Andrea Magrini: «A Spoleto voglio mettermi in evidenza»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 7, 2013 19:30
Magrini Andrea

Andrea Magrini

Procede spedita l’attività della Marconi Spoleto che è impegnata su molti fronti per cercare di dare qualità ad un serbatoio di atleti che è numericamente tra i più interessanti della regione in campo maschile. Una politica proiettata sulla crescita quella del club biancoverde che ha le due squadre di punta (serie B2 e serie C) infarcite di giovani dalle belle speranze. In particolare è la formazione che partecipa alla massima categoria regionale umbra a sviluppare il progetto di rivalutazione delle risorse umane, un gruppo nel quale sono riposte molte aspettative. La formazione neopromossa guidata dai tecnici Restani e Gori è attualmente sesta della classifica e reduce da una convincente vittoria sul campo del Gubbio. Uno dei titolari è lo schiacciatore Andrea Magrini che sabato scorso ha messo a terra sette palloni e che commenta così il periodo: «Il cammino della nostra squadra fino ad oggi è positivo dato che siamo una matricola. Nel campionato di serie C spero di trovare più spazio per esprimere le mie potenzialità e crescere sempre di più. Sto cercando di impegnarmi al massimo e se mi verrà data fiducia sarò pronto a dimostrare le mie qualità». Il giocatore nato il 27 marzo 1995 che aveva vestito sino allo scorso anno la maglia delle giovanili del San Giustino è impegnato anche nel torneo juniores nel quale si confronta con grande impegno. «Sicuramente il campionato dove posso esprimere al massimo le mie capacità è quello under 19 visto che devo confrontarmi con ragazzi della mia età, e sono molto contento dei risultati ottenuti sino ad ora». Torna a parlare del massimo torneo umbro l’atleta spoletino di 185 cm. che evidenzia gli aspetti positivi. «Le nostre avversarie a mio avviso non hanno nulla in più di noi e se affrontiamo tutte le partite con la concentrazione adeguata possiamo giocarcela con tutte. Siamo un bellissimo gruppo, unito e pieno di voglia di migliorare e questi sono gli ingredienti che servono per crescere anche se non penso ci sia qualcosa in particolare da deplorare visto che nessuno si aspettava queste nostre prestazioni a inizio anno».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 7, 2013 19:30