San Giustino sconfitta a Vibo Valentia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 18, 2012 21:13

San Giustino sconfitta a Vibo Valentia

Bohme Markus (attacco)

il centrale Markus Bohme in attacco

La stella della Tonno Callipo Vibo Valentia torna a splendere in un Pala-Valentia caldissimo che festeggia la terza vittoria stagionale in serie A1 maschile interna in tre gare giocate tra le mura amiche. Questa volta li calabresi concedono un set alla Vivi Altotevere San Giustino che, dopo i due primi parziali giocati in apnea, riaffiora nel finale del terzo set mettendo a referto il suo unico punto. L’efficace servizio di Vibo e la maggiore precisione in attacco dei giallorossi, le chiavi del match. Sono 10 gli ace messi a segno dai giallorossi, cinque firmati dal solo Tine Urnat che in apertura di gara mette alle corde gli uomini di Marco Fenoglio scavando dai nove metri un solco di ben settepunti. È notevole anche la prova di Denis Kaliberda (Mvp del match) con 18 punti all’attivo per il 69% in attacco. Altra spina nel fianco degli ospiti l’opposto Niels Klapwijk, best scorer del match con 24 punti e il 57% in attacco. Tra gli umbri si mette in evidenza la mossa a sorpresa Goran Maric, migliore tra i suoi, con 13 punti e il 55% in attacco in ombra Cebulj (6) e Van Den Dries (7). A favore di Vibo le percentuali di squadra con il 56% in attacco contro il 48% degli ospiti e il 71% di ricezioni positive (42% perfette) mentre per gli umbri la ricezione è stata per il 53% positiva e per il 38% perfetta. Buona quindi la prova complessiva della squadra vibonese che paga una leggera contrazione nel set vinto da San Giustino quando nel finale lascia agli umbri la possibilità di sfruttare al meglio due gravi indecisioni. Tre punti d’oro comunque che ora valgono il terzo posto in classifica a pari punti (14) con l’Itas Diatec Trentino. Francesco Mattioli ha dichiarato a caldo: «C’è stata troppa differenza tra la nostra battuta e ricezione e quella di Vibo. Loro quando forzavano riuscivano quasi sempre a metterla dentro mentre noi abbiamo avuto non poche difficoltà a ricevere. Al contrario, noi sbagliavamo molto quando forzavamo in battuta e la loro ricezione teneva molto bene. Solo con la battuta float di Torre li abbiamo messi un po’ in difficoltà e siamo riusciti a strappare un set, ma se la differenza è così tanta, facciamo davvero fatica in questo momento a contenere squadre che battono forte come Vibo».
TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA – VIVI ALTOTEVERE SAN GIUSTINO = 3-1
(25-19, 25-18, 23-25, 25-17)
VIBO VALENTIA: Klapwijk 24, Urnaut 18, Kaliberda 18, Buti 14, Barone 2, Coscione, Farina (L), Forni, Cortellazzi. N.E. – Montesanti, Rocamora, Badawy, Presta. All. Gianlorenzo Blengini.
SAN GIUSTINO: Maric 13, Mattioli 10, Van Den Dries 7, Cebulj 6, Bohme 5, Mc Kibbin 4, De Togni 3, Cesarini (L), Torre 1. N.E. – Guttmann, Coali, Gradi, Lo Bianco. All. Marco Fenoglio.
Arbitri: Tanasi e Cappello.
Note – Spettatori 1500, incasso 5900, durata set: 24′, 23′, 29′, 24′; tot: 100′.
(fonte Callipo Vibo Valentia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 18, 2012 21:13