Pallavolo Perugia 2012 nona al torneo di Ancona

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 1, 2013 11:27

Pallavolo Perugia 2012 nona al torneo di Ancona

Pallavolo Perugia 2012 (cerimonia premiazione)

le ragazze della Pallavolo Perugia 2012 alla premiazione

Termina con la conquista del nono posto l’avventura della Pallavolo Perugia 2012 al torneo denominato Easter Volley che si svolge nei giorni pre-pasquali in varie palestre del piceno. Dopo la prima giornata di gare, nella categoria under 18 femminile, le biancorosse hanno affrontato nel pomeriggio di venerdì la partita più importante della seconda fase, quella che le avrebbe permesso di accedere alla parte alta della classifica e giocare per le prime otto posizioni. Purtroppo però, come spesso accade, quella partita pur preparata bene e obiettivamente alla portata, ha condizionato così tanto le grifette che, come spesso si dice, non sono scese neppure in campo con la testa. Ma veniamo alla gara, l’avversaria del primo pomeriggio è la Volley Friends Roma, una bella squadra che piazzatasi al terzo posto del suo girone. Sin dall’inizio dell’incontro, si è notato che lo spirito, la grinta e la voglia di fare non era quella delle partite precedenti. Le perugine hanno tentato più volte all’inizio dei due set di rimanere attaccate a quel treno che stava partendo, ma ogni volta mancava quel ‘quid’ che le aveva fatte emergere nelle tre partite del giorno prima e così, punto dopo punto, le romane hanno raggiunto in breve tempo la vittoria con un secco due a zero (25-12, 25-10). Scosse e demoralizzate dalla brutta lezione ricevuta, le perugine sono dovute correre da Civitanova Marche ad Osimo per giocare la seconda gara della giornata che le avrebbe permesso di accedere alla gara per il nono posto. In questi trenta chilometri di distanza è successo di tutto: statale Adriatica intasata dal traffico, mini-bus che ha funzionato a tre cilindri a causa di un guasto ad un iniettore, navigatore che ‘impazzisce’ in una zona industriale, insomma c’era di tutto per pensare che la giornata nata male sarebbe finita peggio. Ed invece in quest’ora di viaggio e di peripezie, le ragazze hanno trovato la forza di riorganizzare l’idee e di ritrovare quella grinta che sembrava svanita. Nella palestra di Passatempo di Osimo ad attendere c’erano le ragazze del Conero Planet Ancona, squadra locale che classificatasi al secondo posto del suo girone ma sconfitta anch’essa nella prima gara del pomeriggio. Sin da subito si è visto che la squadra scesa in campo aveva un’altra forgia rispetto a quella di un’ora prima, determinazione, carattere e grinta sono tornate a dare manforte alle perugine che in poco più di mezzora si sono sbarazzate delle avversarie con il punteggio di due a zero (21-25, 23-25). L’umore è risalito ai massimi e l’allegria e la spensieratezza dell’età è tornata ben presto a far sorridere le ragazze che in serata hanno conosciuto il nome dell’avversaria che sabato mattina gli avrebbe cercato di sbarrare la strada a quel nono posto così importante per loro. Il Cus Torino, squadra ben organizzata, è tornata ad incrociare la strada di Perugia. Sicuramente per le piemontesi questa gara ha il sapore della rivincita e c’è da scommettere che abbia preparato al meglio la partita per cancellare quella brutta sconfitta rimediata con le perugine nella prima giornata. Per la finale nono-decimo posto, si torna a giocare a Civitanova Marche, nella palestra che poche ore prima aveva escluso le biancorosse dalla parte alta del tabellone, ma questo neppure è passato nella mente delle ragazze di coach Tomassetti che sin dai primi scambi hanno dimostrato determinazione, concentrazione e freddezza di esecuzione tanto che in breve tempo hanno raggiunto il vantaggio di 23-16. Improvvisamente però è arrivato il nulla, tutto è tornato ad essere difficile per le perugine, quello che sembrava essere facile diventava alto ed insormontabile e così, punto dopo punto le torinesi hanno agganciato ed addirittura rovesciato (23-24). E’ incredibile che un set con esito così scontato stava per diventare una nuova sconfitta. Ma le grifette non ci sono state e sono tornate di nuovo a far sentire la loro voce e così in pochi minuti sono riuscite a chiudere il primo set ai vantaggi con il punteggio di  27 a 25. Al cambio di campo, le torinesi ora hanno acquisito forza e sicurezza delle loro capacità; hanno iniziato a macinare punti lasciando sempre più lontane nella scia le perugine. Sul18-10 per le settentrionali coach Tomassetti  si è giocato il secondo ed ultimo time-out a disposizione, qualcosa è cambiato in campo e, con l’errore in battuta delle avversarie, è iniziata la rincorsa delle umbre che come arma d’attacco hanno trovato ancora Sofia Calzola. La battuta forte tesa intervallata da battute flot hanno messo nel caos la ricezione avversaria che non è riuscita più come prima a controllare il gioco; le umbre hanno corso, punto dopo punto si sono avvicinate alle avversarie, le hanno raggiunte e le hanno superate sino al 18-20. La rabbia della panchina torinese  avrebbe meritato almeno un cartellino giallo ma, in un torneo nato con lo spirito del massimo fair-play, gli arbitri neppure sono muniti di cartellini e così, in ancora pochi minuti di gioco, le perugine hanno raggiunto la vittoria del set per 25-21 e fissato il loro segnaposto alla nona posizione su sedici squadre partecipanti. Grande festa poi nel pomeriggio al Pala-Rossini di Ancona con la sfilata di tutte le ragazze partecipanti alla manifestazione (circa 1050 atlete) sul campo da gioco per la conclusione di questa bellissima esperienza.
(fonte Pallavolo Perugia 2012)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 1, 2013 11:27