Rizzuto: «Sconfitta da dimenticare per la Sir Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 3, 2013 16:04

Rizzuto: «Sconfitta da dimenticare per la Sir Perugia»

Rizzuto Benedetto

Benedetto Rizzuto

Obiettivo ripartire! È questo il pensiero domenicale in casa Sir Safety Perugia all’indomani della sconfitta maturata nell’anticipo della penultima giornata al Pala-Evangelisti contro Vibo Valentia. Certamente una delle peggiori prestazioni stagionali dei block-devils del presidente Sirci, apparsi sottotono e mentalmente bloccati, ma soprattutto quasi mai durante il match in grado di esprimersi secondo le loro potenzialità ed i loro standard abituali. Peccato davvero perché, senza nulla togliere alla buona prova dei calabresi usciti meritatamente dal campo con i tre punti, si poteva certamente raccogliere di più ieri sera. Come la matematica certezza del sesto posto che ora capitan Vujevic e compagni dovranno inseguire nell’ultimo turno di regular season nella complicata trasferta di Cuneo. Resta al tempo stesso la consapevolezza che, dopo tante buone prove offerte, la classica giornata no prima o poi doveva capitare. È la legge dello sport, come tale va accettata e non inficia certo la grande stagione finora offerta dai bianconeri. Che da martedì dovranno tornare in palestra senza alcuna tossina della sconfitta, cercando anzi di ripartire da quanto di buono, come la reazione del terzo set, è stato fatto. Il giorno dopo il kappao con i calabresi, l’analisi spetta al direttore sportivo Benedetto Rizzuto: «Una brutta prova la nostra, c’è poco da dire. Forse eravamo un po’ stanchi fisicamente e soprattutto mentalmente, fatto sta che nel primo set, dopo un buon avvio, sul 14-10 per noi abbiamo subito un break che ha cambiato la partita e dal quale abbiamo faticato tantissimo a riprenderci. Poi, dopo aver sofferto tanto, nel terzo parziale la squadra si è ripresa giocando una discreta pallavolo ed anche nel set successivo la partenza era stata incoraggiante. Poi un altro loro break ci ha fatto perdere di nuovo la bussola fino alla sconfitta finale. È un peccato perché potevamo concretizzare quanto di buono fatto durante tutta la stagione. Invece ora ci dovremo giocare tutto nell’ultima giornata». A mente fredda il direttore sportivo di Perugia prova a spiegare i motivi della sconfitta. «Prima di tutto è giusto dire che Vibo Valentia è stata molto brava. Poi credo che la nostra squadra abbia fatto molta fatica in battuta ed a muro. Nei primi due set Goran (Vujevic, ndr) è un po’ mancato e tutti noi sappiamo che questa squadra non può prescindere dal suo capitano. Ma nessuno è stato su alti livelli e stavolta nemmeno la panchina, che in altre circostanze era stata determinante con gli ingressi a gara iniziata, è stata di aiuto per chi era in campo. Ad ogni modo, lo ripeto, credo che il primo set sia stato la chiave di tutta la partita». Ora è necessario resettare tutto ed affrontare nel migliore dei modi la settimana che porta a Cuneo. «È ovvio, da martedì dobbiamo lasciarci tutto alle spalle. Certamente bisognerà fare un’attenta analisi della partita con Vibo, capire cosa è mancato e cosa non ha funzionato. Poi, come nostra consuetudine, ci concentreremo sul prossimo turno che diventa decisivo per agguantare il sesto posto».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 3, 2013 16:04