Adriano Paolucci: «Sir Perugia pronta al grande evento»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 4, 2014 13:30
Paolucci Adriano (capelli)

Adriano Paolucci

Sarà una final-four di coppa Italia ‘live’ in tutto il mondo quella in programma nel fine settimana a Bologna e che vedrà tra le quattro protagoniste la Sir Safety Perugia. Come per gli incontri di campionato, anche la due giorni del Pala-Dozza sarà trasmessa in diretta in 65 stati esteri a dimostrazione del successo che riscuote la pallavolo italiana nel mondo e della grande importanza della competizione. Finali alle quali i block-devils si stanno preparando con particolare cura ed attenzione. Kovac ed il suo staff stanno entrando nel dettaglio tecnico-tattico dell’avversario bianconero in semifinale, cioè Macerata. Squadrone infarcito di grandi campioni primo in classifica in campionato. Negli scontri in regular season i marchigiani hanno prevalso con il punteggio di tre a zero a Macerata, mentre a Perugia, in un Pala-Evangelisti gremito in ogni ordine di posto, gli umbri si sono imposti al tie-break al termine di una sfida combattutissima ed entusiasmante. Entrambe le compagini vengono da una striscia vincente in campionato. La Sir da quattro affermazioni consecutive (otto nelle ultime nove giornate), stesso ruolino per la Lube anch’essa vittoriosa negli ultimi quattro turni di stagione. A livello tecnico ci sono grandi sfide in campo. Quelle che catturerà maggiormente l’attenzione degli appassionati è certamente in zona due dove si fronteggiano due dei migliori attaccanti della serie A1 maschile. Aleksandar Atanasijevic ed Ivan Zaytsev. L’opposto bianconero è il re dei bomber del campionato con 412 palloni vincenti, l’azzurro di Macerata è terzo con 383 colpi a segno. Soprattutto entrambi sanno far breccia nel cuore dei tifosi per spettacolarità e carisma e non v’è dubbio che gran parte delle sorti della semifinale passeranno dalle loro mani. Sempre restando in tema di singoli, sarà interessante la prestazione dei due liberi in campo. Il francese Henno ed il perugino doc Giovi, dati alla mano, sono i migliori interpreti del ruolo in ricezione (Henno comanda con il 43% di perfezione, l’azzurro di Perugia segue con quasi il 41%) ed anche in questo caso le rispettive performance avranno un peso specifico notevole soprattutto considerando che Macerata e Perugia sono, dopo Piacenza prima con 122 ace, seconda e terza nella classifica dei servizi vincenti con 114 e 109. Tutte considerazioni che contribuiscono a rendere elettrizzante la gara di sabato che, ovviamente, mette in palio un posto nella finalissima del giorno dopo. Sull’imminente appuntamento si esprime così il regista Adriano Paolucci: «La semifinale con Macerata è una partita secca e si sa che si tratta di match mai scontati. È vero che loro sono favoriti, è vero anche che noi proveremo ovviamente a vincere ed a giocarcela fino all’ultimo pallone. Fortunatamente veniamo da un momento molto positivo e proveremo a sfruttare l’onda di tutto questo entusiasmo. Ricordo parecchi anni fa (era la stagione 1999-2000, ndr) la gara giocata con Roma e persa in semifinale contro Montichiari. All’epoca ero il vice di un mito come Tofoli, molto più giovane e certamente meno consapevole di adesso. Oggi vivo questo evento personalmente in maniera diversa, con un’altra maturità e con la soddisfazione di aver centrato, insieme ai miei compagni, un obiettivo importante di inizio stagione. Questa final-four è motivo di orgoglio per tutti noi, per la società e per i nostri tifosi». Le prestazioni dei block-devils stanno infiammando Perugia. «È bello aver riacceso l’entusiasmo della città per la pallavolo. So che saranno tanti i nostri tifosi al seguito presenti a Bologna ed è una cosa eccezionale e bellissima, ulteriore soddisfazione e gratificazione per noi e per il nostro lavoro».
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 4, 2014 13:30