Sir Safety Perugia, il punto sul settore giovanile

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 22, 2012 15:14

Sir Safety Perugia, il punto sul settore giovanile

Taba Marco (allenatore)

Marco Taba

Hanno preso il via, con l’eccezione dell’under 14 e dell’under 13, tutti i campionati regionali giovanili che vedono in lizza le varie formazioni della Sir Safety Perugia. Ed i risultati positivi sono cominciati a piovere copiosi. Partendo dall’under 19, i ragazzi guidati in panchina dalla coppia Giannini-Piacentini hanno finora inanellato tre vittorie in altrettanti confronti. A cadere sotto i colpi di capitan Cricco e compagni sono state nell’ordine il Narni, il Foligno ed il Clt Terni. La squadra sta rispettando il cammino di crescita tecnica coadiuvato dai risultati, sempre importanti per infondere fiducia per il proseguo del torneo. Torneo che vedrà i block-devils affrontare prossimamente due avversarie di livello come Spoleto e Umbria Volley, due dirette concorrenti per i piazzamenti di rilievo in classifica. In queste prime tre giornate si sono messi in evidenza i miglioramenti di un gruppo che, non va dimenticato, gioca con otto dodicesimi under 17. Proprio questi ultimi, i vari Piscella, Maracchia, Dal Pozzo e Radicioni sono certamente le rivelazioni migliori e sono anche facile collegamento per il secondo campionato di categoria, quello appunto dell’under 17. Anche in questo caso, alla terza di campionato, solo vittorie per i piccoli ragazzi guidati a bordo campo da Taba con il direttore tecnico Giannini in veste di supervisore. Contro Città di Castello, Gubbio e Altotevere i due tecnici bianconeri hanno potuto apprezzare la duttilità della squadra, con i vari elementi in grado di giocare in diversi ruoli alla ricerca dell’assetto migliore. Molto interessante in questa categoria la ‘scoperta’ di Stefano Baldassarri nel nuovo ruolo di libero, la qualità di Pecci, specialmente al servizio e a muro, e la concretezza della diagonale Minelli-Pieretti sempre pronta e dar manforte alla squadra nel momento del bisogno. Scendendo di età, si arriva all’under 15, terzo torneo di categoria in svolgimento. Dopo due giornate, i piccoli bianconeri, con Giannini in panchina, veleggiano in classifica a punteggio pieno con sei punti frutto delle due affermazioni contro Spoleto e Perugia 2012. Oltre ai risultati, la nota più lieta di questo gruppo è certamente il fatto che sono stabilmente in campo tre ragazzi classe 1999 (Alberto Baldassarri, Federico Guerrini ed Andrea Stirpe) davvero interessanti e di prospettiva, l’ultimo dei quali, appunto Baldassarri, al primo anno da palleggiatore sta imparando a gestire al meglio le difficoltà del ruolo anche nel campionato di serie D maschile. I prossimi appuntamenti contro Orvieto (domenica mattina al palazzetto di viale Giontella alle ore 11) e Terni (martedì prossimo in trasferta alle ore 17,30) daranno certamente un quadro più chiaro del campionato di under 15. Campionato che vede in lizza anche un altro team delle giovanili bianconere, denominato Assisi-Bastia con Piacentini alla guida. Un gruppo che, nonostante la pochissima esperienza di campo, inizia ad avere i primi piccoli risultati, non ultimo il successo in quel di Foligno guidato in panchina dall’ex tecnico bianconero Scappaticcio. Con l’under 14 e l’under 13 che prenderanno il via la prossima settimana (e con la Sir che presente al via tre formazioni per ogni categoria, due di Bastia ed una di Perugia), la chiosa della prima parte della stagione spetta ad uno dei tecnici del settore giovanile, lo ‘Sparviero’ Marco Taba: «Tutta la nostra attenzione è rivolta al processo di miglioramento dei ragazzi, senza pensare tanto ai risultati, anche se la nostra convinzione è che alla fine il lavoro paga e quindi di conseguenza arriveranno, speriamo, anche dei buoni riscontri dal campo. La cosa secondo me fondamentale è far diventare i ragazzi, prima che tecnicamente bravi, degli ‘atleti’, cioè allenare l’atteggiamento in palestra, far aumentare la loro passione per la pallavolo e inculcare la consapevolezza che per migliorare non basta solo grande impegno ma ci vuole spirito di sacrificio, autostima e voglia di superare i propri limiti. Lo ripetiamo sempre ai nostri ragazzi e devo dire che, parlando adesso dei ragazzi del ’99 che affrontano un campionato per loro difficilissimo come la serie D, questi ultimi si presentano in campo ogni settimana con questa mentalità».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 22, 2012 15:14