Fabio Fanuli: «Perugia ok, ho fatto la mia parte»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 20 Gennaio, 2014 15:23

Fabio Fanuli: «Perugia ok, ho fatto la mia parte»

Fanuli Fabio

Fabio Fanuli

Tra le grandi protagoniste della serie A1 maschile c’è anche la Sir Safety Perugia! Con il successo pieno di ieri a Modena, la formazione del presidente Sirci consolida infatti la quarta posizione in classifica, a ridosso del trio di testa, e soprattutto mette margine rispetto alle più immediate inseguitrici Verona (distante quattro punti) e proprio Modena (ora a sei lunghezze). Un successo, quello del Pala-Panini, figlio dell’ennesima grande prova di capitan Vujevic e compagni. Ottimi in battuta, eccellenti a muro e nella distribuzione del gioco, fantastici nel limitare al minimo gli errori gratuiti. Questi i punti di forza della Sir contro i gialloblu di coach Lorenzetti. Kovac può esultare per la grande prova collettiva di un gruppo che non molla, sa soffrire, sa trovare al proprio interno energie e risorse quando le cose non vanno bene. Un gruppo che ha tanta qualità in tutti i suoi effettivi e che domani tornerà al lavoro con la solita professionalità per preparare al meglio il big match in programma domenica prossima in casacontro la capolista Macerata. Sarà il primo di tre confronti interni consecutivi per i bianconeri nel breve volgere di sette giorni con mercoledì 29 gennaio il quarto di finale di coppa Italia con Verona e domenica 2 febbraio il match di campionato ancora con la compagine scaligera. Tre match fondamentali per il proseguo di stagione della Sir, da affrontare al 100% uno alla volta. In occasione della partita con la Lube di domenica 26 gennaio, la società ha indetto la ‘giornata bianconera’, con allestimento di due botteghini che apriranno a partire dalle ore 14 e con apertura dei cancelli di ingresso a partire dalle ore 16,30. Sempre domenica, tutti gli abbonati saranno omaggiati all’ingresso con una t-shirt griffata block-devils. Tornando alla vittoria di ieri, uno dei protagonisti, alla vigilia inatteso, è il libero Fabio Fanuli. L’infortunio nel primo set accorso al titolare Giovi lo ha mandato in campo a fronteggiare attacchi e servizi avversari. E ‘Faro’, ragazzo encomiabile, ha dimostrato tutte le sue qualità ed il suo temperamento risultando decisivo per il successo finale. Il day after di Modena è dunque tutto suo: «Ho cercato di rimanere lucido per quanto possibile. Noi in panchina cerchiamo sempre di ‘stare in partita’ e poi credo mi abbia aiutato il fatto di essere entrato in campo quasi all’inizio, quindi diciamo che ero già caldo. Inizialmente pensavo che Andrea (Giovi, ndr) potesse rientrare, poi ho capito che avrei giocato tutta la gara e fortunatamente è andata bene. Sono contento soprattutto che il problema di Andrea non sia niente di grave, sarebbe stato un peccato». Fanuli, pacato come sempre, ci racconta come si è trovato all’interno degli ottantuno metri quadrati bianconeri. «Beh, si stava benissimo! In un palasport del genere si gioca a meraviglia, ero a mio agio. Poi la squadra mi ha aiutato molto, Goran (Vujevic, ndr) soprattutto in fase di ricezione. In questi casi avere uno come lui accanto, che con una parola ti dà fiducia e tranquillità, aiuta parecchio». Ennesima conferma della bontà del gruppo allestito dal presidente Sirci. «Stavolta è toccato a me dare una mano. Sono dell’avviso che è sempre il campo che dà la sentenzia finale, però è vero che finora chi è entrato dalla panchina ha sempre fatto bene. Merito della qualità della rosa, del lavoro che facciamo in palestra e di ‘Boban’ (Kovac, ndr) che tiene sempre tutti in considerazione». Passando all’incontro, si tratta di tre punti davvero d’oro! «Sulla partita, posso dire che il calo nel secondo set è coinciso con i turni in battuta di Bartman e Deroo dove abbiamo sofferto parecchio e perso la strada giusta. Però siamo stati bravi a rimanere lucidi, anche tatticamente. La voglia della squadra di risalire è stata determinante, credo che abbiamo portato a casa il terzo e il quarto set con grande carattere, conquistando tre punti importantissimi. A parte la classifica, penso che sia un risultato che dà tanto entusiasmo e carica a tutto l’ambiente. Anche ai nostri tifosi che ci seguono con passione e che ieri erano contentissimi. Inoltre credo che per come ci alleniamo ce lo meritiamo tutti quanti, perché lavoriamo duro e diamo tutto ogni giorno. E questo è un dato di fatto, c’è voglia di lottare e di vincere insieme». La chiusura è con vista su domenica prossima. A Pian di Massiano c’è la corazzata Macerata. «Dei marchigiani che altro si può dire? La mia idea è che per noi sia un grande banco di prova, la possibilità di misurarci con i più forti con grande rispetto, umiltà e consapevolezza dei loro mezzi, ma con tanta fiducia che viene dalle vittorie ottenute e dal lavoro fatto. Scenderemo in campo con questo spirito e con la voglia di provare a fare di tutto per batterli».
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 20 Gennaio, 2014 15:23