Marconi Spoleto, un vivaio coi numeri

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 13, 2013 07:12

Marconi Spoleto, un vivaio coi numeri

Provvedi Riccardo

Provvedi Riccardo

In un momento in cui molte società sportive investono solo sulla prima squadra e trascurano la base, la Marconi Spoleto e l’azienda Monini proseguono il loro impegno sul territorio con l’obiettivo di offrire l’opportunità ai giovani ragazzi spoletini di praticare un attività sportiva sana, con istruttori qualificati e con particolare attenzione rivolta ai valori educativi e sociali. L’attività giovanile coinvolge oltre cento ragazzi dai 6 ai 19 anni, impegnati in cinque campionati (serie C, under 19, under 17, under 15, under 13 oltre ai tornei di minivolley). Inoltre, dopo il grande successo dello scorso anno, prosegue il progetto scuole a cui attualmente partecipano 500 alunni di nove istituti del comprensorio spoletino. Lo staff coordinato dal direttore tecnico Riccardo Provvedi, con alle spalle anni di esperienza nelle panchine di serie A, comprende anche gli atleti della prima squadra Niccolò Lattanzi (responsabile di tutto il progetto scuole e del settore minivolley), lo spoletino doc Costanzi ed i nuovi acquisti Marchetti, Ceccarelli e Torre. La stagione 2013-14 ha inoltre visto il ritorno a Spoleto di Mirco Giappesi, uno dei tecnici umbri più preparati e vincenti come dimostrano i numerosi titoli regionali conquistati in passato. Questi gli altri tecnici impegnati: Gianluca Gori e Massimiliano Mariani (serie C); Paolo Restani (under 19); Mirco Giappesi e Federico Marchetti (under 17 ed under 15); Federico Marchetti (under 13); Massimiliano Mariani, Emanuele Fiori, Luca Arcangeli Conti e Letizia Minni (minivolley); Luca Arcangeli Conti, Roberto Colato, Damiano Di Titta, Riccardo Costanzi, Paolo Torre, Federico Marchetti e Giovanni Ceccarelli (scuole).
(fonte Marconi Spoleto)

 

Marconi Spoleto, un vivaio coinumeri

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 13, 2013 07:12
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<