San Giustino, Giada Leminci in graduale recupero

mbgrog
By mbgrog 9 Gennaio, 2014 07:28

San Giustino, Giada Leminci in graduale recupero

Leminci Giada

Giada Leminci

Un veloce cambio contro il Chiusi e poi il turno in battuta che ha chiuso il secondo set contro Terni nell’ultima partita disputata dal San Giustino Volley di serie C femminile al palasport amico. Con un ace e un altro mezzo ace sul punto finale attraverso la battuta al salto, specialità nella quale si è subito distinta. Questo, per ora, il contributo in partita di Giada Leminci, la 28enne schiacciatrice appartenente alla ‘vecchia guardia’ (era il capitano della squadra vincitrice, la scorsa primavera, del campionato di seconda divisione) che però sta esercitando un ruolo fondamentale sia nel gruppo che all’interno della società. Se finora è stata impiegata poco, vi è anche una spiegazione: «Mi sono infortunata alla caviglia al termine dello scorso campionato e sono dovuta rimanere totalmente ferma per un paio di mesi. Tutto questo l’ho pagato durante la fase di preparazione, con un recupero abbastanza lungo, spesso pure difficoltoso, che ancora non si è completato: da un mese e mezzo a questa parte sto tuttavia meglio, ma debbo riacquistare la giusta elasticità». Quando sei entrata contro Terni le compagne l’hanno festeggiata già prima che toccasse la palla. Anche da questo particolare si evince la compattezza del gruppo. «Le mie compagne sono di sicuro altruiste e si rendono conto di ciò che significhi stare in panchina al sabato o alla domenica dopo aver lavorato duro per tutta la settimana. A livello di spogliatoio, siamo veramente unite; ognuna attende il suo momento e l’ambizione personale di contribuire alle fortune della squadra è un fatto persino naturale, che però non intacca la concezione del collettivo». Non era facile vincere undici partite di fila, ma ci sono riuscite. «Fin dall’inizio abbiamo notato nella società la gran voglia di far bene e allora ci siamo sentite in dovere di dare il massimo, piazzando un tassello dopo l’altro per diventare sempre più competitive». E Giada Leminci non è soltanto giocatrice, si occupa dei giovanissimi della palla rilanciata e del minivolley. Una soddisfazione nello ‘svezzare’, sportivamente parlando, i più piccoli. «E’ una gran bella esperienza che porto avanti da quattro anni. Ho preso oltretutto il cartellino di allenatrice e sono tutta orecchi quando Francesco (Brighigna, tecnico della prima squadra, bar) dispensa consigli a noi, dei quali faccio tesoro anche quando sono con i bambini. Insomma, è una stagione, quella attuale, nella quale sto imparando tante cose, anche ad apprezzare un campionato come quello della massima categoria regionale che fino a oggi non conoscevo».

Giada Leminci (San Giustino)

Giada Leminci (San Giustino)

Sabato prossimo si ricomincia e qui a San Giustino arriva la Graficonsul San Mariano. Pronostico favorevole, ma … «Non bisogna assolutamente sottovalutare questa compagine: la vittoria ottenuta sul Città di Castello basta e avanza per farci capire che dovremo stare concentrate dal primo all’ultimo scambio. Ogni squadra eccelle per un qualcosa, magari per un solo aspetto, che però può rivelarsi sufficiente per metterti in difficoltà e quindi non dobbiamo assolutamente …concederci, anche se ogni tanto ci prendiamo qualche piccola pausa». Semmai, mancheranno di nuovo Giada Carrai e Valentina Morelli. «Sono assenze importanti, anche se abbiamo le forze giuste per sopperire agli imprevisti: sia Maddalena Rosi nel ruolo di libero che Chiara Moretti al centro hanno sempre garantito il loro decisivo apporto. E poi, la sequenza di vittorie ci ha temprato il carattere: sappiamo reagire nei momenti più delicati e inoltre possiamo contare sui tifosi della Fossa Lupi & Bufali, che garantiscono un contributo non trascurabile, perché il loro calore ci mette tanta energia addosso». Considerando la tua fase di recupero ancora in corso, potremo contare su una Giada Leminci a posto per il periodo chiave della stagione? «Spero di raggiungere livelli tali da rendere più forte la mia candidatura all’interno del gruppo, sia per essere impiegata di più, sia per fungere da ulteriore stimolo per le mie compagne, che comunque hanno dimostrato di essere bravissime. L’augurio che mi faccio è quello di una crescita personale». Insomma, per chi non lo avesse ancora capito, coach Brighigna può contare a pieno titolo anche su Giada Leminci.
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

mbgrog
By mbgrog 9 Gennaio, 2014 07:28