Chiusi smorza le velleità di Spoleto

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 23, 2014 01:53
Vigilante Cristian (attacca)

attacco dello spoletino Cristian Vigilante e muro dei chiusini Andrea Di Marco e Davide Urbani

La Emma Villas Chiusi si conferma tra le mura amiche del Pala-Coopersport nel duello al vertice della classifica di serie B2 maschile e conferma di essere la squadra più in forma del girone, superando anche l’ennesima tegola stagionale che si manifesta con l’infortunio alla spalla destra dello schiacciatore Grassano (lussazione e probabile campionato finito per lui), sul 17-17 del primo set. Un evento che ha scosso la squadra biancoblu e moltiplicato gli sforzi che sono servito a battere la Monini Spoleto e restituirgli il tre a zero subito all’andata. Una partita in cui ha pesato enormemente la vittoria del primo set, terminato dopo una battaglia di tre quarti d’ora e con proteste degli oleari che in due occasioni si sono sentiti penalizzati dalle decisioni arbitrali. In avvio c’è equilibrio (9-9). La differenza la fa ìil fondamentale del servizio che con Torre propizia quattro punti consecutivi e porta gli ospiti avanti (11-14). I chiusini si rimboccano le maniche e rimettono in asse il punteggio ma sul 17-17 in una fase di attacco Grassano s’infortuna e deve abbandonare il campo. Al suo posto entra Pasquini, le difese biancoverdi permettono a Vigilante (undici palle a terra nel set d’apertura) un ulteriore strappo che si ferma sul 20-22. Si procede ad oltranza, le squadre sono fallose nella rimessa in gioco ma in attacco vanno forte. Spoleto si salva col muro in un paio di occasioni e alla fine è Romani con un ace ed una bomba dalla seconda linea a decretare il cambio di campo. Si ricomincia con stessa intensità, i liberi Pochini e Marchetti sono su tutti i palloni e mettere palla a terra è difficile per chiunque (6-5). Qui è ancora la difesa a mettersi in evidenza, quella dei leoni è impenetrabile, tutti sono attenti e consentono a Scappaticcio di sbloccare mandando a segno i compagni (13-7). Torre prova a far reagire i suoi ma tutto è difficile e le distanze rimangono pressoché immutate (18-12). Il ritmo cala ed il primo tempo diventa efficace da ambo i lati della rete, Vigilante si mette in mostra e trova qualche varco per ridurre il gap (22-20). È ancora Romani (nove palle vincenti) a concludere con gli ultimi tre punti che portano la sua firma. Nella terza frazione partono meglio gli oleari che con Lattanzi si spingono sul 2-5. Qui sono quattro punti consecutivi dei chiusini a rovesciare (6-5). L’inerzia è a favore dei toscani che però accusano qualche passaggio a vuoto e e consentono ai rivali di mantenersi in linea di galleggiamento (16-16). Dopo il secondo time-out tecnico le scelte ponderate di Scappatico trovano tutte risposte vincenti e Braga in veloce spinge sul 21-18. Gli spoletini gettano nella mischia Trombettoni ma è tardi, il sigillo finale lo appone ancora Nicola Romani (mvp della serata). Il risultato consolida il secondo posto della Emma Villas che resta in piena zona play-off, staccando la Monini che scivola al quarto ed esce momentaneamente dalla zona che garantisce gli spareggi per la promozione.
EMMA VILLAS CHIUSI – MONINI SPOLETO = 3-0
(33-31, 25-21, 25-21)
CHIUSI:  Romani 23, Braga 11, Bittoni 11, Di Marco 10, Scappaticcio 5, Grassano 2, Pochini (L1), Pasquini 2, Urbani 1, Bregliozzi, Santilli. N.E. – Bartolucci, Pellegrini (L2). All. Romano Giannini e Massimo Marchettini.
SPOLETO:  Vigilante 25, Ceccarelli 9, Segoni 8, Torre 5, Lattanzi 4, Battistelli 4, Marchetti (L1), Trombettoni. N.E. – Grechi, Costanzi, Preziosi, Musco, Santini (L2). All. Alejandro Romanò e Luca Arcangeli Conti.
Arbitri: Roberto Albonetti e Luca Giannini.
EMMA VILLAS (b.s. 9, v. 6, muri 8, errori 9).
MONINI (b.s. 12, v. 7, muri 4, errori 6).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 23, 2014 01:53
  • Oberdan Provvedi

    Complimenti a Chiusi (alla società ospitale e corretta e a tutta la squadra, tranne a Romani che si poteva risparmiare atteggiamenti da “fenomeno” verso il pubblico spoletino e Scappaticcio, notoriamente scorretto ma che sabato ha superato se stesso) che ha vinto meritatamente giocando complessivamente meglio di Spoleto (almeno dal 2° set in poi). E’ però difficile accettare una sconfitta che può compromettere il campionato quando il primo set è stato pesantemente condizionato (sarebbe meglio dire deciso) da due chiammiamole “sviste” arbitrali di dimensioni colossali (grandi come un palazzo di sette piani con garage annesso) che hanno scippato un doppio set-balla a Spoleto. E’ possibile che il primo “arbitro” si faccia correggere le proprie decisioni (su pallono giocati vicinissimi ai suoi occhi) dal 2° “arbitro” che ha visto toccati due attacchi passati lontanissimi dal muro di Spoleto? E’ possibile che i due “arbitri” tollerino per tutta la durata del match l’indegna gazzarra inscenata dal palleggiatore napoletano ? Era proprio necessario mandare una coppia grossetana quando l’avversaria di Spoleto nella corsa play-off è ,guarda caso, proprio Grosseto? Dopo il furto subito a Civitanova qualcuno può pensare male, arrivando persino a dubitare della buona fede di arbitri ottimi, anzi fenomenali, quali Albonettie e Giannini (Luca)! (sembra infatti che- colmo dei colmi!!!- l’osservatore arbitrale si sia addirittura complimentati con il duo!!!!!).Chiudo con un sincero in bocca al lupo a Grassano per una pronta guarigione. Oberdan Provvedi