Carlo Sati: «Perugia ha ancora fame»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 18, 2013 15:23

Carlo Sati: «Perugia ha ancora fame»

Sati Carlo (testina)

Carlo Sati

È in rampa di lancio una nuova settimana di lavoro per la Sir Safety Perugia. Domattina, al termine di due giorni di riposo, i block-devils del presidente Sirci si ritroveranno al Pala-Evangelisti per proseguire la preparazione in vista dell’esordio nei quarti di finale play-off. Giovedì 28 marzo parte la serie contro Piacenza (si gioca gara-due con gli avversari che partono in vantaggio uno a zero nel computo delle vittorie in virtù del miglior piazzamento al termine della regular season) ed i bianconeri intendono arrivare allo storico appuntamento tirati a lucido. Kovac ed il suo staff faranno svolgere ai ragazzi una serie di doppie sedute di allenamento, alternate con un paio di test amichevoli, perché l’intenzione, pur partendo ovviamente con il pronostico tutto dalla parte di Piacenza, è quella di dare il massimo per provare fino in fondo a cullare un bellissimo sogno. L’infermeria bianconera, grazie anche alla pausa successiva alla fine del campionato, sta consentendo al tecnico serbo il recupero di tutti gli elementi dai vari problemi di ordine fisico e quindi la possibilità di poter lavorare a pieno organico e di poter provare ogni possibile soluzione di ordine tattico. In attesa del rientro a regime, parla il preparatore atletico Carlo Sati che espone un quadro fisico di Perugia assolutamente positivo: «La squadra è in buone condizioni. Abbiamo recuperato Petric, che aveva avuto un piccolo fastidio nell’ultima di campionato contro Cuneo e che ormai si è aggregato al resto del gruppo. Semenzato e tutti gli altri stanno invece proseguendo in linea con le nostre aspettative nell’attività e l’unico da valutare è Van Rekom che sabato scorso ha avuto una piccola ricaduta in allenamento, anche se non dovrebbe essere nulla di preoccupante». Sati ha impostato l’attività fisica in una direzione ben precisa. «La scorsa settimana è stata molto importante per la squadra e devo dire che tutti hanno lavorato in maniera estremamente positiva. Senza scendere in particolari, abbiamo sviluppato un blocco di lavoro mirato al mantenimento del tono muscolare e soprattutto al recupero delle energie nervose perché, arrivati a questo punto della stagione, riteniamo più importante salvaguardare quello che sia ha in corpo». Un lavoro fisico dunque al centro dei pensieri in casa perugina perché in questa fase una buona condizione può essere fondamentale. «Ovviamente la componente tecnica rimane preponderante e su questo aspetto Piacenza è superiore. Però credo che nei playoff possono avere un peso specifico importante e fare la differenza anche la condizione fisica e gli aspetti motivazionali. Avere le gambe e la testa giuste potranno consentirci di fare una bella serie di quarti di finale». Dunque nessun rilassamento a Pian di Massiano, nonostante la già ottima stagione alle spalle. «Un rischio di pancia piena? Credo proprio di no! Anzi, stiamo lavorando per il contrario, anche perché contro Piacenza in campionato abbiamo perso due volte, sempre con incontri combattuti, e quindi in questi quarti ce la vogliamo giocare fino in fondo. I ragazzi, dal giorno successivo alla fine della regular season, hanno spinto molto in palestra e tutti noi abbiamo ancora fame». La società sportive rende noti i prezzi dei tagliandi di ingresso in occasione della partita in programma giovedì 28 marzo contro Piacenza. Ricordando che per i play-off non saranno validi gli abbonamenti stagionali e che il botteghino all’ingresso per l’acquisto dei tagliandi sarà aperto a partire dalle ore 18, questi i costi dei biglietti: settore gradinata 8 euro, settore distinti 10 euro, settore poltroncine 15 euro.
(fonte Umbria Volley  Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 18, 2013 15:23
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<