Ciotti Orvieto dalla polvere all’altare con Spoleto

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 10, 2013 16:30

Ciotti Orvieto dalla polvere all’altare con Spoleto

Belli Luca (contrasto)

contrasto a rete tra Luca Belli e Daniele Grechi

Senza dubbio derby dai due volti in serie B2 maschile per la Ciotti Luciano Autotrasporti Orvieto che inizialmente non carbura, ma poi si risolleva alla grande sferrando i colpi determinanti per prevalere contro la Monini Spoleto al decisivo quinto set e conservare di conseguenza, per l’ottavo turno di fila, l’imbattibilità casalinga (sei vittorie piene, due al tie-break). Finalmente dopo due gare coach Fabrizio Lisei non è costretto a schierare giocatori fuori ruolo affidandosi, pertanto, al solito assetto con il recupero al centro di Vergoni: i gialloblu partono col piede giusto conquistando diversi allunghi (9-6 e 14-12) grazie soprattutto a Belli e Fuganti; il distacco, però, dura fino al 15-14 perché gli avversari, spinti da Segoni, riescono nel sorpasso (15-16). Spoleto incrementa (20-17), mentre la Ciotti deve rinunciare, per il resto del match, al regista Marini a causa di un guaio fisico; la situazione comunque non frena i padroni di casa che, con Petruzzo ed il neo-entrato capitan Alessandro Pasquini, impattano (22-22); nonostante ciò, il sestetto ospite centra un doppio set-point sul 22-24 e non bastano le iniziative locali ad annullare (24-24) dato che Grechi sigla il punto dell’uno a zero. Nel secondo parziale gli oleari si affidano da subito a Vigilante (arrivato con Lattanzi in ritardo per un contrattempo); il team biancoverde continua dire la sua piazzando buoni break aiutato anche da svariati errori orvietani (5-8 e 17-23); la formazione della Rupe tuttavia prova a rifarsi sotto (21-23), ma lo sforzo viene vanificato. Dalla terza frazione le cose cambiano radicalmente. In fase di avvio le due squadre viaggiano di pari passo (10-10), ma un paio di imprecisioni gratuite ed un cartellino giallo lanciano avanti i cugini (12-14); qui sopraggiunge l’impulso chiave: la Ciotti si rende conto che non può più permettersi distrazioni e, sfruttando praticamente ogni tipo di fondamentale (ace, muri ed attacchi), ribalta il trend (18-15); l’apporto al servizio di Antonelli ed i fratelli Pasquini portano ad accorciare le distanze. La chiusura positiva dà nuova linfa agli orvietani che si ripresentano in campo ben determinati verso l’obiettivo tie-break: grazie ad una serie di muri vincenti (Pasquini, Fuganti e Vergoni) viene firmato il 7-2; la Monini non ci sta e con l’ex Servettini e Vigilante cerca di ridurre lo scarto (11-12); le soluzioni di Belli e Vergoni ed il prezioso lavoro del libero Marchetti (altro ex della partita), sommati ad un’ammonizione rimediata nella fila spoletine, consentono di mettere a segno l’affondo definitivo (18-13) che di fatto apre le porte al tie-break. Con un Orvieto ormai lanciatissimo Romanò e soci poco possono (8-3 e 14-8); spetta a Luca Pasquini l’onore di chiudere i conti che per la compagine del dirigente Fabio Bracaletti vale un significativo bis dopo il successo registrato all’andata in trasferta. Con questo risultato i gialloblu riagguantano il sesto posto in classifica a quota 31 agganciando la stessa Spoleto; al duo umbro si aggiunge anche il San Marino vittorioso al tie-break sul Forlimpopoli. Ed ora un ulteriore incontro ad alto coefficiente di difficoltà, l’impegno di sabato 16 marzo (ore 18) è in trasferta contro Forlì, seconda forza del girone, che vorrà sicuramente vendicare la sconfitta subita a metà novembre.
CIOTTI AUTOTRASPORTI ORVIETO – MONINI SPOLETO = 3-2
(24-26, 21-25, 25-19, 25-21, 15-10)
ORVIETO: Belli 25, Fuganti 17, Vergoni 13, Pasquini L. 9, Petruzzo 6, Marini, Marchetti (L), Pasquini A. 5, Antonelli. N.E. – Franzini, Spagnoli, Palmucci. All. Fabrizio Lisei.
SPOLETO: Segoni 13, Trombettoni 12, Servettini 9, Battistelli 8, Grechi 4, Costanzi 3, Romanò (L1), Vigilante 16, Lattanzi 1, Travicelli, Sirci. N.E. – Mancanelli (L2). All. Alejandro Romanò.
Arbitri: Alessandra Apicella e Serena Salvati.
(fonte Libertas Pallavolo Orvieto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 10, 2013 16:30