Marco Donnini: «Assisi ai play-off senza pressioni»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 25, 2013 14:30

Marco Donnini: «Assisi ai play-off senza pressioni»

Donnini Marco (attacca)

un attacco dell’opposto Marco Donnini

Il preludio ai play-off della serie D maschile ha mandato in campo nella gara conclusiva della stagione regolare due pretendenti al salto di categoria. Ad impressionare è stato l’Assisi Volley che tra le mura amiche ha sbaragliato il Tavernelle, scalzandolo dalla seconda posizione di classifica. Un risultato importante in chiave spareggi promozione perché ha assegnato agli uomini in maglia rossoblu la testa di serie migliore della post season e dunque il vantaggio di poter giocare in casa le eventuali ‘belle’. A fare il punto della situazione è l’opposto Marco Donnini: «L’inizio di stagione è stato inaspettato per tutti, giocatori e dirigenti. Una piacevole scoperta per me dopo un anno di sofferenze a Torgiano, finalmente un po’ di relax, una squadra di giovani volenterosi che con impegno e costanza sono riusciti a crescere partita dopo partita regalandosi grosse soddisfazioni. Naturalmente il girone d’andata è stato fin troppo roseo in un crescendo di prestazioni e, purtroppo, è arrivato il calo fisico e psicologico che ci ha fatto prendere una batosta dalla prima della classe (Chiusi), ma ciò non è servito a darci lo scossone necessario per ripartire, è stato necessario anche la prestazione negativa con Terni, squadra sottovalutata, per farci riprendere il senno. Le motivazioni di questo calo sono state sicuramente tante, forse in primis avremmo dovuto seguire con più attenzione il consiglio del veterano Vergoni, ossia mantenere il famigerato ‘low profile’. La squadra è un mix di giovani (il libero non ha 20 anni) e di più esperti, la situazione che si era creata con la facilità di mantenimento ai vertici della classifica e la possibilità del salto diretto di categoria ci ha fatto rilassare troppo. L’unione del gruppo, che inizialmente aveva fatto la differenza in campo, non ha retto». L’atleta classe 1977 ed alto 178 cm. esterna le sensazioni provate dal gruppo assisano con estrema sincerità. «Come detto prima sono state la somma di più batoste che ci hanno imposto di tornare a lavorare a testa bassa. Abbiamo messo da parte la classifica, così al sabato abbiamo dato il nostro meglio per noi stessi, per il nostro orgoglio, per la nostra amicizia, perché in fondo non siamo solo compagni di squadra, siamo un bel gruppo anche fuori dal campo. Ora ci sono i play-off, un secondo posto inaspettato all’ultima di campionato, non avevamo nemmeno controllato a cosa avrebbe portato una vittoria, tanto per noi non faceva differenza, abbiamo già dimostrato di potercela giocare con tutti. La possibilità di giocare di nuovo contro Terni è allettante, riscattare la brutta figura in casa loro di pochi giorni fa, non vediamo l’ora».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 25, 2013 14:30