Altotevere Città di Castello in ginocchio a Piacenza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 12 Gennaio, 2014 20:37

Altotevere Città di Castello in ginocchio a Piacenza

Massari Jacopo (ricezione)

una ricezione dello schiacciatore Jacopo Massari

La prima del ritorno non è fortunata per l’Altotevere Città di Castello che torna senza punti dalla trasferta sul campo della Copra Elior Piacenza che ha rimontato l’iniziale set di svantaggio dei tifernati, autori di un gran primo set, e fatto valere la propria indubbia forza. Luca Monti inizia il match con Fei e Papi in panchina, al loro posto Tencati e Zlatanov mentre Radici conferma in sestetto Massari. Il primo allungo è biancorosso (0-2) col muro di Piano su Zlatanov poi la battuta di Fromm mette in difficoltà la ricezione di Piacenza, la ricostruzione di Corvetta per Massari è vincente (2-5). Dopo un ace firmato Piano, coach Luca Monti è costretto a chiamare time out (2-6). Al rientro in campo due punti della Copra, De Cecco e Tencati a muro, accorciano le distanze (4-6 e time out di Andrea Radici). Van Walle vince un contrasto a rete e riporta a quattro i punti di vantaggio di Città di Castello (4-8), una palla out di Kaliberda frutta un altro break (6-11), Massari, ex di turno come Piano e Corvetta, non ha paura di mettere a terra la pipe del 7-12. La Copra mette a segno due punti con Vettori (10-13), ci pensa poi Fromm con un’altra pipe a ricacciare indietro la squadra di casa (11-15). Sulla battuta di Piano Kaliberda è in difficoltà in ricezione e la ricostruzione di Corvetta per Van Walle è ancora vincente (11-17); coach Monti ferma ancora il gioco ma la palla out di Vettori porta l’Altotevere a quota 19. Kaliberda spara out la palla del 13-20 poi Monti toglie Tencati per Le Roux che va in battuta senza successo (15-22). Tosi è un gigante in seconda linea, Van Walle trasforma ancora l’alzata di De Cecco (15-23). Piano spara a terra il primo tempo del 15-24, Vettori sbaglia il servizio ed è zero ad uno. La Copra va subito sul 2-0 in avvio di secondo set, arriva la parità immediata con Van Walle (2-2) e il nuovo vantaggio piacentino con Simon a muro (4-2).  Lo stesso centrale cubano fallisce il primo tempo (4-4), lo imita Vettori  che poi si fa murare da Piano (4-6). L’opposto azzurro riagguanta Città di Castello (6-6) che è poi sorpassata da Simon (attacco e muro, 6-9). Parziale di cinque punti a zero per la Copra (6-10) e time out biancorosso. La battuta di Zlatanov crea questo break di sette punti che porta le due squadre alla sosta tecnica sul 6-12. Andrea Radici dà respiro a Fromm, molto cercato dal servizio di Zlatanov, con Dolfo ma la mossa non sortisce effetti tanto che sembra un’altra Altotevere Città di Castello (6-14). Entrano anche Franceschini e Marchiani per Piano e Corvetta ma il set è ormai segnato (15-7), anche se Dolfo spara l’ace del 15-8. Sul 20-10 rientra l’alzatore biancorosso anche perché è necessario riprendere il filo del gioco per il terzo set (13-23). Vettori porta a casa la possibilità di giocare ben dieci palle set, la prima è fallita dalla battuta in rete di Simon, lo imita Franceschini ed è parità. Un break di Zlatanov apre il terzo set (3-1), un muro di Zlatanov porta a segno un altro punto (5-2). Città di Castello subisce un altro punto da parte di Kaliberda (7-3), il muro di Massari su De Cecco accorcia le distanze (8-6), Corvetta sigla l’ace del 7-8. Un dubbio sanzionato a Corvetta riporta la Copra a +3 (10-7), Fromm riporta i biancorossi a meno uno (10-9). Alla sosta di metà set i padroni di casa sono avanti (12-9). Città di Castello fallisce l’opportunità del 14-13 poi regala un paio di errori che lanciano avanti Piacenza (17-13 e time out Radici). Il check dà ragione a Città di Castello su una palla out di Tencati (17-16) che lascia il posto poi a Fei. Entra anche Le Roux che piazza un fortunosissimo ace (20-17), decisivo per le sorti del set. Chiude un altro ace di Luca Vettori. Subito 5-1 per la Copra nelle fasi iniziali del quarto set con Simon che mura Van Walle. Radici chiama subito time out ma i padroni di casa non si fermano (7-2), conducono nettamente (11-2). Entrano Dolfo per Massari ed anche Marchiani per Corvetta, arrabbiato dopo una chiamata di invasione sotto rete (14-5). Tutto fila liscio per la Copra (18-7) ed allora Monti regala qualche scampolo di gara anche a Partenio al posto di De Cecco. Sul 20-8 Andrea Radici chiama i suoi in panchina e fa entrare anche Lensi (22-10). Sul 24-12 arriva il muro di Vettori che mette il sigillo alla contesa.
COPRA ELIOR PIACENZA – ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO = 3-1
(16-25, 25-15, 25-20, 25-12)
PIACENZA: Vettori 23, Simon 15, Zlatanov 12, Kaliberda 10, Tencati 5, De Cecco 2, Marra (L), Partenio 2, Le Roux 1, Husaj 1, Fei. N.E. – Papi, Smerilli. All. Luca Monti.
CITTÀ DI CASTELLO: Van Walle 20, Fromm 7, Massari 7, Rossi 5, Piano 4, Corvetta 1, Tosi (L1), Dolfo 3, Franceschini 1, Sartoretti, Marchiani Lensi (L2). N.E. – Carminati. All. Andrea Radici.
Arbitri: Mauro Goitre (TO) e Fabrizio Padoan (VE).
COPRA ELIOR (b.v. 3, b.s. 14, muri 14, errori 8).
ALTOTEVERE (b.v. 3, b.s. 7, muri 4, errori 9).
(fonte Altotevere Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 12 Gennaio, 2014 20:37