Serie B1, ostacoli ardui per le formazioni regionali

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 9, 2013 00:30

Serie B1, ostacoli ardui per le formazioni regionali

Rocchi Luisa

Luisa Rocchi

Quattro appuntamenti in serie B1 femminile catalizzano le attenzioni degli sportivi, duelli che mettono in palio punti pesanti per le squadre umbre che intendono proseguire il campionato nelle alte sfere. Due di questi si svolgono entro il perimetro regionale e promettono uno spettacolo di elevato livello tecnico. Anticipo d’orario per la Lucky Wind Trevi che affronta al palazzetto Gallinella (ore 15,30) la Messaggerie Tremestieri Etneo, un appuntamento che potrebbe valere molto per due rivali che hanno registrato un cammino simile nella prima metà della stagione e che puntano ad obiettivi di centro classifica; le biancoazzurre del dirigente Alessandro Allegretti si affideranno alla schiacciatrice Valentina Barbolini, le ospiti fanno perno sulla centrale Simona Rotondo per fare risultato. Torna a giocare tra le mura amiche la Sgm Graficonsul San Mariano che al palazzetto comunale (ore 21) riceve la visita della quotata Savino del Bene Scandicci seconda forza della classifica; i tifosi convergono sull’impianto di via Cattaneo per sostenere la squadra rossoblu del vice presidente Andrea Cantarelli che vuole mantenere aperta la striscia positiva facendo leva sulle qualità della regista Elisa Peluso, il biglietto da visita delle toscane è nei sette successi consecutivi e nella schiacciatrice Paola Ronconi. E’ scontro al vertice nell’impegno esterno della Edilizia Passeri & Edil Rossi Bastia che si presenta al cospetto di una Guerriero Arzano che la precede appena in graduatoria; tra le campane attenzioni rivolte all’emergente martello Luciana Lauro, le biancoazzurre del d.s. Luca Conti confidano sulla potenza dell’opposta Elisa Mezzasoma per cercare la via di un difficile successo. Trasferta abbordabile per la Gecom Security Perugia che va in scena sul rettangolo della Sartel Olbia ultima della graduatoria; le sarde lottano per togliersi di dosso la scomoda etichetta di fanalino di coda facendo leva sull’esperienza di elementi validi come la concreta centrale Katia Martino che costituisce il pericolo principale, tornare subito a sorridere è l’auspicio delle magliette nere coordinate dal team manager Silvia Bizzarri che ripongono massima fiducia nel libero Luisa Rocchi.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 9, 2013 00:30