Marianna Merluzzi: «Vecchie sensazioni a Gubbio»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 16, 2013 17:02

Marianna Merluzzi: «Vecchie sensazioni a Gubbio»

Merluzzi Marianna

Marianna Merluzzi

E’ tornata in campo dopo aver compiuto trentanove anni ed ha fatto parlare molto di sé, la serie C femminile di pallavolo può vantare un altro personaggio di spicco del panorama delle schiacciate in questa stagione agonistica ricca di colpi di scena. E’ stata la New Font Prep Mori Gubbio, la miglior squadra del campionato regolare, a convincerla a fare questo passo. Nella massima categoria ha vestito la maglia del San Lazzaro di Savena per un anno e poi è passata alla Sirio Perugia dove è rimasta in serie A1 dal 1992 al 2002 (con una parentesi in A2 nel 1995-1996) conquistando una Coppa Italia ed una Coppa delle Coppe. In seguito si è trasferita a Marsciano dove ha vinto la serie B2 e poi ha disputato cinque stagioni di serie B1. Nel suo palmares personale c’è anche lo scudetto universitario con il Cus Perugia del 1998. Stiamo parlando della schiacciatrice Marianna Merluzzi, la più titolata delle atlete in attività che si mostra positiva come una giovane:«Gli stimoli sono molto alti ma il contributo che potrò dare è un interrogativo, darò sicuramente una mano ma una cosa è certa, la squadra era già forte senza di me. Devo dire che toccare la palla è sempre molto emozionante ma è anche molto faticoso. Sono consapevole che con solo un mese di preparazione non riuscirò a dare il massimo delle mie possibilità ma sicuramente darò il 100% di quello che posso». Aveva interrotto la sua attività da cinque anni, ultima apparizione a Marsciano in B1, ma dopo aver affrontato due maternità è arrivata la proposta che non ti aspetti ed è capitata al momento giusto. «Fondamentalmente ho ripreso perché è un periodo che sono ferma col lavoro e mi si è liberato del tempo, ho accolto con piacere le richieste del tecnico Mattoni che mi ha voluto con lui in quest’ultima parte del torneo. Devo dire in tutta sincerità che la ripresa è stata dura, all’inizio quando provavo l’attacco non riuscivo a varcare la rete. Inoltre ho avuto i dolori dappertutto, era un po’ di tempo che non sentivo queste sensazioni, tutte cose che mi ero dimenticata». Ma con il passare del tempo la situazione è in evoluzione e la giocatrice di origine aretina migliora, lo dimostra il fatto che nei quarti di finale è partita titolare contro Chiusi e sabato scorso ha giocato la sua prima partita completa. «Era importante vincere in due gare perché ieri cera la festa dei Ceri e questa settimana non si poteva proprio tornare in campo». Sorride Marianna che pensa già a sabato prossimo quando alla Polivalente di via Arboreto arriverà la rivale di semifinale Azzurra Terni per una gara-uno che si annuncia davvero interessante.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 16, 2013 17:02