Settimo sigillo del San Giustino, piegata Ponte Felcino

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 25, 2013 11:43

Settimo sigillo del San Giustino, piegata Ponte Felcino

Morgia Eleonora

Eleonora Morgia

Nel terzo set è ricomparso lo spettro di Acquasparta, ma alla fine il San Giustino Volley è riuscito ad accaparrarsi l’intera posta in palio, superando per tre ad uno l’ostica Sorbi Gioielli Ponte Felcino (che si è arresa solo nel quarto set) e collezionando la settima vittoria su altrettante gare disputate nel campionato umbro di serie C femminile. Tre punti pesanti al termine di una sfida molto tirata (con secondo arbitro l’internazionale Simone Santi), anche alla luce della fresca tegola caduta fra capo e collo proprio alla vigilia del match: il nuovo problema alla coscia di Greta Ottaviani, la schiacciatrice che finora da tutto è stata assistita meno che dalla fortuna. Il tecnico Brighigna, che aveva deciso di impiegare Maddalena Rosi nel ruolo di libero per le precarie condizioni del piede di Giada Carrai, ha dovuto così restituire la prima al ruolo di laterale e rischiare la seconda in campo. Che le ospiti non fossero clienti abbordabili lo si sapeva già prima (l’arrivo in regia di Andrea Bucciarelli ha ulteriormente fatto salire il tasso tecnico delle perugine, per quanto la schiacciatrice Alessandra Biscarini sia ancora alle prese con noie fisiche) e le fasi iniziali di gioco lo confermano puntualmente, nonostante la partenza a razzo delle biancoazzurre: 4-0 d’acchito e 6-2, prima che salgano in cattedra l’opposto Lucia Moretti e la centrale Laura Constantin, ma a fare la differenza sono soprattutto la ricezione e la difesa, armi grazie alle quali il Ponte Felcino opera il sorpasso fino al 14-12. Noemi Polimanti capovolge la situazione sul turno in battuta, ma quando le avversarie tornano avanti sul 18-16 succede che la Carrai è costretta ad alzare bandiera bianca e allora spazio all’altro libero, Eleonora Morgia, titolare proprio nel giorno del suo diciottesimo compleanno. Il San Giustino torna avanti sul 22-19 e quando Chiara Gobbi piazza l’ace firmando il 24-21 sembra oramai fatta. Una indecisione su una free-ball regalata dal Ponte Felcino rischia però di costare cara. Con Giada Santicchi al servizio, la situazione torna in parità (24-24) e a chiudere provvedono due attacchi vincenti di Kseniya Ihnatsiuk. In battuta, le alto tiberine possono contare anche sull’efficacia di Angelica Nuti, sul suo turno, punteggio ribaltato dall’1-3 al 5-3 in apertura di secondo set, poi si va sul 6-6 e allora è il servizio della Polimanti che comincia a far male. Nel frattempo Valentina Morelli e compagne hanno aggiustato la ricezione e la qualità del gioco ne guadagna in automatico, le padrone di casa tengono un vantaggio di sicurezza fino al 20-16, approfittando anche degli errori in attacco del Ponte Felcino, per allungare ulteriormente fino al 23-18 con un muro che sembra aver virtualmente chiuso la frazione, non fosse per le pecche in ricezione e in attacco del San Giustino, che ora si complica la vita. Tuttavia sul 23-22 le padrone di casa riprendono in mano la situazione e vanno sul due a zero con errore avversario. La terza frazione è quella che riserva le emozioni maggiori, frutto in primis delle tante imprecisioni su un fronte e sull’altro. Il Ponte Felcino allunga subito sull’1-6, la rimonta delle ragazze di Brighigna, che emergono in difesa e passano con le parallele di precisione di Polimanti, è progressiva. Ma ci sono anche la Ihnatsiuk (ace con la complicità del nastro) e la Morelli, che si erge a muro e sul 18-17 il sorpasso è cosa fatta. Le ponteggiane hanno perso la loro incisività in attacco e in pochissime circostanze va a punto su azioni costruite in maniera pulita. Entra Chiara Moretti e firma l’ace del 22-18, ma qui subentra il black-out che restituisce fiducia e forza alle avversarie, parità raggiunta sul 22-22 e vantaggio su una conclusione fuori della Ihnatsiuk; annullato il primo set ball ma non il secondo delle ospiti che accorciano le distanze. In questo frangente, il carattere del San Giustino spunta di nuovo fuori con rabbia travolgente, tanto che nel quarto periodo non c’è storia. Partenza con il piede giusto e graduale fuga fino al 12-7 e al 16-9, con i fondamentali che fruttano punti decisivi e la Nuti autrice di un muro e un ace. Pugnitopo, tecnico ospite, dà spazio alle seconde linee, compresa Angela Essienebon (classe 1999) e prima della fine – parziale conclusivo di 25-13 – la Ihnatsiuk si toglie lo sfizio della pipe in mezzo a una tifoseria visibilmente soddisfatta e pronta a mettersi in marcia per Castiglione del Lago, dove domenica 1° dicembre alle ore 18 andrà in scena lo scontro al vertice. Il tecnico Francesco Brighigna è molto pragmatico nel commento alla partita: «Prendiamoci questi tre punti che sono di platino, anche se onestamente c’era la possibilità di chiudere sul tre a zero, ma va bene così. L’imprevisto capitato alla Ottaviani mi ha costretto a impostare un’altra formazione, dopo che avevo preparato la partita con la Rosi nel ruolo di libero. La Carrai non stava bene e alla fine l’ho dovuta sostituire con la Morgia, che ha fatto il suo, non dimentichiamo che questa ragazza è stata gettata nella mischia in una partita così importante. Per la compattezza dimostrata mercoledì nell’amichevole contro il Montevarchi, auspicavo una prestazione diversa, ma lo ripeto, siamo stati costretti a rivedere quanto avevamo preparato e allora gustiamoci questa vittoria».
SAN GIUSTINO VOLLEY – SORBI GIOIELLI PONTE FELCINO = 3-1
(27-25, 25-23, 23-25, 25-13)
SAN GIUSTINO: Ihnatsiuk 23, Polimanti 15, Morelli 11, Nuti 10, Rosi 3, Brunetti 3, Carrai (L1), Moretti 1, Gobbi 1, Morgia (L2). N.E. – Leminci, Ottaviani, Garofalo. All. Francesco Brighigna.
PONTE FELCINO: Moretti 19, Constantin 11, Santicchi 7, Roscini 4, Bucciarelli 3, Maggesi 1, Trentini (L), Biscarini 1, Essienebon, Persichini, Zangarelli. N.E. – Giulietti. All. Massimo Pugnitopo.
Arbitri: Cristina Cammarano e Simone Santi.
(fonte San Giustino Volley)
httpv://www.youtube.com/watch?v=3Br0U5rw_X8

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 25, 2013 11:43