Alberto Scarponi: «A Chiusi per maturare»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 14, 2013 06:00
Scarponi Alberto

Alberto Scarponi

Continua a dominare la scena la formazione targata Emma Villas Chiusi che comanda in serie C maschile. Un primato che è stato confermato anche nella diciassettesima giornata stagionale ma che non permette rilassamenti perché Perugia tallona sempre con un punto di ritardo e Terni dista solo due lunghezze nella massima categoria regionale umbra. L’ultima gara interna vinta col Gubbio è stata l’occasione per vedere in campo atleti che scalpitano per trovare spazi, uno di questi è il centrale Alberto Scarponi autore di una buona prova e di sette punti: «Sapevo che venendo qui sarei stato il più giovane e quindi avevo timore a scendere in campo ma con le opportunità che il coach Massimo Marchettini mi ha concesso ho cercato sempre di fare bene e di dare il meglio di me in nome della squadra. Ho la consapevolezza di non poter giocare partite più importanti con avversari come Terni, Perugia o Selci ma confido sempre di migliorare ogni allenamento che faccio e sono fiducioso che con gli esercizi e la forza di volontà riuscirò anche a competere con squadre di quel calibro e riuscendo ad impormi nei fondamentali come muro ed attacco». L’atleta nato ad Arezzo proviene dal fulgido vivaio di San Giustino che a Perugia aveva la sua base logistica, un’esperienza che lo ha sicuramente formato per il salto tra i veterani e di cui si sente fiero. «Dopo la bellissima pagina del settore giovanile che mi ha dato l’opportunità di mettermi a confronto con realtà pallavolistiche di tutta Italia, essere approdato a Chiusi quest’anno per me è stato gratificante visto che sapevo quali sono le ambizioni. Quando ho ricevuto la chiamata non ci ho pensato due volte e credo di aver scelto la squadra più forte. E’ il mio primo anno con un gruppo che non è di soli giovani, ho trovato uno spogliatoio molto differente da quello a cui ero abituato, con ragazzi maturi ed esperti e che hanno molta più esperienza di me in ambito pallavolistico». Trovarsi a contatto con dei compagni di assoluto livello è uno stimolo per il giocatore nato il 28 novembre 1994 che descrive il clima ottimale che vige all’interno della squadra. «Il rapporto è buono, arrivati a questo punto della stagione sono entrato in confidenza con tutti, in particolare con Giulio Santilli, mio compagno sin dalle giovanili, con il quale ho un ottimo rapporto sia dentro che fuori dal campo; vado d’accordo anche con Giacomo Bastianini, mio compagno di viaggio, e spero un giorno di riuscire a ripetere la sua carriera. In palestra seguo spesso i consigli del mio pari-ruolo Sergio Sabatini che mi aiuta e mi da sempre buone indicazioni a livello tecnico. A differenza di altri io non gioco più in un campionato giovanile e quindi ho tutto l’interesse a fare bene nel torneo di serie C per raggiungere risultati importanti». La Emma Villas ha puntato su di lui e sui suoi 195 cm. di altezza, essendo una delle promesse per il futuro l’atleta sente la necessità di concludere con un incoraggiamento. «Vorrei ringraziare tutti i dirigenti che mostrano il massimo rispetto nei miei confronti; devo riconoscenza soprattutto a Giammarco Bisogno che mi ha voluto fortemente in questa squadra. Ho ricevuto da lui degli elogi e cercherò di ripagarlo per la stima e per la scelta effettuata».
(fonte Vitt Chiusi)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 14, 2013 06:00