Spoleto battuta al tie break dalla Roma7

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 27, 2013 03:01

Spoleto battuta al tie break dalla Roma7

Costanzi Riccardo (alza)

il regista Riccardo Costanzi palleggia in salto

Ha il sapore della beffa la sconfitta subita dalla Monini Spoleto ad opera della Polisportiva Roma 7 nel secondo turno del campionato di serie B2 maschile. Gli oleari, avanti due ad uno, sono stati costretti a cedere al Pala-Rota al tie break dopo una maratona di quasi tre ore e salgono così a quota quattro punti in classifica. Non è bastata una prestazione generosa dei padroni di casa, puniti più di una volta dai direttori di gara con il cartellino rosso (che assegna un punto agli avversari) dopo alcune proteste, che in ogni caso hanno dimostrato di avere una grande forza mentale e di non considerare mai il set chiuso. Ad inizio gara Romanò si affida a Costanzi, Vigilante, Segoni, Lattanzi, Battistelli, Ceccarelli e Grechi libero. Gli ospiti partono forte portandosi sullo 0-2 ma Spoleto reagisce ed effettua il sorpasso grazie ad un affondo di Vigilante, un ace di Ceccarelli e un muro di Battistelli andando così sul 5-3. Un vantaggio che aumenta con il passare dei minuti (9-5) ma la Roma tiene botta e con una serie di tre punti consecutivi si riporta sotto (9-8). A fare la differenza in questo frangente è un muro di Battistelli che permette ai padroni di casa di rimanere a distanza di sicurezza e giocare con maggiore tranquillità. Vigilante continua a bombardare la difesa romana e Battistelli, prima a muro con la collaborazione di Lattanzi poi con un attacco che non lascia scampo ai capitolini (20-13). Gli ospiti hanno un sussulto e arrivano fino al 22-18 ma gli oleari, approfittando di un attacco finito largo degli avversari, riprendono in mano la situazione e chiudono. Nel secondo set le due squadre lottano su ogni punto e arrivano così al 5-5. I capitolini rompono l’equilibrio e scappano conquistando tre lunghezze di vantaggio ma la Monini recupera (8-9). Gli ospiti riescono ad imporre il proprio ritmo andando avanti 12-16. Romanò al posto di Costanzi manda in campo Lucas che si rende subito utile nell’azione conclusa da Ceccarelli che vale il 15-19. I locali tentano di rimanere a galla riuscendo a salvare anche un set point sul 18-24 ma i romani non si fanno intimorire, si riorganizznoa e mettono a segno il punto che manda in archivio il parziale. Gli oleari non si abbattono. Pronti via ed è subito 4-1, un risultato propiziato da un muro di Ceccarelli, da un diagonale di Vigilante, da un errore degli avversari e da una bomba di Lattanzi. La Roma 7, spinta dal proprio allenatore, non ci sta e agguanta il pareggio sul 9-9. Ceccarelli riporta avanti i suoi e nell’azione successiva l’attacco dei romani viene considerato falloso dagli oleari, che protestano in maniera vibrante. L’arbitro non è dello stesso avviso e punisce gli umbri, mostrando il cartellino rosso a capitan Lattanzi e assegnando così un punto agli ospiti. Si arriva così al 10-12, con Romanò costretto a chiamare time-out. Il pubblico incita a gran voce i propri beniamini che continuano a lottare su ogni palla. Sotto 16-20, è Trombettoni (subentrato a Segoni) a suonare la carica dando il là alla rimonta. La squadra ci crede ma i romani non mollano e arrivano al 23-24. Il set point non viene però sfruttato a causa di un errore in fase di attacco e gli oleari, approfittando al massimo di questa incertezza, rovesciano e chiudono con Vigilante. Rinfrancati da questo risultato, gli oleari si battono come leoni ma sul 7-10 interviene ancora l’arbitro che sventola nuovamente il cartellino rosso di fronte agli oleari. Una vera e propria mazzata psicologica per i ragazzi di Romanò che, nonostante tutto, conservano il proprio spirito combattivo. Sotto 10-18, i biancoverdi recuperano e si porta sul 20-23. Il sorpasso però non riesce e i capitolini si aggiudicano il diritto a disputare il quinto set. Si arriva così al tie break. I romani tentano subito l’allungo (6-9) ma nella suadra di casa c’è ancora vita e gli attacchi di Vigilante, Segoni e Lattanzi (autore anche di un ace) si dimostrano letali. Segoni trova il pari (12-12) ed è Vigilante a firmare il sorpasso. I padroni di casa hanno così l’opportunità di chiudere definitivamente i giochi sul 15-14 ma l’attacco decisivo finisce fuori. I romani si riportano avanti 15-16. È ancora Vigilante a ristabilire la parità ma un pallonetto di Morelli porta sul 16-17 gli ospiti che poi vincono. «Siamo molto amareggiati per come è andata a finire – ha spiegato a fine gara Alejandro Romanò – perché abbiamo avuto la possibilità di vincere la partita e non ci siamo riusciti. La squadra ci ha creduto sempre e in alcuni tratti ha giocato bene mentre in altri meno. Purtroppo è andata così e gli avversari sono stati bravi a sbagliare meno di noi. Sappiamo che dobbiamo continuare a lavorare tanto e da lunedì inizieremo a pensare alla prossima partita».
MONINI SPOLETO – POLISPORTIVA ROMA 7 = 2-3
(25-18, 18-25, 26-24, 20-25, 16-18)
SPOLETO: Vigilante 26, Ceccarelli 15, Lattanzi 12, Segoni 11, Battistelli 9, Costanzi 1, Grechi (L1), Trobettoni 2, Lucas, Santini, Preziosi (L2). All. Alejandro Romanò.
ROMA: Perez 18, Morelli G. 11, Morelli C. 12, Libaroni 6, Artibani 6, Cancelosi 4, Balducci (L), Consalvo 7, Scotti 5, Rosati 1. All. Ivano Morelli.
Arbitri: Mirko Girolametti e Marco Perotti.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 27, 2013 03:01
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<