Lucrezia Brunetti: «Carattere ed unità di gruppo a San Giustino»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 28, 2013 23:58
Brunetti Lucrezia

Lucrezia Brunetti

Lavoro, applicazione e tanta concentrazione: questi gli ingredienti che il San Giustino Volley ha adoperato più che mai in settimana per prepararsi al prossimo big-match in programma alle ore 18 di domenica 1° dicembre al Pala-Rosselli di Castiglione del Lago. Le due battistrada della serie C femminile umbra a diretto confronto, da una parte le lacustri, ancora a punteggio pieno; dall’altra le altotiberine, che seguono a un solo punto, ma anch’esse sempre finora vittoriose. Il commento di metà settimana è affidato alla 24enne regista eugubina Lucrezia Brunetti che parte dalla vittoria sul Ponte Felcino per dare un valore ai tre punti, alla luce anche della situazione venutasi a creare nell’immediata vigilia della partita. «Intanto, abbiamo vinto la prima delle quattro gare difficili inserite consecutivamente in calendario e questo conta molto anche sotto il profilo morale. Una vittoria meritata anche se a tratti sofferta, perché comunque l’infortunio di Greta Ottaviani e l’abbandono al primo set del libero Giada Carrai ci avevano un po’ scombussolato i piani e ciò che avevamo preparato in settimana. Ma ce l’abbiamo fatta ugualmente e il secondo libero, Eleonora Morgia, è stata autrice di una positiva prestazione». Analizza il black-out registrato nel finale di terzo set, come ad Acquasparta, sul 23-18 in proprio favore, e dire che il Ponte Felcino sembrava oramai allo sbando o quasi. «La rilassatezza ci ha giocato un brutto scherzo, commettendo diversi errori sui vari fondamentali, abbiamo finito con il regalare il set alle avversarie, a dimostrazione del fatto che dobbiamo ancora migliorare sul piano della continuità. Il dato positivo è che anche sabato, come ad Acquasparta e anche in altre circostanze, abbiamo avuto la forza di riprenderci subito e di chiudere la partita. Questo vuol dire che comunque il carattere non ci manca e che c’è un grande affiatamento fra di noi, siamo davvero un bel gruppo». L’armonia nello spogliatoio sembra quindi l’arma in più delle biancoazzurre. «Lo possiamo affermare tranquillamente». Nella scorsa estate era impensabile che la squadra avrebbe vinto le prime sette gare di fila. «Non è semplice realizzare una simile striscia di risultati, non certo per mancanza di fiducia nei confronti di me e della mie compagne. Tuttavia, sapevamo bene che come squadra saremmo state competitive. Ci manca soltanto un po’ di fortuna, vedi gli infortuni che ci stano attanagliando. La speranze è che gli acciacchi fisici si siano manifestati tutti ora e che nel prosieguo della stagione il collettivo possa essere disponibile al completo». E domenica prossima c’è la sfida al vertice contro la Sport Evolution che attende le altotiberine in casa sua. «Sono molto brave in difesa, anche se noi abbiamo tutte le carte in regola per poter dire la nostra». Un’ultima considerazione viene fatta sull’intesa in campo delle giocatrici. «Mi trovo bene con tutte e fra l’altro con diverse di esse ho già giocato assieme a Umbertide. Non conoscevo Kseniya Ihnatsiuk e Valentina Morelli, ma anche con loro sta procedendo tutto molto bene».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 28, 2013 23:58