San Giustino cede e mercoledì va a Latina

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 10, 2013 21:21

San Giustino cede e mercoledì va a Latina

Mattioli Francesco (attacco)

un attacco dello schiacciatore Francesco Mattioli

Ultima partita della regular season di serie A1 maschile per Vivi Altotevere San Giustino al Pala-Kemon contro la Npp-Nep Castellana Grotte. Gara vera per entrambe le formazioni che non si sono risparmiate in nessuno dei cinque set disputati, offrendo al folto pubblico presente sulle tribune una buona pallavolo. Prima del match i sostenitori azzurri hanno voluto ringraziare, esponendo sulla tribuna uno striscione di dieci metri, il predidente Aldo Nocentini e la squadra per l’ottimo campionato disputato, culminato con la qualificazione ai play-off con tre giornate di anticipo. In avvio i locali partono meglio e si portano subito avanti grazie al solito Maric. Lo schiacciatore serbo, servito con estrema precisione da Riley Mc Kibbin, mette a terra numerosi palloni. Questo  consente di chiudere avanti di due punti (8-6) nel primo time out tecnico. Bene in questa prima fase Francesco Mattioli, preciso e concreto quando chiamato in causa, e Andrea Coali, bravo a chiudere a muro sia su Yosifov che su Sabbi. Parte centrale con San Giustino che riesce a mentenere a distanza gli ospiti (15-13), le due formazioni si marcano a vista. Gli ospiti giocano bene, sopratutto nella fase muro difesa. Al centro la formazione di Gulinelli chiude  gli spazi e non consente agli azzurri di giocare palle facili. Mckibbin sceglie di giocare al centro, chiamando più volte in causa Bohme e Coali; scelta che premia: i due centrali azzurri rispondono  presente e consentono al palleggiatore statunitense di variare il gioco. Ultima fase del set con le due squadre che giocano punto a punto. Formazione ospite che alza il ritmo, Sabbi e Yosifov mettono a terra punti pesanti, dall’altra parte del campo gli azzurri rispondono con Maric e Cebulj ed il giovane Coali, incisivo e determinato. Set che si chiude 25/23 in favore di San Giustino grazie ad un attacco vincente di Cebulj. Alla ripresa sono sempre gli azzurri a menare le danze, il gioco scivola via veloce, Mc Kibbin in regia si fa apprezzare per precisione e puntualità. Serve bene, sia al centro che ai lati e non da punti di riferimento alla squadra pugliese. Il sestetto di Gulinelli in questa prima fase non sembra in grado di mantere il ritmo imposto dalla banda Fenoglio. Dolfo e Yosifov soffrono molto il muro di San Giustino e per il palleggiatore greco Stivachits risulta difficile trovare soluzioni vincenti. Azzurri avanti senza particolari difficoltà (11-6). Fase che vede in grande evidenza Cebulj e Coali, bravi e decisivi in molte occasioni. Dall’altra parte, Gulinelli mescola le carte, cerca soluzioni alternative, il gioco ai lati non riesce a penetrare le fitte maglie del muro azzurro, ma anche le giocate al centro sembrano incosistenti Gulinelli cerca nel primo time out discrezionale (16-9) di dare una scossa ai suoi, vuole più pressione su Mckibbin. Parole che risultano vane, Vivi Altotevere non commette errori e mantiene a debita distanza la formazione ospite (21-14). Set saldamente in mano a San Giustino, questo grazie anche ai molti errori in battuta di Castellana Grotte. Da segnalare la buona prestazione di Francesco Mattioli decisivo, sopratutto in fase di ricezione. Parte finale del set che si chiude senza particolari problemi per Vivi Altotevere: Maric e Cebulj ai lati, coadiuvati da Coali e Bohme al centro spingono la formazione azzurra a +8. Set che si chiude in favore dei padroni di casa, muro fuori su attacco di Cebulj. Castellana Grotte entra in campo più decisa, sfrutta alcuni errori altrui (2-7). Nel