Saroretti: «San Giustino deve essere più cinica»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 7, 2012 17:00

Saroretti: «San Giustino deve essere più cinica»

Sartoretti Andrea (smorfia)

Andrea Sartoretti

Passata l’amarezza per la sconfitta maturata al tie-break contro Perugia, la Vivi Altotevere San Giustino torna in palestra per preparare la gara contro Verona, che si disputerà domenica prossima, 11 novembre alle ore 18 al Pala-Kemon. Il sestetto di coach Fenoglio cercherà di regalare al proprio pubblico la prima vittoria in campionato. Vittoria che poteva essere conquistata già nelle gare con Latina e Perugia, in cui il sestetto azzurro non ha saputo sfruttare, a proprio vantaggio, alcune fasi di gioco estremamente favorevoli. Peccati di gioventù, ma anche tanta sfortuna visti gli infortuni delle ultime settimane. E quindi diventa difficile allenarsi, provare schemi, giocare in allenamento, il sei contro sei, se non si ha l’intera rosa a disposizione. Ma Vivi Altotevere sta comunque crescendo, nell’ultimo match con Perugia a tratti ha mostrato una buona circolazione di palla, schemi incisivi, precisione in fase di ricezione. Ciò ha permesso a Torre e Mc Kibbin di tracciare traiettorie invitanti e precise in favore degli attaccanti azzurri. Tra i singoli, Andrea Cesarini e’ in una fase di crescita, ed al centro, Bohme e De Togni iniziano a trovare i tempi giusti. Ai lati invece, è necessaria ancora maggiore incisività, e più precisione. Fiore, Cebulj e Van Den Dries hanno alternato prestazioni eccellenti, a momenti meno positivi. Nel complesso occorre più continuità, soprattutto a livello mentale, e su questo, Fenoglio ed il suo staff, concentreranno la maggior parte degli sforzi. Il direttore sportivo Andrea Sartoretti afferma: «Dobbiamo essere bravi a cogliere le occasioni che ci capitano nel corso della gara. Siamo cresciuti molto in questa prima parte di campionato, ma in alcune gare, non siamo riusciti a sfruttare al massimo i momenti favorevoli. Su questo aspetto dovremo lavorare molto nel corso delle prossime settimane. La serie A1 maschile è un campionato competitivo, in cui i margini di errore sono minimi, se commetti errori, difficilmente riesci a recuperare. Nella massima serie un  giocatore deve essere in grado di poter gestire al meglio la pressione. Questo è un aspetto fondamentale per ogni atleta professionista. Con Perugia abbiamo avuto la possibilità di centrare la prima vittoria in campionato, abbiamo commesso degli errori su palle facili. E’ stato questo che ci ha impedito di portare a casa il primo successo. Ma, ripeto, ho visto una squadra in forte crescita. Ora dobbiamo voltare pagina, non abbiamo tempo per recriminare sugli errori che abbiamo commesso. Domenica prossima giochiamo in casa, contro Verona. Una squadra esperta, con elementi di valore, una formazione, sulla carta, più attrezzata di noi. Dobbiamo sfruttare al meglio le nostre potenzialità, imporre, dal primo set, il nostro gioco, metterli in difficoltà sul piano fisico, giocare ordinati, veloci, ma senza sbavature. Se li lasciamo giocare liberamente, possono crearci molti problemi. Ci aspetta un’altra partita difficile, un’altra tappa importante verso la nostra maturazione».
(fonte Vivi Altotevere San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 7, 2012 17:00