San Giustino, bilancio con piccola polemica

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2013 17:16

San Giustino, bilancio con piccola polemica

Nocentini Aldo (testina)

Aldo Nocentini

Il gruppo dirigente di Vivi Altotevere San Giustino esprime soddisfazione per l’ottima stagione sportiva disputata dal sestetto di serie A1 maschile allenato da coach Fenoglio. Una formazione giovane, quella azzurra, che con carattere e determinazione ha raggiunto traguardi importanti, culminati con la qualificazione ai play-off con tre giornate di anticipo. Le più alte cariche del club altotiberino tracciano un bilancio dei mesi appena trascorsi, con uno sguardo anche al futuro. Il presidente Aldo Nocentini dichiara: «È stata una stagione indubbiamente positiva. Ci siamo qualificati tra le prime dieci squadre del campionato, e questo è senza alcun dubbio un grande risultato. Sono estremamente soddisfatto anche delle gare dei play-off. Contro Latina, escludendo la prima gara, abbiamo disputato partite di grande livello. Ci siamo confrontati alla pari con una delle squadre più forti della serie A1, finalista dell’ultima edizione di coppa Cev, e composta da una rosa di grandi giocatori, questo ci fa onore. Risultati di questa portata possono essere raggiunti solo se il gruppo è unito, concentrato per centrare, insieme, un unico obbiettivo. Ciò che è stato creato nel corso di questa stagione è qualcosa di importante. Si tratta del primo tassello di un progetto più ampio, che va oltre la pallavolo. In questi mesi, sotto il brand Vivi Altotevere, sono nate altre iniziate, sempre legate allo sport, dal gruppo di podismo, fino all’associazione ‘Vivi Altotevere in mountain bike’. Si tratta di realtà che stanno crescendo sia per numero di iscritti, che per iniziative proposte. Ci siamo posti un obiettivo, che è quello di promuovere il territorio attraverso lo sport. Questo è il motivo che ci ha spinto a scegliere questo nome per la squadra maschile di pallavolo. Altotevere è un nome che deve unire e non dividere. In questo momento di difficile congiuntura economica servono alleanze, che vadano oltre il nostro territorio comunale. Solo in questo modo potremo garantire un futuro certo al nostro movimento. Da questo punto di vista, mi preme sottolineare anche il grande lavoro svolto per allestire i campus estivi, che si terranno nei mesi di luglio ed agosto prossimi. Speriamo in un buon numero di iscritti, che provengano da tutti i Comuni del nostro territorio. Ci spiace che i campus si svolgeranno fuori dal territorio del comune di San Giustino. Nei mesi scorsi, avevamo presentato a sindaco ed assessori un progetto per la realizzazione di impianti sportivi all’aperto. Si trattava di una riqualificazione importante, che doveva interessare l’area esterna al Pala-Kemon, lavori che potevano essere eseguiti anche a stralcio. Ma ad oggi, e sono passati oltre tre mesi, non abbiamo ricevuto alcun segnale, nessuna risposta. Questo ci spiace enormemente. Il nostro scopo era semplicemente quello di far vivere tutto l’anno la struttura sportiva che ci ospita per le gare interne di pallavolo. Ed è per questo motivo che ci siamo dovuti rivolgere al comune di Sansepolcro e di Pieve Santo Stefano per organizzare i campus estivi. La nostra speranza è che i lavori partano al più presto. Sarebbe infatti positivo che, almeno parte di questo progetto, potesse abbracciare anche San Giustino. Colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone che ci sono state vicine in questi mesi: dalle associazioni di volontariato, allo staff tecnico e dirigenziale. Senza il loro contributo sarebbe stato difficile raggiungere il risultato che abbiamo centrato. Sono stati molti gli sponsor che hanno deciso di abbracciare il nostro progetto. Aziende, grandi e piccole, hanno dato il proprio sostegno ad una iniziativa di grande visibilità per l’intero territorio». Queste invece le parole dell’amministratore delegato Alessandro Fratini: «Anche io voglio ringraziare personalmente tutte quelle realtà economiche che hanno permesso di poterci iscrivere e partecipare al campionato di serie A1. Sono stati numerosi gli imprenditori che ci hanno sostenuto. Aziende dell’intero comprensorio. Mi riferisco a realtà economiche che lavorano in Umbria ed in Toscana, persone che hanno capito la bontà del nostro progetto. Il nostro territorio, seppure diviso da due regioni, è di fatto un’unica realtà, che vive e lavora insieme. Noi vogliamo proseguire su questa  strada. Il nostro obiettivo è allargare la società a tutte quelle realtà che vedano nello sport un volano importante per promuovere il loro marchio ed i loro servizi. Il futuro dipenderà da questo. Dovremo lavorare per allargare i nostri orizzonti, abbattere i confini territoriali, andare oltre le logiche di tipo campanilistico. Occorre unire il nostro comprensorio, la parte umbra e toscana della Valtiberina, attraverso lo sport, ed in questo caso attraverso la pallavolo. Solo in questo modo potremo dare un futuro certo al nostro movimento. Auspico, a questo proposito, una unione di intenti tra tutti gli attori coinvolti, dal pubblico, che deve maturare, alle istituzioni, che con il loro contributo, devono porre le basi per costruire un progetto duraturo nel tempo».
(fonte Vivi Altotevere San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2013 17:16