Città di Castello archivia una stagione super

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 24, 2013 21:32

Città di Castello archivia una stagione super

Carminati Ludovico (attacco)

lo schiacciatore Ludovico Carminati in attacco

Con la gara di oggi s’è chiusa una stagione memorabile per la Gherardi Svi Città di Castello, quella del ritorno in serie A1 maschile. La partita contro la Conad Reggio Emilia è stata una passerella finale per una squadra, per dei giocatori, per dei tecnici, per dei dirigenti che lasceranno il segno nel cuore di tifosi ed appassionati per quello che hanno fatto in questa stagione e per la loro capacità di essere grandi interpreti del mondo del volley e, soprattutto, grandi uomini. Tutto lo staff tecnico ha indossato ancora una volta, la maglietta celebrativa della A1, dedicata ad Andrea Ioan. Nel sestetto iniziale dei tifernati c’è Carminati in diagonale con Rosalba, in quello ospite Pagni al centro. Un gigantesco “Grazie Ragazzi” viene issato dalla curva dei tifosi ad inizio partita per salutare la straordinaria stagione biancorossa. Si parte con le due squadre che si danno battaglia e con un break firmato da Van Walle (5-3), poi Orduna sigla l’ace del 6-6. Al primo time out tecnico i locali conducono di un punto (8-7), un pallonetto di Biribanti sorpassa (8-9). Ma Piano, a caccia del primato dei muri in stagione, inchioda Barbareschi e riporta avanti Città di Castello (11-10). C’è tanto equilibrio, le due squadre s’inseguono punto su punto fino a un break di tre punti con Van Walle e Carminati (16-13 al secondo time out tecnico). Gli ospiti recuperano tre lunghezze con Biribanti dopo due ottime difese a terra di Barbareschi (16-16). Lo stesso opposto emiliano fallisce un attacco (18-16) e Van Walle scaglia l’ace del 21-18 (time out Cantagalli); al rientro il belga spara un’altra bordata (22-18). Biribanti risponde (22-20) ed entra Sartoretti per Rosalba. Barbareschi sbaglia il servizio dando tre palle set ai biancorossi: la Conad ne annulla due (24-23 e time-out Radici) ma si arrende sull’errore in attacco di Orduna. Nel secondo set Cantagalli rimette in campo Diachkov per Grassano (cambio già avvenuto a fine primo set), gli ospiti prendono due punti di vantaggio in avvio (2-4). Il muro di Van Walle pareggia i conti (4-4), Biribanti riporta avanti i suoi con due punti di fila (5-8 e primo tecnico). Andrea Radici opera tre cambi (Franceschini per Piano, Fromm per Carminati e Massari per Rosalba) ma Diachkov trova due ace (5-11). La mossa di Radici frutta subito tre punti (10-13) che costringono Cantagalli al time out discrezionale. Ma la Conad riprende subito il vantaggio (12-16 alla seconda sosta tecnica) e lo mantiene (15-19). Andrea Radici chiama i suoi in panchina  ma al rientro i reggiani siglano altri due punti con Barbareschi (16-22). Entrano Grasso e Sartoretti (17-22), chiude un errore di Fromm in battuta. Alla ripresa la Conad scappa subito (0-3), ma Massari la supera (4-3) poi Piano mette out il primo tempo (4-5). Due altri errori tifernati regalano il 5-7 agli ospiti che sono avanti anche alla sosta tecnica (6-8). Al rientro Fromm dal servizio e Franceschini in attacco guidano il sorpasso (10-8 e time out Cantagalli). Ancora i padroni di casa in evidenza con Van Walle e l’ace di Fromm (13-8). Gli emiliani si riavvicinano con Biribanti (14-12) ma il quarto ace di Van Walle manda le due squadre alla seconda sosta sul 16-12. La pipe di Massari frutta un altro break (18-13) ma Reggio Emilia tenta ancora il recupero (20-16). Due muri di fila di Van Walle e un errore in attacco di Diachkov mettono il sigillo al set (23-17). Radici getta nella mischia anche David Lensi, la distanza si riduce (23-19), Biribanti sigla un incredibile punto con una palla salvata in tuffo (23-20). Franceschini riporta la palla nella metà campo tifernate (24-20), Massari schiaccia a terra il 2-1. Per la Conad sfuma così la possibilità di chiudere il campionato all’ottavo posto ed allora Cantagalli concede riposo a Biribanti inserendo Pellegrino in diagonale con Orduna. La Conad va in vantaggio di un punto (5-6), un’invasione di Pellegrino riporta avanti Città di Castello (7-6). Pagni risorpassa ancora (7-8) poi Reggio Emilia va sul 9-11 con Diachkov e sul 13-16 c’è la seconda sosta discrezionale. Pellegrino dà sicurezza all’attacco reggiano (16-19) poi Radici chiama time out sul 17-21 dopo un’invasione a muro dei tifernati. C’è aria di tie break al Pala-Ioan, Fromm prova a recuperare (20-22), Franceschini mura Pagni (22-23), Carminati fa lo stesso con Diachkov (23-23, time out Cantagalli). Una strepitosa difesa di Tosi consente a Van Walle di siglare il 24-23, Diachkov pareggia (24-24), Van Walle mura Barbareschi (25-24). Si lotta ancora: Pellegrino annulla la seconda palla match (25-25), Pagni sbaglia il servizio (26-25), Pellegrino annulla ancora (26-26). Ma Fromm mette out la schiacciata e così Reggio ora può chiudere ma Carminati sigla l’ace del 28-27 e fa poi esplodere gli spalti. Arrivederci in A1!
GHERARDI SVI CITTA’ DI CASTELLO – CONAD REGGIO EMILIA = 3-1
(25-23, 18-25, 25-21, 29-27)
CITTA’ DI CASTELLO: Van Walle 25, Fromm 11, Massari 9, Franceschini 8, Piano 7, Visentin 2, Tosi (L1), Carminati 6, Rosalba 2, Braga 2, Grasso, Sartoretti, Lensi (L2). All. Andrea Radici.
REGGIO EMILIA: Biribanti 20, Diachkov 15, Pellegrino 11, Pagni 8, Barbareschi 7, Orduna 2, Goi (L), Tondo 2, Grassano 1, Grassi, Groppi, Castellani (L),. N.E. – Luppi. All. Luca Cantagalli.
Note – Spettatori 1’100.
Durata set: 27′, 26′, 29′, 35′; tot: 117′.
Arbitri – Giorgia Spinnicchia e Giampiero Perri.
GHERARDI SVI (b.v. 7, b.s. 14, muri 13, errori 13).
CONAD (b.v. 7, b.s. 14, muri 4, errori 9).
(fonte Città di Castello Pallavolo)
httpv://www.youtube.com/watch?v=Mke0YUimbUw
httpv://www.youtube.com/watch?v=XipF-ivYQIE

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 24, 2013 21:32
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<