Città di Castello torna nell’Olimpo del volley

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 24, 2013 21:10

Città di Castello torna nell’Olimpo del volley

Gherardi Svi Città di Castello (promozione)

foto di gruppo per la Gherardi Svi Città di Castello che festeggia la promozione in serie A1 maschile

La storia scrive alcune pagine che restano indelebili. Quelle del 24 febbraio al Pala-Ioan fanno parte di un capitolo molto speciale perché tornare nella massima categoria di pallavolo maschile a distanza di  22 anni non è impresa semplice da compiere. Ci è riuscita la Gherardi Svi Città di Castello che con il rullo compressore di questa stagione ha riportato la piazza umbra nell’olimpo del volley italiano, e dunque del mondo. C’è voluto però di compiere un ultimo passo per quella matematica di cui nessuno obiettivamente poteva dubitare, battere la Sieco Service Ortona davanti ad una folla record pronta a festeggiare. “Stiamo arrivando, stiamo arrivando” sono i cori dei tifosi ad inizio match come al solito incessanti. Ma la partenza dei biancorossi non è stata di quelle memorabili, la tensione ha contratto i muscoli ai padroni di casa che sono incappati in qualche errore inconsueto e sono rimasti a lungo ad inseguire, vittime di un Muagututia e di un Cetrullo particolarmente ispirati. Nonostante un ottimo Van Walle (otto palle a terra e 86% in attacco nella frazione d’apertura) il ritardo è cresciuto sul picco massimo di 13-17. E’ bastato un guizzo dei tifernati per rimettere in asse il parziale ma poi la tensione è calata di nuovo e gli abruzzesi sono tornati a +3. Un piccolo brivido ha attraversato la schiena del pubblico ed è stato sufficiente per far tornare all’ordine i propri beniamini che hanno agganciato nuovamente sul 22-22. Il finale è stato al cardiopalma e l’unica occasione per chiudere degli uomini di Radici è stata annullata, sfociando poi in un finale nervoso cui decisiva si è rivelata una decisione arbitrale a fare degli ospiti e fortemente contestata dagli ultras. Al cambio di campo coach Radici ha inserito Massari al posto di un Rosalba non ancora in perfetta forma (ma il capitano ha voluto esserci all’inizio). E’ stato subito Visentin a far sentire la pressione con il muro, i suoi due ‘francobolli’ su Muagututia hanno spinto i beniamini locali sul 5-3. Con una tattica di battuta ben studiata Città di Castello ha cominciato a prendere il via e con il nuovo entrato Massari (quattro punti in attacco, due muri ed un ace) ha raggiunto un imbarazzante (19-9). Il coraggio è venuto meno alla Sieco Service che ha chiuso in malo modo. Si è dunque ripreso con un piglio ben diverso e le due squadre hanno spostato il confronto sul piano dei muscoli contrapponendo la potenza di Muagututia alla tecnica sopraffina di Van Walle (altre sei palle a terra), ma il punteggio non ha preso una piega precisa sino al 25-25, palesando ancora un misto di eccitazione e tensione. A piazzare il graffio del sorpasso è stato l’attacco di Fromm al termine di uno scambio interminabile che ha fatto liberare alto l’urlo del palasport. Il quarto frangente di gioco ha invece un andamento ben diverso con la Gherardi Svi che vola sul 12-7. Ortona non molla ma ormai i tifernati non hanno più freni e nel finale c’è la meritata vetrina per Carminati  Franceschini. A metter giù la palla dell’apoteosi è Visentin che di prima intenzione coglie preparata la retroguardia rivale. Alle ore 20,03 di questa giornata memomorabile Si và, si và, si và in serie A, cantano i fedelissimi della curva nord, con l’immancabile dedica al ‘Principe’ Andrea Ioan.
GHERARDI SVI CITTA’ DI CASTELLO – SIECO SERVICE ORTONA = 3-1
(25-27, 25-14, 27-25, 25-17)
CITTA’ DI CASTELLO: Van Walle 22, Fromm 17, Piano 6, Braga 5, Visentin 5, Rosalba 1, Tosi (L1), Massari 15, Carminati 1, Franceschini, Lensi (L2). N.E. – Grasso, Sartoretti. All. Andrea Radici e Marco Bartolini.
ORTONA: Cetrullo 21, Muagututia 19, Simoni 10, Lipparini 7, Sborgia 7, Lanci, Zito (L1), Orsini , Di Meo. N.E. – Lapacciana, Guidone, Sciò, Pappadà (L2). All. Nunzio Lanci e Massimo D’Onofrio.
Note – Spettatore 1’200.
Durata dei set: 30’, 24’, 32’, 27’.
Arbitri: Massimo Florian (TV) ed Umberto Zanussi (TS).
GHERARDI SVI (b.s. 11, v. 3, muri 17, errori 8).
SIECO SERVICE (b.s. 19, v. 3, muri 8, errori 11).
httpv://www.youtube.com/watch?v=WmEceHO7uq4
httpv://www.youtube.com/watch?v=YJYrm37qOjI
httpv://www.youtube.com/watch?v=V9lSsnCciHg
httpv://www.youtube.com/watch?v=3gEDc6nt5aQ
httpv://www.youtube.com/watch?v=LmZgmDJSD98

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 24, 2013 21:10