Greta Ottaviani: «Momento chiave per San Giustino»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 21, 2013 08:21
Ottaviani Greta

Greta Ottaviani

È tornata in campo ad Amelia nel terzo set, dopo un periodo che l’aveva vista rimanere ai box per una infiammazione alla coscia. Spezzoni di partite giocate, alcune vissute in panca senza entrare e poi riecco Ottaviani, il potente martello di Pietralunga che si appresta a dare il suo contributo al San Giustino Volley proprio quando il calendario del campionato di serie C femminile mette di fronte la squadra di Brighigna alla prima reale prova dei fatti. Sabato scorso, la Ottaviani ha ‘riassaggiato’ il campo e firmato un punto, quello che peraltro ha chiuso sul tre a zero la partita in favore delle altotiberine. Il precedente tre a zero rifilato all’Ellera aveva comunque evidenziato l’esigenza di un rendimento più costante da parte della squadra. Possiamo allora affermare che contro l’Amerina un primo significativo miglioramento sotto questo profilo vi sia stato? «Abbiamo messo in mostra una maggiore continuità, senza incappare in particolari cali di tensione – risponde Greta Ottaviani – per cui si può parlare di test positivo, anche se avevamo di fronte un’avversaria che occupa l’ultimo posto in classifica. Tutto è stato più lineare e la gara è stata sempre nelle nostre mani». E per Greta Ottaviani si può adesso parlare di recupero definitivo? «Direi di sì. Sto nettamente meglio e sento di poter tornare a esprimermi ai miei livelli standard. Una guarigione che capita ad hoc, visto che ora inizierà per noi un autentico ciclo di ferro e star bene diventa un fattore di fondamentale importanza». Ponte Felcino in casa, Castiglione del Lago fuori, Chiusi di nuovo in casa e poi il derby di Città di Castello: è da ritenere che queste quattro gare forniranno un’indicazione precisa sul ruolo che la squadra potrà recitare nel prosieguo del campionato? «Se proprio voglio essere sincera, considero queste le partite chiave della nostra stagione, anche se poi in primavera con i play-off inizierà di fatto un altro capitolo, che spesso ha avuto una storia a parte». Un voto o un giudizio sul campionato finora disputato dal San Giustino. «Non mi sento di dare un voto particolare. E anche per ciò che riguarda il giudizio, sono i numeri a essere più significativi di qualsiasi parola: abbiamo sempre vinto, lasciando per strada un solo punto, quello di Acquasparta, su un campo molto difficile che però siamo riuscite pur sempre a espugnare. Penso proprio che questa non sia stata un’impresa facile: lo dimostra il fatto che qualche altra illustre squadra vi è già uscita sconfitta». Facendo una sorta di scala dei valori, quali possono essere le compagini più accreditate alla vittoria finale e quindi quelle che più delle altre possono contrastare il passo al San Giustino? «Il primo posto a punteggio pieno conferma le ottime credenziali del Castiglione del Lago, poi attenzione al Monteluce, allo stesso Acquasparta e ovviamente al Città di Castello. Ma ci siamo anche noi». Nella serata di mercoledì 20 novembre, test amichevole in tre set contro il Montevarchi (B2) al palazzetto dello sport di San Giustino, in preparazione della sfida contro Ponte Felcino. Le biancoazzurre si sono imposte nelle prime due frazioni grazie a una buona qualità di gioco, poi hanno ceduto nella terza alle valdarnesi. Assente Giada Carrai, seduta in tribuna per un problema al piede, è stata Maddalena Rosi a ricoprire nella circostanza il ruolo di libero.
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 21, 2013 08:21