Valentina Cappelletti: «Petrignano è felice di stupire»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 29, 2012 18:30

Valentina Cappelletti: «Petrignano è felice di stupire»

Cappelletti Valentina

Valentina Cappelletti

Sono anni ormai che è lontana dal palcoscenico umbro più importante, ma in questa stagione torna a sognare la Volley 86 Petrignano che con il successo di sabato nel derbissimo col Bastia Umbra ha scavalcato le cugine ed ora si è attestata al secondo posto della serie D femminile. Un risultato che ha gettato nell’entusiasmo l’ambiente biancoblu e tutta la tifoserie che segue con crescente fiducia le imprese delle proprie beniamine. Tra loro una delle più esperte è l’opposta mancina Valentina Cappelletti che fornisce le sue impressioni sul gruppo: «Posso dire che, fortunatamente, l’organico è rimasto pressoché invariato dalla stagione scorsa, l’innesto di Segoloni, Orlandi e Speziali è stato assolutamente positivo sia sul piano umano che tecnico. La squadra era già molto unita ma quest’anno è scattato qualcosa in più. Credo che il fatto di stare spesso tutte insieme anche fuori dal campo, abbia contribuito a consolidare un’amicizia vera che immagino sia evidente anche agli occhi di coloro che ci osservano giocare». Non è l’unico caso di mamma sottorete, ma con trentatre anni di età ed una bimba di due anni da crescere, è evidente che debba fare qualche sacrificio in più. «Io e le mie due compagne-amiche perugine, Corboli ed Orlandi, accettiamo di buon grado di andare ad allenarci lontano da casa tre o quattro volte a settimana proprio perché siamo veramente affezionatissime al nostro gruppo e alla realtà petrignanese. Siamo una squadra molto allegra e chiassosa, abbiamo dei dirigenti che ci supportano molto e cercano di assecondare le nostre stramberie, per cui anche in palestra c’e’ sempre un clima molto positivo e disteso. L’allenatore Bacioccola invece è abbastanza severo e ci fa sudare parecchio, ma da grande conoscitore della pallavolo femminile quale è, per noi è un grande punto di riferimento sia a livello tattico che tecnico». Dopo otto giornate di calendario si pensa in positivo dalle parti di Petrignano d’Assisi, anche se durante l’estate le incognite non erano poche. «Il campionato è partito con molte perplessità perché sapevamo di avere alcune carenze di organico in diversi ruoli ed è stata una grandissima sorpresa anche per noi osservare, partita dopo partita, come siamo riuscite a trovare la quadratura del cerchio per risolvere con forza di volontà ogni momento difficile in campo. Stiamo imparando a bilanciare l’una con l’altra pregi e difetti, a compensare le lacune lavorando molto sui nostri limiti e provando a dare sempre fiducia alla compagna che abbiamo accanto. Certo la strada da percorrere è ancora molto lunga, ci sono tante squadre molto valide ancora da affrontare quindi restiamo coi piedi per terra pur non ponendo limiti alla provvidenza. Diciamo molto scaramanticamente che il nostro obiettivo è quello di non fare i play-out». Per quanto riguarda il livello del campionato di quest’anno l’atleta con la maglia numero 13 guarda lontano ed azzarda una previsione. «Rispetto allo scorso anno ci sono tante squadre nuove e molto giovani, che però hanno delle individualità davvero interessanti, e che magari si trovano nella parte bassa della classifica solo perché pagano un po’ il prezzo dell’inesperienza. Sono tuttavia convinta che il girone di ritorno regalerà delle grandi sorprese e colpi di scena, ma intanto noi ci preoccupiamo delle nostre dirette inseguitrici come Nocera Umbra, Amelia o Sigillo che sono delle ottime realtà pallavolistiche e non credo abbiano intenzione di mollare la presa tanto facilmente. Abbiamo deciso di vivere un po’ alla giornata e goderci tutte le vittorie con lo stesso entusiasmo di una finale play-off, perché la verità è che siamo noi le prime a rimanerne sorprese». Questa settimana il pensiero è proiettato a domenica 2 dicembre, quando alle ore 18 saremo di scena in casa del Marsciano. «Sappiamo che non sarà una partita semplice, anche perché momentaneamente siamo prive di una giocatrice importante come Benedetta Segoloni, ferma per un infortunio al ginocchio. Personalmente proverò a sostituirla degnamente, come è già avvenuto sabato scorso, per regalarle insieme a tutta la squadra almeno il sorriso per una nuova vittoria».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 29, 2012 18:30