Daniele Frillici: «Nocera Umbra è dove merita»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 28 Maggio, 2013 08:17

Daniele Frillici: «Nocera Umbra è dove merita»

Frillici Daniele (festeggia)

il presidente Daniele Frillici

Nel commentare la stagione della sua Friservice Nocera Umbra che ha conquistato mercoledì sera la promozione in serie C femminile parla di tutto ciò che gli è passato in mente negli ultimi giorni il presidente Daniele Frillici: «Ho delle fotografie stampate in testa, che continuano a scorrere come una presentazione a ciclo continuo. Ripenso al 2009, a quel gruppo di ragazze di Nocera che all’improvviso si erano viste togliere la possibilità di continuare a rappresentare i colori della propria città. Senza preavviso, senza colpe… Un viaggio di sola andata paradiso-inferno durato pochi, e purtroppo per tutti, indimenticabili giorni. In quell’estate del 2009 quasi per scommessa decisi di mettermi a disposizione per dare una mano su uno sport per me fino a quel momento praticamente sconosciuto. Mancava ogni cosa e il morale era sotto le scarpe. I tifosi erano spariti e le tribune quasi vuote. Passare dalla serie A2 alla prima divisione, è stato un tonfo troppo grande per non fare rumore. E’ grazie ad Orietta Farinacci se la pallavolo non scomparì in quel momento sportivamente drammatico. Mi feci raccontare dalla ragazze e dalle madri, cosa avesse significato la pallavolo nella città dagli anni ‘70 in poi. Una tradizione che è stata coltivata e mantenuta per decenni. Dentro di me in quel momento maturò un pensiero, sempre più forte. Un obiettivo da raggiungere. Riportare Nocera Umbra nella massima categoria regionale, la serie C. La serie che merita questa città, le serie in cui giocava prima del grandissimo exploit in serie A2 e del successivo tracollo. La storia è nota a tutti e quello del 22 maggio 2013 è stato il taglio del traguardo di questo percorso che è stato portato a termine con successo. Quello che non è noto a tutti è che durante il tragitto, molti sono stati i ‘profeti’ che ci davano quest’anno per spacciati, alcuni ci hanno definito incapaci a gestire una società. Siamo stati snobbati da alcune giocatrici e qualcuno ha anche provato a giocare scorretto. Pazienza, la nostra forza è stata non curarci mai di loro. Chi conosce la nostra società, sa che le porte sono sempre aperte e non abbiamo mai trattenuto nessuno. Questo ha pagato e ad oggi possiamo dire con fierezza di essere una delle poche squadre in Umbria ad esser composta da sole giocatrici locali. Quindi se siamo in C, è perchè Nocera Umbra merita la C. Non c’è stato bisogno di ingaggiare atlete provenienti da chissà dove. Tutte a costo zero. Tutte per la maglia, non per il denaro. Perchè lo sport dilettantistico è questo e quelle società che negli scorsi anni sono state assuefatte dalle sete di gloria, spendendo e facendo promesse poi non mantenute, oggi ne pagano le conseguenze. Da noi forse non ci saranno tanti lussi ma ogni allenatore che è passato per la nostra società, è stato sempre pagato mese per mese fino all’ultimo euro. Ogni anno che passa, con i costi che aumentano, gli sponsor che diminuiscono e i giovani che hanno molteplici scelte sulle attività sportive da svolgere, diventa sempre più difficile mantenere in piedi questo impegno ma finchè avremo forza ed entusiasmo, finchè avremo gente che ci segue a prescindere dalla categoria, continueremo a dare tutto. L’immagine finale è quella che si è aggiunta mercoledì sera, quella dei festeggiamenti e di quella tribuna gremita. E’ la soddisfazione più bella, sia personale che per la pallavolo. Non importa se a festeggiare ci fossero spettatori affezionati o alla prima esperienza, esperti o non esperti, nocerini doc o nocerini ad honorem. Chi vi parla è nato a Roma, ha studiato a Roma ed è residente (ancora per poco) a Roma. Ma ha il cuore rossoblu… E’ stata ed è la festa di tutta Nocera Umbra. Niente polemiche, niente carri dei vincitori e dei vinti. Godiamoci tutti insieme questa piccola grande impresa e non dimentichiamoci mai di essere fieri della nostra piccola grande città».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 28 Maggio, 2013 08:17