Andrea Giovi: «Perugia sarà fastidiosa»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 1, 2013 16:00

Andrea Giovi: «Perugia sarà fastidiosa»

Giovi Andrea (allungamento)

Andrea Giovi

È rientrato ieri pomeriggio in Italia con i suoi compagni al termine di un grande Europeo della nazionale azzurra chiuso con la medaglia d’argento al collo. Ma avrà davvero poco tempo per gustarla. Giusto il tempo di disfare la borsa azzurra e di riempire quella bianconera ed il libero della Sir Safety Perugia si metterà maglia e pantaloncini per presentarsi al Pala-Evangelisti. Da giovedì sarà nuovamente a disposizione, Andrea Giovi è uno dei tre tasselli ancora mancanti nel mosaico bianconero e la voglia de ‘La Belva’ di tornare a difendere e ricevere in seconda linea è quella di sempre: «Si, torno in gruppo giovedì mattina con i ragazzi e non vedo l’ora! Sono pronto, ho voglia di ricominciare, di riprendere il ritmo con i miei nuovi compagni di squadra e di riassaporare il clima precampionato, cosa sempre molto stimolante. Ritrovo una squadra motivata e con tanta voglia di lavorare. Li conosco in pratica tutti e so che ci sarà certamente un bell’ambiente, ambizioso e determinato. Dovremo fare un gran lavoro, ma a livello tecnico la nostra è una squadra, senza bisogno di nascondersi, che può essere fastidiosa per tutti». Con Giovi tornerà a Pian di Massiano anche Nemanja Petric (‘Drago’ dovrebbe rientrare in Italia tra mercoledì e giovedì, ndr), mentre per Atanasijevic bisognerà attendere ancora un po’. A proposito dei due serbi, il libero della Sir li ha visti da vicinissimo proprio in questi giorni. «Beh, Atanasijevic ha fatto un grande Europeo, questo è un dato di fatto ed ho potuto vedere con i miei occhi le sue grandi qualità. Speriamo proprio che continui su questi standard anche da noi (sorride al telefono Andrea, ndr)… Quanto a Nema (Petric, ndr), credo che ormai a Perugia tutti conoscano bene le sue doti e la sua tenacia. Siamo certamente tutti e tre molto carichi per questa stagione con i block-devils». Certo è che di tempo per recuperare i tre nazionali di Kovac ne avranno davvero poco. «Staccare la spina, soprattutto a livello di testa, magari servirebbe, però alla fine non vedo grandi problematiche anche perché, almeno personalmente, ho sempre una grande voglia di giocare. Inoltre si torna a casa e si riprende un ritmo di vita più ‘normale’. L’estate in nazionale è una cosa fantastica, ma ovviamente è un frullatore tra aerei, viaggi, alberghi e palazzetti. Quindi da giovedì sarò prontissimo a tuffarmi nella nuova stagione». Giovi archivia dunque definitivamente l’estate azzurra. Un pensiero sull’Europeo appena concluso chiude la chiacchierata. «Credo che siano stati rispecchiati i valori esistenti. Il campo non mente e la Russia ha dimostrato di avere qualcosa in più rispetto a noi. È chiaro che quando perdi una finale c’è sempre rammarico ed amarezza, ma bisogna riconoscere i grandi meriti dei nostri avversari».
(fonte Sir Safety Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 1, 2013 16:00
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<