Città di Castello corre, Brolo si fa da parte

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 10, 2013 20:45

Città di Castello corre, Brolo si fa da parte

Castello-Brolo

un momento della gara tra Città di Castello e Brolo

Che vittoria, che successo, che spirito di squadra! Nella giornata in cui deve fare a meno di due pedine fondamentali la Gherardi Svi Città di Castello dà l’ennesima risposta di grande unità e coesione e strappa un successo di straordinaria importanza in serie A2 maschile contro una Elettrosud Brolo che lotta nei primi due set fino alla morte. Nel sestetto tifernate non ci sono né capitan Rosalba, ancora non al meglio dopo l’infortunio al dito, né Piano, problema a un gomito accusato nell’allenamento di rifinitura mentre Grasso è in panchina ma non utilizzabile causa influenza. Si comincia con un punto a testa di Van Walle  e Paoli, il primo break è di Pereyra (1-2). I biancorossi siglano tre punti di fila con Massari e Van Walle in attacco e Visentin a muro (4-2) poi Massari piazza l’ace su Scolaro (5-2). Franceschini non si fa pregare per la palla del 6-3, Paoli non trova il campo (7-3) e Van Walle tira la parallela vincente dell’8-4 per il primo time out tecnico. L’insidiosa battuta di Cavanna consente ai siciliani di recuperare un break (8-6), Braga riallontana subito la minaccia (9-6) ma Pereyra non ci sta (9-8). E quindi comincia la battaglia del punto a punto (11-11, muro di Cavanna). I padroni di casa però mettono a segno un altro break con Van Walle dopo una gran difesa Massari-Fromm (14-12). Ci pensa Fromm dalla zona due a spedire le due squadre alla seconda sosta tecnica sul 16-14. Ancora Pereyra porta Brolo sul 17-16 ma Mengozzi sbaglia il pallonetto (19-16 e time-out ospite). Il muro a tre biancorosso ferma l’attacco di Mengozzi che viene sostituito da Capra. Due punti di Pereyra, attacco e ace, riportano ancora sotto gli ospiti, fermati dalla palla a terra di Van Walle (22-19). Con la battuta del neo entrato Capra, Brolo torna ancora a contatto (22-21 e time out Radici). Al rientro bordata di Fromm e muro dello stesso tedesco su Pereyra (24-21). Va in campo Buzzelli e consente a Ruiz lo slash del 24-23 (time out Radici). I meridionali pareggiano con Buzzelli (24-24) ma Braga mura Paoli (25-24). Van Walle non trova il campo per la palla del possibile 26-24 e Cavanna regala la palla set a Brolo (25-26), annullata da Van Walle. Un gravissimo errore dell’arbitro (muro in campo Brolo giudicato passato sottorete) dà un’altra palla set ai siciliani.  Pipe vincente di Fromm (29-28), pareggio di Paoli (29-29). Il punto decisivo è di Visentin a muro su Capra. Si ricomincia nel secondo set ancora con qualche indecisione arbitrale (2-2) e con errori delle due squadre, soprattutto in battuta (4-4). Break ospite a muro di Sesto (5-7) ed è 6-8 al primo time-out tecnico. Gli umbri soffrono un po’ in ricezione (6-9) e sciupano un paio di occasioni per tornare a contatto con gli ospiti. Sesto sbaglia l’attacco (11-12) poi sigla l’11-13. Lo slash di Massari pareggia i conti (13-13) ma Brolo è avanti sul 15-16 al secondo time-out tecnico. Fromm riporta avanti Città di Castello (17-16), Cavanna mette a terra un punto fortunoso per il 17-18. Tofoli tenta la carta Buzzelli ed ottiene un break (18-20).  Fromm schiaccia a terra la pipe del 21-22 ma ancora un’indecisione arbitrale, fallo in palleggio di Mengozzi non sanzionato, riporta la palla nella metà campo brolese (21-23). Fallo di posizione sanzionato dal secondo arbitro e parità (23-23), Pereyra guadagna la palla set e Radici chiama time out (24-23), lo stesso opposto argentino spara fuori il 24-24. Ancora Pereyra (24-25) poi errore al servizio ospite. Massari fallisce la battuta (25-26), Van Walle non sbaglia (26-26). Braga mura il pallonetto di Cavanna (27-26 e time-out Tofoli) e Fromm inchioda Ruiz (28-26). Con Capra al posto di Mengozzi in campo nella squadra ospite, break tifernate sul 4-2 (errore ospite), poi 5-2 col muro di Van Walle. Dopo un errore di Paoli, l’allenatore ospite fa entrare Ferraro al posto del centrale ex Loreto, Van Walle colpisce dalla zona di battuta per l’8-3. L’opposto belga usa la sua ottima manualità per mettere a terra la palla dell’11-5 dopo una difesa di Visentin e un’alzata di Tosi, costringendo Tofoli al time out. Un ace di Franceschini è giudicato out tra le proteste del pubblico di fede tifernate ed il turno in battuta di Cavanna riavvicina Brolo (11-8). Fromm prima sbaglia in ricezione poi colpisce dalla zona uno (14-10), Massari inchioda prima Pereyra poi Sesto (16-10 e secondo time out tecnico). Tofoli rimette in campo Mengozzi per Benito Ruiz ma Capra spara la palla sull’asta (17-10). Un paio di errori dei tifernati danno nuovo ossigeno all’Elettrosud (17-15) ed allora Radici chiama time out. Ci pensa Van Walle a sistemare le cose con una diagonale stretta (18-15), l’errore di Capra costringe al time-out discrezionale Tofoli (19-15). Doppio cambio dell’allenatore ospite ma Blasi non trova la misura del palleggio (21-16). Sul 22-17 entra anche il giovane libero Lensi, Buzzelli spara out la palla del 23-17 e Massari sigla l’ace del 24-17. Va in campo anche Carminati, è il pallonetto di Visentin a dare il successo alla capolista che si avvicina sempre di più al sogno… tra il tripudio del pubblico tifernate.
GHERARDI SVI CITTA’ DI CASTELLO – ELETTROSUD BROLO = 3-0
(31-29, 28-26, 25-18)
CITTA’ DI CASTELLO
: Fromm 17, Van Walle 15, Massari 15, Braga 7, Franceschini 5, Visentin 3, Tosi (L), Carminati, Sartoretti, Lensi (L2). N.E. – Grasso, Rosalba, Piano. All. Radici.
BROLO
: Pereyra 18, Benito Ruiz 13, Sesto 8, Paoli 6, Cavanna 5, Mengozzi 3, Ciabattini (L1), Ferraro 2, Buzzelli 1, Capra 1, Blasi, Ricci. N.E. – Scolaro (L2). All. Paolo Tofoli.
Arbitri: Licchelli e Andreoni
GHERARDI SVI (b.s. 9, v. 4, muri 12, errori 5).
ELETTROSUD (b.s. 9, v. 7, muri 4, errori 10).
(fonte Città di Castello Pallavolo)
httpv://www.youtube.com/watch?v=WpxquLA_lYI

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 10, 2013 20:45