La Sir Perugia parte lenta ma poi mura Cuneo

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 27, 2014 22:54
 Atanasijevic-Buti-Petric (muro)

muro a tre della Sir Safety Perugia con Aleksandar Atanasijevic, Simone Buti e Nemanja Petric che si oppone all’attacco di Luca Vettori

L’esordio dei play-off è positivo per la Sir Safety Perugia. La corsa allo scudetto comincia col passo giusto. Arduo ma non insormontabile l’ostacolo della Bre Lannutti Cuneo in questa post season nella quale i block-devils sono entrati un po’ contratti. La condizione fisica precaria di alcuni elementi ha costretto il tecnico Kovac a reinventarsi l’assetto in questo ultimo periodo e con le variazioni di assetto c’è sempre poco da scherzare. Ad ogni modo ci hanno impiegato un set i perugini a trovare il ritmo, poi, di fronte ai quasi tremila spettatori del pala-Evangelisti, si sono sciolti ed hanno impartito una lezione, la terza della stagione, ai piemontesi. Una gara inizialmente combattuta ad armi pari in avvio, per lo meno sino al 7-7, poi Casadei prende per mano gli ospiti e prova lo strappo (8-11). I block-devils provano ad invertire la tendenza ma Antonov (sei palle a terra in apertura) è letteralmente infermabile ed i piemontesi mantengono il gap inalterato (16-19). Kovac inserisce Mitic salvo poi ripensarci e rispedire in campo Paolucci. Senza l’apporto offensivo di banda il solo Atanasijevic (subito otto palle a terra) non riesce a tenere a galla i suoi. Il gioco stenta a prodursi e Cuneo incassa il vantaggio. Dopo l’inversione dei campi gli umbri cercano di sganciarsi e sembrano riuscirci con un ritrovato Vujevic che dalla battuta trascina sul 13-7. I settentrionali gettano nella mischia Rauwerdink e comincia la loro reazione che riesce ad accorciare le distanze (14-12). Cuneo arriva a -1 facendo sentire l’alito sul collo ma nel momento più difficile il muro umbro erge i suoi tentacoli e consente di allargare la forbice assestando il break di cinque punti consecutivi (22-16). Tutto facile nel finale con la bomba di Atanasijevic (altri sette punti) che impatta e fa sembrare il brutto periodo alle spalle. Nella terza frazione le rivali si alternano al comando ma nessuno riesce a prendere il sopravvento (11-11). Barone entra al posto di Semenzato e qui comincia la progressione inarrestabile degli uomini in maglia biancorossa che con capitan Vujevic deliziano i palati fini della disciplina, battute, attacchi in pipe e ricezioni con un piede. L’errore al servizio dei piemontesi vale il due ad uno. Piazza mischia le carte del mazzo e tiene in campo Rouzier ma la scelta non paga e gradualmente il punteggio diverge grazie alla correlazione muro-difesa che funziona alla grande e scava un solco enorme (19-10). Il palasport è in estasi e sospinge i beniamini di casa, la Sir non si ferma e va a vincere con il punto finale siglato con un ace da Buti. Adesso con concentrazione massima per la seconda sfida che si gioca a campi invertiti domenica pomeriggio e per la cui trasferta i tifosi si stanno già organizzando.
SIR SAFETY PERUGIA – BRE LANNUTTI CUNEO = 3-1
(22-25, 25-18, 25-18, 25-16)
PERUGIA: Atanasijevic 28, Petric 16, Buti 12, Vujevic 7, Paolucci 4, Semenzato 2, Giovi (L1), Barone 4, Cupkovic, Mitic. N.E. – Della Lunga, Della Corte, Fanuli (L2). All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
CUNEO: Casadei 14, Maruotti 12, Antonov 12, Kohut 6, De Togni 5, Gonzalez 2, De Pandis (L1), Rouzier 5, Rauwerdink 1, Alletti, Marchisio (L2). N.E. – Coscione. All. Roberto Piazza e Massimiliano Giaccardi.
Note – Spettatori 2’800.
Durata dei set: 26’, 25’, 25’, 24’.
Arbitri – Stefano Cesare (RM) e Giorgio Gnani (PC).
SIR SAFETY (b.s. 13, v. 6, muri 11, errori 8)
BRE LANNUTTI (b.s. 12, v. 2, muri 6, errori 12).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 27, 2014 22:54