van Rekom, Pochini (L2). All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
SAN GIUSTINO
: Van Den Dries 19, Fiore 16, De Togni 14, Bohme 14, Cebulj 14, Torre, Cesarini (L1), Mc Kibbin 1, Mattioli 1, Gradi, Guttmann. N.E. – Coali, Lo Bianco (L2). All. Marco Fenoglio e Vincenzo Porro.
Note – Spettatori 3’000.
Durata dei set: 29’, 28’, 33’, 29’, 19’.
Arbitri – Simone Santi (PG) e Fabrizio Saltalippi (PG).
SIR SAFETY (b.s. 14, v. 7, muri 12, errori 6).
VIVI ALTOTEVERE (b.s. 13, v. 7, muri 13, errori 15).
httpv://www.youtube.com/watch?v=E85rP5Zku5w
httpv://www.youtube.com/watch?v=TPHo61ZLlYY
httpv://www.youtube.com/watch?v=PwZC0jwpnrc

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 4, 2012 21:13