Andrea Giovi: «Perugia deve cercare continuità»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 15 Novembre, 2013 15:15

Andrea Giovi: «Perugia deve cercare continuità»

Giovi Andrea (olè)

Andrea Giovi

Ultimi allenamenti settimanali per la Sir Safety Perugia. Con il campionato fermo per permettere alla nazionale italiana di partecipare alla Grand Champions Cup in Giappone, i block-devils, reduci dalla sconfitta di mercoledì con Piacenza, proseguono nel loro programma di lavoro. Kovac ed il suo staff lavoreranno con i ragazzi ancora oggi pomeriggio e domattina per poi riprendere gli allenamenti al Pala-Evangelisti la prossima settimana. Saranno questi giorni molto intensi e monto importanti per i bianconeri cari al presidente Sirci. Giorni nei quali inquadrare con dovizia di particolari gli aspetti sui quali è necessario migliorare per presentarsi al meglio alla ripresa del campionato fissata per mercoledì 27 novembre a Molfetta. La prima sosta permette di fare a che un piccolo primo bilancio della stagione. Il calendario ha messo subito a dura prova i perugini che hanno affrontato diverse compagini di rango e tutto sommato il quadro può considerarsi positivo, con tre vittorie e due sconfitte contro le big Macerata e Piacenza. La squadra ha dimostrato, magari ancora a sprazzi, di avere le carte in regola per essere competitiva contro tutti e di avere nel proprio dna qualità morali e caratteriali importanti. Tra le note positive senza dubbio Atanasijevic, che si è integrato al meglio nel gruppo di Kovac e che, con 111 punti, è al momento il bomber della serie A1 maschile, e la constatazione, suffragata dai tanti ingressi positivi visti nei vari match, di avere a disposizione una rosa completa con qualità importanti. C’è naturalmente ancora tanto lavoro da fare per crescere in alcuni fondamentali, vedi la correlazione muro-difesa, e proprio queste due settimane saranno fondamentali per assimilare meccanismi e posizioni in campo. Con uno dei quattro ‘reduci’ della scorsa stagione, Andrea Giovi, facciamo il punto sulla prima parte di stagione: «Il nostro bilancio finora credo possa essere tutto sommato positivo. La classifica dice che abbiamo 6 punti, però abbiamo preso la consapevolezza di aver espresso in diversi frangenti una bella pallavolo e soprattutto abbiamo visto che, tranne a Macerata, abbiamo giocato alla pari contro tutti. Anche mercoledì contro Piacenza siamo stati sempre in partita e questo, al di là purtroppo del risultato finale che ci ha penalizzato, è un bel segnale». Il temuto avvio di stagione è quindi andato in archivio con buone sensazioni. «Beh, quando è uscito il calendario un po’ tutti abbiamo subito pensato che sarebbe stata dura. C’è magari un po’ di rammarico perché potevamo forse avere qualche punto in più, direi se non altro quelli della gara con Piacenza, match che, a due giorni di distanza, mi lascia ancora l’amaro in bocca per come è maturata la sconfitta. Adesso dobbiamo continuare su questa strada, sapendo che abbiamo delle cose da sistemare, ma che siamo una bella squadra e che, eccetto Trento e con la consapevolezza che in A1 ogni partita è difficile, le squadre sulla carta più forti le abbiamo affrontate tutte». Adesso per capitan Vujevic e compagni due settimane di puro lavoro senza l’assillo di match ufficiali. «In queste due settimane bisogna crescere, credo, soprattutto in continuità. A tratti esprimiamo un gioco di alto livello, poi magari andiamo in difficoltà in certi momenti, specie nei frangenti decisivi, dove dobbiamo imparare ad essere più cinici. È stata questa la differenza mercoledì con Piacenza». Dal 27 novembre poi tutta una tirata fin quasi alla fine del girone d’andata. «È vero, in pratica prima di Natale, tolta l’ultima giornata con Città di Castello, si arriva al giro di boa. Obiettivi? Dare continuità a prestazioni e risultati e trovare un buon piazzamento per la coppa Italia».
(fonte Sir Safety Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 15 Novembre, 2013 15:15