Elena Toni: «Acquasparta non si rilassa»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 7, 2013 11:30

Elena Toni: «Acquasparta non si rilassa»

Toni Elena

Elena Toni

La campagna acquisti estiva non aveva lasciato dubbi sulla consistenza della Cmp Acquasparta, squadra dominatrice della serie D femminile. Dopo diciassette giornate i numeri parlano in maniera inequivocabile, 51 i punti conquistati (punteggio pieno) e solo 7 i set concessi alle avversarie; un vantaggio sulla più diretta inseguitrice che è salito a 14 lunghezze. Mancano ancora tredici gare al completamento della stagione regolare ma è difficile pensare che non siano in discesa per la società biancorossocrociata. L’alzatrice Elena Toni fornisce una sua visione generalizzata del campionato: «A mio parere è molto equilibrato. Ho notato che l’età delle giocatrici è molto scesa, quindi ci sono molte giovani agguerrite e grintose, che non mollano mai un punto. Il girone di andata, ha visto, tranne la nostra squadra, molti risultati non aspettati, ci sono stati molti match combattuti, che personalmente pensavo non avessero storia. La variabilità dei risultati mi ha molto colpito, tanto che la classifica alla seconda giornata di ritorno è molto corta». Una stagione particolare per le atlete acquaspartane che vivono intensamente l’avvicinarsi di un traguardo importante. «Per quanto riguarda la nostra squadra posso dire che l’obiettivo che la società ci aveva prefissato ad inizio stagione, era quello di fare un campionato di vertice. Tutto il nuovo gruppo è stato responsabilizzato sull’obiettivo che si voleva cogliere. Tutte noi abbiamo accettato con serietà e serenità la richiesta della società, anche con un pizzico di emozione». Il salto di qualità fatto, rispetto agli anni passati, dipende dalla maturità di un gruppo che ha avuto innesti di qualità. «La Volley Acquasparta è una società molto giovane sia dal punto di vista dirigenziale, che da quello delle ragazze a sua disposizione. Quest’anno possiamo contare sull’esperienza e sulla maggiore caratura tecnica. La classifica, come ho detto è molto corta e tutto ancora può accadere, perché le squadre che sono in lotta con noi, dispongono di ottimi elementi, si deve ancora lottare e sudare in campo per raggiungere l’obiettivo finale». I motivi degli ottimi risultati risiedono anche nella peculiarità del lavoro svolto. «Noi ci auguriamo di proseguire la nostra stagione sulla falsa riga del girone d’andata, continuando ad impegnarci al massimo in palestra, curando tutti gli aspetti che magari in partita non vengono al meglio, per noi, per la dirigenza che crede in noi e per tutti i nostri tifosi che ci seguono sempre. Sono contenta che in questa bellissima annata a vincere ancora è il nostro gruppo che si è arricchito di nuovi elementi che si sono inseriti al meglio». Essendo abbastanza scaramantica la giocatrice che indossa la maglia numero 11 non ama sbilanciarsi ma per una battuta conclusiva non si tira indietro. «Dico solo questo, chi ben comincia è a metà dell’opera! C’avemo la ruzza, je damo de susta»!

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 7, 2013 11:30