Bilancio stagionale per la Spoleto Academy Volley

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Luglio 7, 2013 00:23
Tosti Andrea

Andrea Tosti

Inizio di luglio, siamo proprio a metà strada tra la vecchia e la nuova stagione della Spoleto Academy Volley. Il momento perfetto per sedersi a un tavolo con il direttore sportivo Andrea Tosti e tirare un bilancio, partendo, ovviamente, dalla prima squadra, la serie C maschile che tra tante vicissitudini ha mancato l’accesso ai play-off: «L’annata è stata davvero molto complicata. Ai vari problemi di palestra, si sono aggiunte delle problematiche riguardanti i rapporti personali con alcuni giocatori che non hanno mantenuto le promesse di inizio anno e ci hanno abbandonato nel mezzo della stagione costringendoci a modificare l’assetto di gioco. Chi gioca a pallavolo sa che modificare in corsa e non trovarsi più ad essere in 12 agli allenamenti crea grandi disagi. Onestamente l’avvento di Buttarini in panchina ha ridato a noi giocatori una gestione un po’ meno autonoma, quello che serve a giocatori un po’ più ‘esperti’. Non essere riusciti ad entrare nei play-off è motivo di profonda critica sia per quanto riguarda noi giocatori, sia società sia allenatori, perché almeno negli otto era dovere arrivarci. Diciamo che avere vinto le ultime cinque partite su sei lascia un po’ meno di amaro in bocca». Le defezioni in corsa, insomma, hanno pesato. «Purtroppo pensavamo di avere in squadra persone adulte e non ragazzini che non rispettano la parola data e si tirano indietro alla prima, anzi, primissima difficoltà. Ti costringe a cercare persone in corsa, e in questo la mia più grossa gratitudine va al libero che ha deciso di dare una mano in corsa Antonio Toma, che tra varie difficoltà è riuscito lo stesso a darci il suo contributo». Prospettive per la prossima stagione? «Per quelle bisognerebbe parlare con il patron Buttarini. Con la promozione della squadra femminile di Rivotorto potremmo avere problemi di spazi sul campo dove abbiamo giocato e ci siamo allenati quest’anno, vediamo. Tra le tante opzioni al vaglio c’è anche quella di uno spostamento ad Acquasparta ma, appunto, al momento qualsiasi opzione è ancora in ballo e non c’è nulla di definito. Ma è una decisione della proprietà, e quindi sono loro i più idonei a parlarne». Dopo le note dolenti passiamo a quelle positive. Il settore giovanile, sotto la sapiente gestione dei due tecnici Giorgio Bianchi e Sabrina Fabbi, ha continuato il suo percorso di crescita sia numerica sia, soprattutto, qualitativa: «Si, è così. Siamo davvero molto soddisfatti di quanto fatto in questa stagione dal nostro settore giovanile, che è il nostro obiettivo principale nonché fiore all’occhiello societario. La collaborazione con Rivotorto ha dato ottimi frutti e quindi è assolutamente confermata anche per la prossima stagione, come confermata sarà anche la strategia di partecipare ai campionatoi di prima e seconda divisione femminile con delle squadre giovanissime. Il nostro obiettivo non è il risultato fino a sé stesso in quel campionato, tanto che la retrocessione di questa stagione subita in prima divisione non è assolutamente un problema, bensì la crescita delle atlete, che in quella situazione fanno esperienza ad alto livello. E credo fermamente che i tanti ottimi risultati ottenuti nei campionati di categoria sia dovuta anche a quelle esperienze». Vediamoli allora questi risultati ottenuti dalle squadre giovanili: under 12 misto Csi campione regionale e nona alle finali nazionali (allenatore Sabrina Fabbi); under 12 misto Fipav sesta classificata in Umbria (Sabrina Fabbi); under 13 femminile Csi terza nel campionato provinciale (Giorgio Bianchi); under 13 femminile Fipav terza nel campionato regionale (Giorgio Bianchi); under 14 femminile terza nel campionato provinciale (Giorgio Bianchi); under 14 femminile Fipav quinta nel campionato regionale (Giorgio Bianchi); under 14 femminile Csi terza nel campionato regionale (Sabrina Fabbi); under 13 maschile Fipav terza nel campionato regionale (Sabrina Fabbi); under 14 maschile Fipav terza nel campionato regionale (Sabrina Fabbi); under 16 femminile Fipav eliminata nella prima fase (Fabrizio Buttarini). Quantità e qualità, un binomio non sempre facile da abbinare ma che lo Spoleto Academy Volley è riuscito a centrare nella scorsa stagione e che sarà l’obiettivo anche per il 2013/2014. Con la voglia di crescere e migliorarsi, la stessa che da ormai tre anni porta gli atleti della società a non interrompere mai gli allenamenti e proseguirli anche d’estate, mesi ‘vuoti’ ma non per questo meno importanti per la crescita tecnica.
(fonte Spoleto Academy Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Luglio 7, 2013 00:23
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<