La Caldaie Beretta Perugia sovrasta l’Appennino

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 26, 2013 16:31

La Caldaie Beretta Perugia sovrasta l’Appennino

De Vincenzi Sara (battuta)

Sara De Vincenzi in battuta

Terzo risultato utile consecutivo per la Caldaie Beretta Perugia che, in prima divisione femminile, batte la rivale Appennino Gualdo, formazione coriacea e distante in classifica appena due lunghezze prima dello scontro di domenica sera. La partita, ben amministrata dalle giocatrici del tecnico Francesco Monopoli, è stata, bisogna dirlo, a due velocità. Il primo set è stato molto dinamico, concluso in favore delle padrone di casa, dove a far la differenza sono state l’efficacia in battuta e in attacco; il secondo parziale al contrario, complice il rilassamento mentale, ha visto le perugine arrancare all’inseguimento dell’avversario che, messo un po’ a posto il muro difesa, ha iniziato ad intercettare con maggior frequenza gli attacchi locali. Il recupero nel finale non è servito perché le gualdesi hanno impattato. Altra storia è stata nel terzo frangente, inizio incerto delle padrone di casa che hanno sbagliato e regalato fin troppi punti, poi un time-out di quelli ‘sonori’ ha rimesso in ordine menti e schemi di gioco. Recuperato il gap del 7-14, le ‘rosse’ del consorzio Pallavolo Perugia 2012 hanno ripreso a macinare un gioco convinto e incisivo, meno errori in attacco e battute più piccanti hanno logorato le avversarie,  le quali sono comunque riuscite, sempre per la generosità altrui, a spuntarla di misura. Il rischio di giocare il decimo tie-break della stagione, il terzo consecutivo, ha forse dato maggio forza nelle gambe delle ragazze delle Caldaie Beretta che hanno chiuso il decisivo quarto periodo dominandolo dall’inizio alla fine. Sempre avanti di due o tre punti, l’allungo di Perugia è stato dirompente e l’Appennino non ha potuto che guardare e salutare la partita, e i tre punti. Le perugine gioiscono dei 31 punti conquistati in classifica, e guardano fiduciose ad un obiettivo condiviso che non riveliamo per ovvie ragioni. Dopo i due punti conquistati con la Monini Classico Spoleto (quarta in classifica) e il punto strappato nello scorso turno contro Libertas Perugia (quinta), il cammino nel campionato di nel girone B prospetta partite sulla carta abbordabili, ma molte di queste rappresentano degli scontri diretti, se non delle vere e proprie rese dei conti dopo i risultati dell’andata, quindi occorrerà tenere alta la concentrazione. Su questa stessa lunghezza d’onda il vice allenatore Marco Rinaldi che commenta così la gara: «La partita è stata affrontata con la giusta determinazione di chi vuole dire la sua, l’obiettivo è recuperare i punti persi nel girone di andata e l’impegno e il sacrificio dimostrato in campo, lo confermano. Nonostante il momento di defiance, coach Monopoli ha saputo gestire al meglio la squadra, rimettendola in carreggiata con alcuni cambi e indicazioni tecniche che ci hanno portato al risultato chiesto nel pre-partita. La strada è quella giusta e il nostro desiderio è continuare così».
CALDAIE BERETTA PERUGIA –APPENNINO GUALDO = 3-1
(25-17, 22-25, 25-23, 25-16)
PERUGIA: Ciucarelli, Mezzasoma, De Vincenzi, Baldassarri, Paltriccia, Sevieri, Liparoti (L), Patiti, Lucaroni, Boemio, Scardazza, Di Fiore. All. Francesco Monopoli.
GUALDO TADINO: Bellucci, Cappelletti, Carimi, Ceccarini, Comodi, Favorimi, Gjeci, Lucarelli, Rampini S., Rampini G., Favorimi M. (L). All. Andrea Comodi.
(fonte Pallavolo Perugia 2012)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 26, 2013 16:31
  • Sara Carini

    Dispiace solo che in umbria si hanno arbitri di questo tipo! Se non si è capace di arbitrare credo sia meglio restare a casa, con questo concludo. Sempre avanti e a testa alta da certi soggetti non si può che riderci sopra, nonostante i 3 punti persi (per loro colpa)!!

  • Pally

    Direi proprio di SI Egregia Sigr.Na Mara Favorini!Eh non commento altro che è meglio!!!Avanti a testa alta senza abbassarci a certi livelli…

  • “sempre per la generosità altrui” nel terzo set, è per caso riferito agli arbitri?

  • “sempre per la generosità altrui” nel terzo set, è per caso riferito agli arbitri?

  • “sempre per la generosità altrui” nel terzo set, è per caso riferito agli arbitri?