Serie C femminile, il commento della post season

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 24 Maggio, 2013 12:52

Serie C femminile, il commento della post season

Tamburi Silvia

Silvia Tamburi

Il secondo turno delle semifinali play-off ha regalato emozioni forti. Le migliori squadre del torneo femminile hanno dato vita a due gare molto combattute ma con risultati opposti. Se la Zambelli Orvieto ha ottenuto il pass per la finale battendo la Qsa Promovideo Perugia, dall’altra parte del tabellone l’Azzurra Terni si è imposta sulla New Font Prep Mori Gubbio rimandando il verdetto a gara tre. La prima finalista ha quindi un nome, si tratta dell’Orvieto guidato dal tecnico Petrangeli. Le biancoverdi superano lontano da casa le ragazze di Monteluce in una gara molto tesa e che si chiude solo al tie-break. Il pubblico è delle grandi occasioni e le perugine giocano il tutto per tutto con Giorgi che ancora una volta risulterà la migliore delle sue, 19 centri per il capitano biancorosso. Orvieto però è più concreta, Fiorini sale in cattedra e sfodera un’altra prestazione super, 25 palle a terra, a darle una mano ci pensa Verdacchi in grado di andare a segno 21 volte. Il verdetto dopo oltre due ore di gioco: Orvieto vola per la prima volta in finale. Ancora non si conosce però il nome dell’avversaria. Gubbio, che tanto agevolmente aveva vinto in gara uno, sbatte contro la determinazione di Terni, tutto rimandato a gara tre. Match molto equilibrato (lo dimostrano i parziali) anche se si chiude in tre set, con le ternane più ciniche quando la palla scotta. In doppia cifra Favoriti, Giubila e Veritieri, ben innescate da Tocca. Sabato il verdetto, se passa Gubbio saranno le rossoblu ad ospitare il primo atto della finale, se passa Terni il vantaggio del campo è invece di Orvieto, testa di serie numero due. Mercoledì è andata di scena anche la penultima giornata dei play-off, due i verdetti: la Libertas Perugia e la Essepi Service San Feliciano salutano la massima categoria regionale, per loro nella prossima stagione c’è la serie D. Nel girone A il San Feliciano (2) del tecnico Ziino si arrende solo al tie-break contro la Gherardi Svi Città di Castello (7). Trascinate da una super Mancini, a segno 28 volte, le tifernati vincono e occupano attualmente il primo posto del girone. Per avere le idee più chiare su chi si salverà bisognerà però attendere il risultato della gara in programma sabato fra le lacustri e la Uisp Umbertide (7) a cui basta comunque un punto per ottenere la salvezza e condannare Città di Castello allo spareggio. Già sicura di giocarsi un’intera stagione nello spareggio è l’Avis Magione (5) che, grazie alla vena realizzativa di Cardinali e Baldoni, batte in trasferta la Libertas Perugia (1), ottiene il secondo posto nel girone B, e condanna le perugine allenate da Picchio alla retrocessione. Già salvo da una giornata il Fossato Volley (9), sarà quindi ininfluente il risultato della gara di sabato fra le fossatesi e le perugine. Magione intanto attende di sapere con chi si giocherà la salvezza. Essendoci stata una retrocessione dalla serie B2 il regolamento prevede un gara secca di spareggio fra le due seconde dei rispettivi gironi, si giocherà in casa della meglio classificata durante la regular season.
Andrea Sacco

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 24 Maggio, 2013 12:52