Nocera Umbra sfata il tabù a Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 16, 2013 10:13

Nocera Umbra sfata il tabù a Perugia

Frillici Daniele

Daniele Frillici

Se le premesse della sfida di San Marco non lasciavano presagire nulla di buono, il risultato conseguito dalla Friservice Nocera Umbra in serie D femminile ai danni della Multicopia Perugia assume un significato importante che va ben al di là dei tre punti. Orfane dell’allenatore Ornielli che in settimana è stato costretto ad un intervento chirurgico (la società augura un pronto rientro), costretto agli straordinari il presidente Daniele Frillici che nel ruolo di dirigente ha svolto anche le mansioni di allenatore, principalmente motivando le proprie giocatrici e affidandosi ai preziosi consigli tecnici delle esperte Elisa Cacciamani, Monia Cesaretti e Sandra Cucchiarini che con grande generosità si è messa a disposizione della società per dare il proprio contributo da qui a fine stagione. Insomma una grande prova di compattezza di squadra che stringendosi e tirando su le maniche, è riuscita a superare le difficoltà oggettive a cui sta facendo fronte nell’ultimo periodo. Nel primo set scende in campo il consueto sestetto visto nelle ultime uscite e l’inizio di gara è promettente. Tutte le giocatrici sembrano in vena e giocano con determinazione. Sugli scudi Federica Urbani e Andrea Barrionuevo. Urbani è su tutti i palloni in fase difensiva e quando attacca è molto precisa ed incisiva. Ma la giovane sudamericana non è da meno e salva un importante numero di attacchi avversari. Le perugine alternano una buona compattezza difensiva ad un’eccessiva fallosità sia al servizio che negli attacchi da banda. Il maggior numero di punti viene ottenuto al centro ma questo non basta a colmare il gap con le nocerine che si aggiudicano la prima frazione. Il secondo set è la cartina tornasole della serata rossoblu. Questo è infatti il tallone d’Achille della stagione nocerina che troppo spesso ha concesso la seconda frazione alle avversarie. Proprio su questo tasto vengono stimolate le giocatrici al cambio di campo e il presidente non viene deluso. A differenza di molte altre occasioni, la Friservice non perde il controllo della partita. Senza strafare ma semplicemente sfruttando le innumerevoli imprecisioni delle perugine che mettono su un piatto d’argento la possibilità di allungare alle nocerine. Erica Gaudenzi sottorete fa sentire la sua presenza e nei momenti più delicati viene cercata con continuità dall’alzatrice Cesaretti. Joela Alikaj si fa notare soprattutto per una buona attenzione difensiva, caratteristica sulla quale la giovane albanese ha spesso sofferto durante il campionato. Archiviato il secondo set, la partita accede alla terza e decisiva frazione. Stavolta le padrone di casa sono più determinate e creano non poche difficoltà alle rivali che perdono lucidità e sicurezza. A metà set l’arbitro è costretto in seguito a vibranti proteste delle ospiti a chiamare una palla contesa per una svista su un attacco da seconda linea. L’episodio fa innervosire ancora di più le rossoblu che si allontanano dalle padrone di casa. Sul 21-18 avviene la svolta decisiva del match. Con uno guizzo d’orgoglio Nocera rimonta il distacco grazie a prodigiosi recuperi difensivi. Federica Urbani e Erica Gaudenzi in attacco fanno la differenza. Proprio Gaudenzi, dopo una serie di servizi insidiosi e vincenti, commette un errore pesantissimo sul primo dei due match point e manda il punteggio sul 23-24. Ultimo punto al cardiopalma che alla fine viene conquistato dalla Friservice e scoppia in un urlo liberatorio la gioia delle giocatrici di Nocera. Perugia perde l’occasione di saltare dalla zona rossa dei play-out a quella verde dei play-off mentre Nocera Umbra recupera un punticino ad Amelia e insidia la seconda posizione. Prossimo match casalingo con il fanalino di coda Narni che però non ha sfigurato contro la già promossa Acquasparta.
(fonte Nuova Pallavolo Trevi)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 16, 2013 10:13