Andrea Bocciolesi: «Occhio al Selci»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 17, 2013 19:29

Andrea Bocciolesi: «Occhio al Selci»

Bocciolesi Andrea (attacco)

attacco da zona-due di Andrea Bocciolesi

Gli anni dispari portano bene al team targato Il Nastro Selci che nel 2009 conquistò la vittoria del campionato di serie C maschile, disputando poi il suo primo torneo nazionale, e nel 2011 si ripeté superando la concorrenza più agguerrita. Logico pertanto che nel 2013 i ragazzi del presidente Duilio Cagnoni ci riprovino. Quattro stagioni addietro gli altotiberini giunsero ai play-off da primi della classe, avendo dominato il massimo torneo regionale, e confermarono i pronostici. Due stagioni fa ci arrivarono da quarti della graduatoria, ma compirono lo stesso l’impresa. Non c’è due senza tre è solo un detto, ma di certo le concorrenti devono temere alquanto la squadra giallonera. Personaggio della stagione selciarina è senza ombra di dubbio Andrea Bocciolesi, una costante del team che la scorsa estate ha rinunciato a militare nella serie B2, malgrado la raggiunta salvezza: «In un periodo di forte crisi per l’intero movimento, una società giudiziosa come Selci ha deciso di ripartire nel campionato regionale con lo ‘zoccolo duro’ di quella squadra che fu ed è una ‘collaborazione’ col Città di Castello volendo dare spazio e far crescere alcuni giovani. La nostra è una squadra che nella stagione ha avuto qualche flessione a causa di cambi di ruolo, inserimento dei giovani e, anche per questi motivi, allenamenti a volte altalenanti, ma mantiene caratteristiche e giocatori per fare bene anche in questi play-off. Mai darci per scontati! (Terni insegna, ndr). I piccoli del gruppo, uno su tutti Cherubini, preso sotto la personale ala un po’ da fratello maggiore, se non da ‘babo’, sono cresciuti in esperienza e sicurezza e cominciamo a raccogliere i frutti con buone prestazioni». L’atleta di 193 cm. nato il 25 marzo 1978 ha caratteristiche di duttilità, tali da averlo impiegato per esigenze sia da centrale che da opposto. «A livello personale posso reputarmi felice del mio rendimento nel non nuovo ruolo di martello; il primo anno fu una scelta vincente e magari questo potrebbe diventare un vizio. I compagni mi aiutano molto e sopportano la mia scarsa propensione al fondamentale di difesa. Veniamo da gare non limpide ma in crescendo e di certo venderemo cara la pelle in questi play-off e saremo ancora tra i protagonisti. Bello giocarsi ancora una serie B contro gli amici Giacomo Bastianini e Sergio Sabatini, ex compagni ed ex avversari. Buoni play-off a tutti»!

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 17, 2013 19:29