La Delfino Tavernelle balza in serie C maschile

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 15 Maggio, 2013 19:30

La Delfino Tavernelle balza in serie C maschile

Delfino Tavernelle (promozione)

i festeggiamenti della Delfino Tavernelle per la vittoria nei play-off della serie D maschile

Martedì 14 maggio. La Delfino Tavernelle ha un appuntamento importante, quello con la storia. Sportiva ovviamente. Che vede la formazione della serie D maschile giocarsi la promozioni nella massima categoria regionale in gara-due della finale play-off davanti al proprio pubblico contro la squadra dell’Assisi Volley. Ma per capire bene il clima e le emozioni che si sono vissute ieri sera c’è bisogno di una doverosa parentesi riguardante il come si è arrivati a questa finale. Martedì 23 settembre alla palestra di via Picasso, a quindici giorni dall’inizio del campionato, va in scena il primo allenamento. Fra l’incertezza generale ed i dubbi sul partecipare o meno al campionato. Per tutta la stagione i problemi sono stati innumerevoli. Da quelli legati alla presenza agli allenamenti, passando per le difficoltà a far combaciare le esigenze di orario di tutti, finendo il cambio d’allenatore a quattro giornate dal termine della regular season. Tutte queste difficoltà portano all’ultima partita del girone di ritorno sabato 20 aprile contro Assisi e ne viene fuori una sconfitta in tre set che non ammette replica. Una brutta prestazione che manda il morale sotto terra a sette giorni dall’inizio dei play-off. Si scivola al quarto posto in classifica e semifinale contro l’ostica Persichetti Marsciano. Ma i play-off, si sa, sono una storia a parte. E qui comincia quella di Tavernelle. Cinque partite giocate di cuore e di grinta, quasi inaspettate. Con la crescente consapevolezza, partita dopo partita, che forse qualcosa di buono poteva venire fuori, sopra tutti i problemi e le difficoltà. Dopo una gara-uno ad Assisi giocata e vinta con una voglia di riscatto incredibile, viste le due sconfitte in campionato con la squadra assisana, in gara-due la tensione si taglia con un coltello. In una palestra traboccante di pubblico, che non smette un attimo di incitare le due squadre, va in scena una partita intensa, come dimostrano anche i parziali. Un primo set con una partenza a razzo della formazione di coach Cimaroli, che con grinta ed attenzione allunga subito sugli avversari. Set che scorre liscio verso un risultato netto con un Rondoni inarrestabile al centro ed un Barbanera ispirato in regia che gestisce al meglio tutti i suoi attaccanti. Nel secondo frangente la musica cambia. Assisi entra in campo decisa a vendere cara la pelle ed a dimostrare di voler giocare la partita fino in fondo. Il parziale prosegue pieno di emozioni punto a punto fino alla fine, Volpi si esalta con alcune difese che fanno scaldare gli animi e la formazione di casa riesce ad avere la meglio. Nella terza frazione, che potrebbe essere quella decisiva, la stanchezza e la tensione della partita si fanno sentire. Un turno positivo in battuta ospite crea scompiglio nella ricezione dei delfini. Il nervosismo e la tensione cominciano a giocare brutti scherzi e crescono anche gli errori commessi in attacco. Neanche gli ingressi di Piattellini, Tassini e Cittadini riescono a cambiare nulla. Assisi riduce le distanze e trova nuova carica per proseguire la partita. Il quarto parziale è tutto cuore e grinta. Si comincia con una partenza fulminante di Donnini e compagni che piazzano un break pesantissimo (6-12). Arriva anche un cartellino giallo per Cimaroli che protesta eccessivamente ed una serie infinita di errori in tutti i fondamentali. Anche l’arbitro soffre la pressione del momento e per due volte la partita viene interrotta per dar modo al direttore di gara di poter riprendere un po’ di lucidità. Come nelle favole più belle, succede quello che non ti aspetti. Nel momento più buio e sotto di suei punti il tecnico Cimaroli richiama in panchina Fiocchetti e Maestrucci e getta nella mischia fra le ovazioni del pubblico il rientrante Rossi e Pistilli. Cardinali, fino a questo momento in chiaroscuro comincia ad esaltarsi. Con tre attacchi e complici un paio di errori avversari la Delfino impatta sul 13-13. Plumbi e Rondoni continuano ad essere efficaci in attacco, Barbanera al servizio risulta determinante. Rientrano di nuovo Maestrucci e Fiocchetti con una ritrovata lucidità. Il finale di gara è per cuori forti, si va avanti punto a punto fino ai vantaggi, sul 24-24 a chiudere la partita sono due mani-out di Fiocchetti. La palestra esplode insieme alla gioia di tutti i giocatori. Ad inizio anno nessuno avrebbe scommesso nulla su questo risultato, frutto della determinazione e della voglia di dimostrare, sopra ogni altra cosa, che qualcosa di buono poteva essere fatto! Il resto sono risate, abbracci, coriandoli e spumante condivisi con chi per oltre due ore ha gridato, applaudito ed incitato i propri giocatori. Un grazie di cuore da parte di tutta la Polisportiva Delfino va proprio a loro, che si sono dimostrati l’ottavo giocatore in campo!
DELFINO TAVERNELLE – ASSISI VOLLEY = 3-1
(25-16, 25-23, 22-25, 26-24)
TAVERNELLE: Plumbi, Barbanera, Pistilli, Rossi, Fiocchetti, Cardinali, Volpi, Tassini, Cittadini, Maestrucci, Piattellini, Rondoni. All. Marco Cimaroli.
(fonte Polisportiva Delfino Tavernelle)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 15 Maggio, 2013 19:30