Perugia saluta i play-off, troppo ardua Piacenza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 1, 2013 19:52

Perugia saluta i play-off, troppo ardua Piacenza

Edgar-Vujevic (muro)

Thomas Edgar e Goran Vujevic a muro

Termina a Pasquetta l’avventura della Sir Safety Perugia nei play-off scudetto. L’auspicata resurrezione dei block-devils non si verifica e la Copra Elior Piacenza completa il suo percorso netto superando per tre a zero gli umbri nella serie dei quarti di finale. A fare la differenza è stata anche stavolta la battuta (6 ace contro 0) e l’attacco che ha avuto percentuali alte per i padroni di casa (53%), molto meno per gli uomini del presidente Sirci (35%). Al fischio d’inizio Perugia parte meglio ma il margine di due punti di vantaggio viene ribaltato da un break di Papi che si fa sentire a muro e al primo time-out tecnico la situazione è 8-6. I padroni di casa tengono il pallino in mano e continuano a guidare sino al 15-13. La limitazione dei danni però cessa qui perché Zlatanov perfora costantemente la retroguardia avversaria e il gap si fa consistente (23-14). C’è da attendere poco per la conclusione del primo set che viene sancito da un errore al servizio di Vujevic. Alla ripresa la situazione si sblocca ben presto con Fei che sale al servizio e con un ottimo turno condito da due ace fa tremare la ricezione ospite (5-1). La reazione dei perugini riesce a riportare sotto nel punteggio ma poi un nuovo break, causato anche da errori propri, determina la divaricazione del punteggio che si fa di nuovo pesante sul 16-11. Si procede in maniera stanca e Kovac prova ad inserire Tamburo ma poco cambia con gli errori della Sir che impediscono di ridurre le distanze (21-15). Quando tutto sembra compromesso arriva la rimonta degli ospiti che con Petric si spingono sul 24-23, Papi sbaglia e prolunga il parziale (24-24). A decidere nel prolungamento ai vantaggi è la battuta in salto di Holt (la stessa che giovedì aveva fatto la differenza al Pala-Evangelisti), che piega le braccia a Giovi e causa il due a zero. Nel terzo frangente di gioco il copione è simile con Zlatanov che spinge sul 12-8. La reazione d’orgoglio della Sir riesce a riportare in linea di galleggiamento ma al secondo time-out tecnico è ancora pesante il distacco (17-13). Kovac tenta soluzioni estemporanee, spedendo nella mischia Tamburo, Van Harskamp e Semenzato, ma l’inerzia del match non muta di una virgola, anzi, peggiora (20-14). La chiusura arriva inesorabile con due punti consecutivi di Fei che fanno scorrere i titoli di coda sulla stagione. Termina così la prima esperienza nella massima categoria della Sir Safety che può ritenersi comunque soddisfatta del percorso svolto.
COPRA ELIOR PIACENZA – SIR SAFETY PERUGIA = 3-0
(25-16, 29-27, 25-16)
PIACENZA: Zlatanov 19, Fei 15, Papi 13, Holt 6, Robertlandy 4, De Cecco 3, Marra (L1), Tencati. N.E. – Vettori, Corvetta, Maruotti, Ogurcak, Latelli (L2). All. Luca Monti e Davide Alessandro Delmati.
PERUGIA: Petric 14, Schwarz 10, Vujevic 6, Edgar 3, Alletti 1, Daldello 1, Giovi (L1), Semenzato 1, Tamburo 1, Van Harskamp. N.E. – Tomassetti, Van Rekom, Pochini (L2). All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
Note – Spettatori 2’171.
Durata dei set: 21’, 32’, 23’.
Arbitri – Luca Sobrero (SV) e Marco Braico (TO).
COPRA ELIOR (b.s. 13, v. 6, muri 10, errori 10).
SIR SAFETY (b.s. 10, v. 0, muri 5, errori 10).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 1, 2013 19:52