Marsciano capitola inesorabilmente a Macerata

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 14, 2013 09:04

Marsciano capitola inesorabilmente a Macerata

Carboni Veronica (ricezione)

una ricezione della schiacciatrice Veronica Carboni

La tensione della posta in gioco rema contro le ragazze della Ecomet Marsciano nella gara di serie B2 femminile, si rivela fatale la trasferta alla residenza della Acqua Roana Mosca Macerata. Le umbre restano dunque a secco e consegnano la salvezza certa alle padrone di casa, apparse più ciniche e determinate, in tutti i fondamentali. Partenza decisa delle locali che, col muro di Lombardi, fissano il 4-1, ma Crisanti incarica Caputo della rimonta ed è subito 4-4. Tiberi sorpassa ma subito Bonfigli contrasta a muro, mandando alla sosta tecnica sull’8-6. Le ospiti spengono l’interruttore e una serie di errori, permette alle padrone di casa di pigiare sull’acceleratore, fino al muro di Giorgi del 18-10, che costringe il tecnico umbro, a ricorrere alla seconda sosta facoltativa. Solo sul finire di set, Carboni e Caputo accennano una rimonta, ma prima Bonfigli e subito dopo Giorgi chiudono la prima frazione di gioco. Il secondo parziale, riparte con le ospiti al comando, il duo Caputo Tiberi, costringono sul 2-6 coach Innocenzi ad intervenire, segue il recupero di Giorgi, ma è Carboni a fissare il 4-8. Come un film già visto, arrivano gli errori per le umbre, ed è parità 8-8. La rabbia della regista Crisanti ridà slancio alle biancoblù, ma Romani non sta a guardare; l’altra banda Giorgi ed altre imprecisioni ospiti proiettano l’Acqua Roana alla conquista del due a zero, che arriva su attacco della stessa Romani. Le ospiti non riescono subito a reagire, e grazie alla regia di Storani e al buon lavoro del libero Verolo, le locali fissano di nuovo un 4-1, ed ancora una volta, ci vuole Caputo per il pari 4-4. Piccari comincia a trovare varchi e Santi sul 5-8, manda alla prima sosta tecnica, la seconda arriva poi con le marscianesi ancora al comando 10-16, grazie a Carboni e alle belle difese di Cavalagli. Sull’ace di Crisanti del 14-20, il tecnico marchigiano ricorre alla sua seconda sosta discrezionale, tanto basta a far perdere la ritrovata concentrazione ospite. Le Umbre non riescono più ad arginare l’esuberanza delle padrone di casa, l’ace di Lombardi fa 21-21, poi Romani sorpassa, le marscianesi hanno ancora la palla del riaggancio, ma sul 23-22 sbagliano la battuta aprendo la strada alla conclusione della gara, che Bonfigli, non rimanda. Anche se la matematica ancora non condanna la salvezza della Ecomet, dopo questa gara, a tre soli turni alla fine del campionato, la corsa si fa sempre più dura.
ACQUA ROANA MOSCA MACERATA – ECOMET MARSCIANO = 3-0
(25-18, 25-15, 25-22)
MACERATA: Giorgi 14, Romani 11, Lombardi 9, Bonfigli 6, Rogani 4, Foglia, Verolo (L1), Storani, Peretti, Carpera. N.E. – Ranzuglia, Piccinini, Verdini (L2). All. Sergio Innocenzi e Laura Antinori.
MARSCIANO: Caputo 13, Piccari 7, Tiberi 7, Crisanti 5, Carboni 5, Santi 2, Cavalagli (L1), Gierek, Segoloni, Pucciarini, Volpi, Rumori (L2). N.E. – Grandi. All. Dario Sanna e Giuseppe e Castellano.
Arbitri: Fausto Salvatore e Luigi La Torre.
ROANA MOSCA (b.s. 4, v. 4, muri 8, errori 12).
ECOMET (b.s. 11, v. 2, muri 4, errori 20).
(fonte Media Umbria Marsciano)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 14, 2013 09:04