Carlo Sati: «Richiamo di forza per la Sir Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 18, 2013 14:48

Carlo Sati: «Richiamo di forza per la Sir Perugia»

Kovac-Sati

Slobodan Kovac e Carlo Sati

È ripresa stamattina l’attività della Sir Safety Perugia. Dopo la domenica libera concessa da Kovac, i block-devils sono tornati in palestra per una settimana molto importante di lavoro. Lo stop del campionato consente ai bianconeri di poter lavorare assiduamente sia dal punto di vista tecnico che sotto il profilo fisico e infatti lo staff tecnico di Perugia ha programmato per capitan Vujevic e compagni un mini ciclo che prevede in settimana tre sedute atletiche in sala pesi e molto lavoro con la palla al Pala-Evangelisti. Tutto questo fino a venerdì quando, per mantenere anche il ritmo di gioco, i ragazzi cari al presidente Sirci svolgeranno un allenamento congiunto amichevole con i cugini del Città di Castello. Il confronto si svolgerà nel palasport di Pian di Massiano appunto venerdì 22 novembre con inizio all’incirca alle ore 17 e sarà una sorta di prova generale in vista del match, valido per la sesta giornata di campionato, previsto mercoledì 27 novembre in quel di Molfetta. Kovac ed i suoi collaboratori incentreranno l’attenzione sulle problematiche tecnico-tattiche palesate in questo comunque positivo avvio di stagione per sistemare alcuni dettagli e per oliare al meglio alcuni meccanismi di gioco. Con il rientro di Buti, tutti a disposizione i bianconeri che, sotto le cure del preparatore atletico, approfitteranno di questi giorni per mettere ulteriore benzina nel loro serbatoio. Proprio Carlo Sati spiega come sarà svolto il lavoro fisico in questa settimana di stop: «In questa settimana faremo un piccolo richiamo di forza e naturalmente continueremo a lavorare sul miglioramento e sulla ricerca di quei dettagli che possano far fare la differenza ai nostri ragazzi. Poi in parallelo lavoreremo per recuperare alcuni piccoli acciacchi generali e per mettere un po’ di lavoro in corpo ai nostri nazionali». Su queste due ultime considerazioni si incentra l’analisi di Sati. «Parlando di infortunati, Buti è ormai tornato a posto. Con il periodo di riposo forzato a cui è stato sottoposto, ha perso magari un po’ di condizione fisica e quindi questa settimana sarà utile per farlo tornare a pieno regime. Quanto ai tre nazionali che hanno svolto attività internazionale in estate, il loro lavoro nei prossimi giorni sarà una sorta di mini preparazione considerando che con le rispettive selezioni nazionali non hanno potuto svolgere ovviamente un lavoro mirato a lunga scadenza. Però non ci sono particolari necessità. Andrea e Nema (Giovi e Petric, ndr) conoscono già bene il nostro metodo e sistema di lavoro, mentre Atanasijevic sta rispondendo alla grande in sala pesi e ci sta dando soddisfazioni anche da questo punto di vista». L’occasione è propizia per fare un punto, parlando con il preparatore atletico bianconero, proprio sulla condizione fisica generale della formazione perugina. «Mi pare di poter dire che la squadra in generale sta bene. In cinque giornate abbiamo giocato tre tie-break e li abbiamo vinti tutti, a dimostrazione che i ragazzi sono tonici anche dopo due ore di gioco e che alla distanza sono presenti sia fisicamente che caratterialmente. Anche il match con Piacenza, se non ci ha premiato come punti in classifica, che restano la cosa più importante nello sport, ha però detto che per tre set abbiamo giocato alla pari ed offerto una prestazione tecnica e fisica importante contro un avversario di altissimo livello. Vedendoli tutti i giorni, posso sicuramente dire che i ragazzi lavorano bene e con entusiasmo e finora sono soddisfatto e contento del lavoro svolto anche se abbiamo tutti ancora diverse cose da migliorare e sistemare».
(fonte Sir Safety Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 18, 2013 14:48
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<