primo time-out tecnico Fenoglio richiama i suoi: non piace al coach azzurro l’atteggiamento, la gara è ancora lunga e non sono ammesse distrazioni, cali di concentrazione. Entra Van Den Dries al posto di Maric. Il belga spinge in battuta e consente alla formazione di casa di riportarsi sotto, a soli due punti da Castellana Grotte (6-8). Fase centrale che vede San Giustino allungare  sulla formazione ospite con Bohme che sfrutta al meglio il suo turno di battuta e consente agli azzurri di portarsi sul 15-12. Time out discrezionale di Gulinelli (16-14). Il coach pugliese non è soddisfatto, chiede ai suoi più velocità, più precisione. Messaggio recepito e i pugliesi si ribaltano (18-19). Stivachits riesce a servire bene, sia Sabbi che Casoli, ora la manovra ospite è meno scontata, il muro di San Giustino non sembra in grado di contenere gli attacchi della formazione ospite. Fenoglio prova a spezzare il ritmo degli ospiti, chiama il secondo time out discrezionale (23-21), non ha nessuna intenzione di portare la gara al quarto set. Operazione che non riesce, Castellana Grotte chiude il set in proprio favore. E’ ancora Castellana Grotte che parte meglio (5/2). La formazione ospite sembra uscita dal torpore dei primi due set. Sale molto Yosifov, servito con precisione da Stivatchis, il bulgaro mette a terra numerosi palloni. La formazione ospite, sfrutta bene il turno di battuta. Il servizio, preciso e potente di Sabbi e Yosisef crea problemi, sopratutto in fase di ricezione. Vivi Altotevere sembra accusare il colpo. Fenoglio corre ai ripari, cambia in regia, fuori Mckibbin per Paolo Torre. Scelta che paga, Torre gioca bene alternando giocate al centro, su Coali e Bohme e ai lati, su Maric e Cebulj. La manovra azzurra è fluida, questo  permette agli azzurri di portarsi +2 (17/15) nella fase centrale del set. Per Castellana Grotte è Sabbi, con il servizio che cerca di far rimanere i suoi nel match, coadiuvato dal compagno di reparto Casoli. Fase finale del set e formazione ospite che torna di nuovo avanti (19-21). E’ ancora la battuta del sestetto pugliese che fa la differenza, nel bene o nel male. Set che si chiude in favore di Castellana Grotte, grazie ad un attacco vicente di Sabbi. Inizio equlibrato. Maric da una parte e Sabbi dall’altra sono i punti di riferimento di entrambi i palleggiatori. La tensione è alta, in entrambre le panchine. Nessuno dei due coach ci sta a perdere. Tie-break che si gioca punto a punto fino al 7-7. Castellana sceglie ancora di forzare molto il suo turno di  battuta, San Giustino risponde alternando, a seconda degli interpreti, il servizio flot a quello al salto. Ora la gara è molto equlibrata, nessuna delle due formazioni sembra poter avere il sopravvento sull’altra. I due coach dalle panchine chiedono calma, elemento indispensabile in questa fase. Castellana cerca l’accelerazione vincente (12-14). Due punti che risultano decisivi e che permettono alla formazione ospite di chiudere la gara in proprio favore, grazie ad un punto del solito Sabbi.
VIVI ALTOTEVERE SAN GIUSTINO – BCC NEL CASTELLANA GROTTE = 2-3
(25-23, 25-17, 23-25, 22-25, 13-15)
SAN GIUSTINO: Cebulj 22, Maric 20, Bohme 11, Mattioli 7, Coali 6, Mc Kibbin 4, Cesarini (L1), Fiore 5, Van Den Dries 4, Torre. N.E. – De Togni, Guttmann, Lo Bianco (L2). All. Marco Fenoglio.
CASTELLANA GROTTE: Sabbi 21, Ferreira A. 15, Cester 13, Yosifov 11, Casoli 11, Stivachtis 4, Ricciardello (L1), Dolfo 4, Menzel 3, Elia 1. N.E. – Paparoni (L2). All. Flavio Gulinelli.
Arbitri: Andrea Puecher (PD) e Rossella Piana (MO).
ALTOTEVERE (b.s. 13, v. 2, muri 13, errori 9).
BCC NEP (b.s. 15, v. 5, muri 14, errori 14).
(fonte Vivi Altotevere San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 10, 2013 21:21